CronacaStato news
"In una democrazia e in un Paese libero tutto è conse tito a tutti, senza però alcuna attenzione ai diritti e alla privacy del bambino"

Il bimbo di Vendola, Introna: “un’ipocrisia all’italiana”

"È sicuramente un atteggiamento gravemente lesivo della libertà del figlio di Testa e Vendola e ed è una lesione dei diritti individuali che ha fatto assumere a tutte le testate un atteggiamento ipocrita"

Di:

Bari. ”Il bimbo di Vendola: un’ipocrisia all’italiana. Ma siamo solo noi gli ipocriti oppure è una malattia che accomuna tutto il genere umano? In questi giorni, la stampa ci ha sommerso di notizie che rilanciavano la nascita di un figlio della coppia Nichi Vendola-Ed Testa, in California. Editoriali, interviste, talk show, dichiarazioni in difesa di Vendola, contro Vendola, distinguo a favore delle donne… tutto legittimo. In una democrazia e in un Paese libero tutto è conse tito a tutti, senza però alcuna attenzione ai diritti e alla privacy del bambino.

È sicuramente un atteggiamento gravemente lesivo della libertà del figlio di Testa e Vendola e ed è una lesione dei diritti individuali che ha fatto assumere a tutte le testate un atteggiamento ipocrita, appunto. Che senso ha nascondere il volto dei minori quando si pubblica una fotografia, se poi in tutte le dichiarazioni, in tutte le interviste, in tutti i commenti si è partiti dal nome di questo bambino indifeso? Tutti hanno dimenticato (per il dovere di cronaca?) che a un essere vivente è riconosciuta fin dalla nascita una sfera di diritti che a nessuno e per nessun motivo è dato violare. Ipocrisia? Io dico vergogna! Detto questo, benvenuto e una lunga e felice vita al piccolino. Auguri a Ed e Nichi”. Lo scrive in una nota Onofrio Introna, già presidente del consiglio regionale pugliese durante la Giunta dell’ex Governatore Vendola.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
3

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi