Manfredonia
Carnevale Manfredonia, 28 Febbraio - Golden Night (foto Matteo Nuzziello)

Carnevale Manfredonia, 28 Febbraio – Golden Night (foto M.Nuzziello)

Carnevale Manfredonia, 28 Febbraio - Golden Night (foto Matteo Nuzziello)

Di:

Carnevale Manfredonia, 28 Febbraio – Golden Night (foto Matteo Nuzziello)

Fotogallery
https://www.facebook.com/pg/ManfredoniaImmaginieParole/photos/?tab=album&album_id=1748663618781886

foto matteo nuzziello

Carnevale Manfredonia, 28 Febbraio – Golden Night (foto M.Nuzziello) ultima modifica: 2017-03-01T08:33:53+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • corto maltese

    Bellissimo. Alla faccia dei detrattori.


  • Camilla

    Bellissimi…altro che Carnevale di Putignano…non c’è paragone…i carri li saranno anche più belli lì..ma i nostri costumi sono spettacolari..diamo merito a questi ragazzi e a queste famiglie che hanno speso soldi per farli sfilare…le critiche si sa non mancano…ma non fa niente..l’invidia fa parte dell’essere umano


  • corto maltese


  • Lilino

    Stupendo, bellissima sfilata meritava la diretta tv a livello nazionale. Il fascino della sera con tante luci e allegria. Nel contempo tra lo stupore anche di molti forestieri che hanno notato tantissimo lusso a Manfredonia che è una città tra le più povere d’Italia come reddito pro-capite. Oltre ai milioni di euro spesi per gli abiti della sfilata, si notavano locali pieni, tutte le attivita commerciali aperte e affollate, donne succinte, ipercurate con abiti di lusso. Non sembra proprio una città angosciata da gravissime crisi economiche e sociali anzi il contrario..molti manifestano l’intezione di sistemarsi a Manfredonia, l’unica città al mondo dove tutti sono poveri ma hanno case allestite alla grande, quasi ogni donna ha l’auto, hi phone di lusso costantemente attaccato all’apparato uditivo e sigaretta, frequenza giornaliera o oquasi di manicure, pedicure, cura del corpo e parrucchiera..ristoranti presi di assalto….in Italia 1 italiano su 3 non paga irpef e dichiara meno di 15.000 euro di reddito, a Manfredonia vista la tantissima povertà e dilagante disperazione e disoccupazione come si fa a vivere e sfoggiare tanto benessere che sincerebbe crea invidia anche ai cittadini di Montecarlo piuttosto che quelli di Miami. Io mi chiedo ma la fonte di cotanto benessere dove trova la sua genesi? Forse una buona parte di sipontini/e possiede la bacchetta magica che trasforma i desideri e le velleità economica in realtà?


  • Sipo

    Concordo con Camilla, gli altri Carnevali hanno i carri più belli, luminosi, mastodontici, ma quanto ai gruppi mascherati hanno poco o niente.
    La fantasia dei nostri stilisti del carnevale è da fare invidia alle griffe più eclettiche per creatività e colore. Se ci fosse un po’ più di organizzazione durante le sfilate si potrebbero ammirare meglio nella loro bellezza ed anche loro potrebbero muoversi meglio visto l’ampiezza di alcuni costumi.
    Un plauso anche alle nostre sarte che riescono a realizzare tanta bellezza!


  • Cittadino indignato

    Che città’ di parassiti! Tutti a lamentarsi e poi spendono una barca di soldi x futilità’ e per soddisfare le esigenze circense del potere politico locale.


  • Baloccodonia

    Maschere spontanee, gruppi spontanei come i tempi passati: nulla! Un carnevale senz’anima. Si, certo la sfilata era interessante ..anche le sfilate di Benito e Adolfo era interessanti.


  • corto maltese

    certo è vero, sono mancate molte maschere spontanee, ma quella non può essere colpa degli organizzatori. quella è colpa della gente che sa solo criticare, che crede che eliminando il carnevale aumenterebbero i posti di lavoro, sconfiggeremmo l’ISIS e finalmente avremo la pace del mondo. no, la colpa non è degli organizzatori.
    poi un’altra cosa, caro Lilino che io sappia, nel gruppo dove ha sfilato mia figlia, tutti i genitori hanno un lavoro. certo, non possiamo parlare di gente ricca. paliamo di gente che ha solo un lavoro dignitoso che li permette una volta all’anno, forse anche risparmiando su qualche uscita in pizzeria, di far partecipare i propri figli al carnevale, facendoli fare un’esperienza formativa proprio come hanno fatto loro da bambini grazie ai propri genitori. così, di generazione in generazione.
    si chiamano tradizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi