Manfredonia
Il nuovo percorso enogastronomico si svolgerà venerdì 3 marzo in Via Maddalena

Dopo la Golden Night, il Carnevale di Manfredonia si prepara per la Via del Gusto

Di:

Manfredonia. Nel giorno del tradizionale “Martedì Grasso”, il Carnevale di Manfredonia cala il magnifico tris della 64^ edizione con la spettacolare Gran Parata di Carri allegorici e Gruppi mascherati. La prima (l’altra è in programma sabato 4 marzo) in notturna è stata sorprendente e lasciato a bocca aperta il numeroso pubblico presente lungo il percorso e sulle tribune di Piazza Marconi, affascinati e sbalorditi dal gioco di luci e colori reso vorticoso e trascinante dai movimenti dei Carri allegorici e dalle coreografie dei gruppi mascherati.

Un colpo d’occhio notevole che ha esaltato l’essenza e gli aspetti caratterizzanti della kermesse sipontina, il cui ospite speciale è stato l’esilarante comico barese Gianni Ciardo con il suo pittoresco stile scanzonato e dissacrante, apprezzato da un pubblico assai divertito. Ma, ad entusiasmare più di tutto sono stati i maestri cartapestai con le loro opere d’arte e le associazioni con costumi d’alta sartoria resi sfavillanti da ingegnose illuminazioni. Sull’affollato e suggestivo lungomare hanno sfilato in tutta la loro bellezza i quattro carri allegorici (Noi del Carnevale con “Un Grillo per la Testa”, Non solo Arte con “Io non ci credo ma…”, Progetti Futuri con “Chi vuol esser lieto, sia…” e Euphoria con “#maiunariforma”) ed i dieci gruppi mascherati (Coltiviamo l’Amicizia con “In Fondo al Mar”, Magicaboola con “Lavoriamoci su”, Euphoria con “A spasso con i Pokemon”, La Banda del Sorriso con “Il misterioso mondo delle creature leggendarie”, XY con “Mythos: la civiltà alata”, La Fenice con “Toy Story”, Utopia con “Gobbo di Notre Dame – La Festa dei Folli”, San Michele con “Le emozioni”, Giovanni Paolo II con “Sir Mangiafuoco e le sue marionette” e l’IISS G. Galilei con “Siderum Pantheon”).

La serata è proseguita all’insegna della tradizione e del divertimento con “Il Consolo” – i Solenni Funerali di “Zè Pèppe” (a cura della Rosa dei Venti di Salvatore Esposto), il concerto in Piazza del Popolo dei “Paper Wall” e l’intrattenimento del “Gran Ballo per Bar” versione 2.0. del “Ballo per casa” con dj set in maschera che ha animato la notte Manfredonia, il cui centro storico si è trasformato in una grande discoteca all’aperto.

Ma, il Carnevale di Manfredonia non finisce qui e si prepara alla conclusione in grande stile del prossimo weekend. A precedere la “Notte Colorata” con l’ultima parata in notturna e lo “Show” in Piazza Duomo con lo “Zoo di 105” e dj Gabry Ponte (in programma sabato 4 marzo), venerdì ci sarà “Maddalena Via del Gusto” un percorso enogastronomico d’eccellenza nel centro storico di Manfredonia voluto dall’Agenzia del Turismo (in collaborazione con Com.Unica) per proporre il meglio dell’arte culinaria locale e arricchire di “Gusto” i giorni del Carnevale. Nell’area tra Via Maddalena e Arco Boccolicchio, gli chef di Coppola Rossa, Ristorante Baciati dal mare, Bacco Tabacco E Venere, Osteria Boccolicchio e Calamarando, prepareranno le portate tradizionali della cucina sipontina, accompagnate da ottimo vino pugliese e musica live.

Il delizioso menù “itinerante” prevede:

– Tubettini, murici e rucola (Coppola Rossa).

– Pancotto con legumi, cicoria selvatica e parate di bosco (Ristorante Baciati dal mare).

– Zuppa con rape, fagioli e crostoni di pane (Ristorante Bacco Tabacco e Venere).

– Cozze Fritte (Calamarando).

– Sandwich al nero di seppia con insalata di gamberi, arance e capperi (Osteria Boccolicchio).

Ad accompagnare le portate dal Rosato primitivo della “Cantina San Marzano”, dal Vino Rosso Primitivo IGT”delle “Cantine Paolo Leo” e dal “Bianco Falanghina” della “Cantina Elda”.

Il format prevede un ticket dal costo di € 7.50, con 5 portate, una per ogni ristoratore e 3 postazioni di vino (rosso, rosato, bianco). E’ possibile acquistare i ticket presso i ristoranti coinvolti e presso l’Infopoint in Piazzetta Mercato.

A Manfredonia ci si diverte davvero di gusto!

Ufficio Stampa e Comunicazione Carnevale di Manfredonia/Agenzia del Turismo.

Dopo la Golden Night, il Carnevale di Manfredonia si prepara per la Via del Gusto ultima modifica: 2017-03-01T10:59:40+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • corto maltese

    se magma e se beve alla faccia di chi ci vuole male


  • antonella

    Infatti è vero a manfredonia ci si diverte sempre e così tanto, poiche i parcheggi sono pressoche inesistenti, c’è molto caos, è anche se c’è chi vuole svolgere delle attività serie, gli viene impedito poiche tutto,ma proprio tutto eè sacrificato in ordine del divertimento, è questa la forma di turismo ambiziosa a cui si ambisce?
    Il paese dei balocchi?
    Voglio comunicare ai blocchi che anche qper il 2016,Vieste è stata regina di turismo, come sia possibile tutto questo non so, e pensare che lì non c’è il carnevale cosi come organizzato alla grande, da noi.


  • il nipote del fotografo

    Panem et circenses, per la felicità della “figlia del fotografo” #perdire


  • corto maltese

    scusa Antonella, ma per forza devi criticare? hai un contratto con qualcuno in tal senso? sarei proprio curioso di vedere se esiste un tuo commento positivo da qualche parte. no perchè, spesso, proprio per criticare obbligatoriamente, scrivi delle gran castronerie, tipo quella sopra.
    in tutti i paesi del mondo, ma sì, direi anche dell’universo, in occasioni di grandi manifestazioni, piccoli problemi con i parcheggi sono inevitabili. Anche con la massima organizzazione.
    per non parlare della consueta manfrina relativa all’inutilità del carnevale. il carnevale in tutta l’italia produce un indotto economico rilevante. certo non possiamo paragonarci alle manifestazioni più importanti come quelle di Venezia, Cento, Putignano ecc. ecc. ma cmq un po di soldi girano anche a Manfredonia. un’altra cosa è certa, se voi cittadini criticoni cercate di affossarlo ogni volta, il nostro Carnevale non crescerà mai. qui non si parla solo di divertimento, ma anche di sviluppo economico e turistico.
    infine, anche il riferimento a Vieste è del tutto sballato. poichè Vieste, grandissima meta turistica, non ha il carnevale, allora il carnevale non servirebbe ad attrarre visitatori?
    quindi credi che in questi giorni a manfredonia ci sia solo gente del posto?
    Vieste ha delle peculiarità che noi non abbiamo, noi abbiamo delle altre, come le nostre tradizioni che dobbiamo sfruttare, e il carnevale è una nostra tradizione.
    io sarò anche un balocco, ma tu sei una ciuchina (non ti offendere, è solo per rimanere in tema Collodiano).
    quindi ti prego, fai un favore a te stessa, non sentirti obbligata a scrivere per forza.
    con affetto.


  • antonella

    Egregio corto, cerca di allungarti se non di altezza, prova con lo sviluppo neuronale, credo invece che mi sentirò molto , ma molto obbligata a scrivere, capisco che a tu e i tuoi compari dobbiate per forza zittire tutti, perchè sapete bene che ora in questa città c’è chi ve le canta di santa ragione, e a ragion veduta, capisco che la cosa non piace, certo è bello vivere nel paese dei balocchi dove tutti i balocchi sono a servizio vero?
    Purtroppo non è così, che piaccia o meno, sarà mia cura far in modo che la gente apra gli occhi.
    Tornando alla questione carnevale, in altri posti la cognara dura solo 3 giorni poi tutti a casa, a lavorare, dimenticavo, il lavoro è un eufemismo con il 62 %di disoccupazione reale, invece da noi il carnevale dura due o tre settimane, di baldoria e caos, a questa situazione devono piegarsi tutti, e questa è di persè una azione deplorevole, perchè anche chi vorrebbe non dover subire continuamente questa sottrazione alla propria liberta personale, subisce comunque, ti pare giusto? Oppure dovremmo obbedire tutti alle certe regole, è stare anche zitti? La verità è che da parte di taluni non c’è rispetto, non si ha il minimo rispetto per quanti non hanno la testa nel paese dei balocchi, allora perché poi pretendere che altri rispettino le certe scelte?
    Il rispetto è un azione ambivalente, in questa citta mancano le giuste zone destinate a parcheggi, perche tutto è sacrificato alle volluttuosità di chi comanda, le sfilate riguardano sempre gli stessi percorsi, con le stesse situazioni di intralcio e caos, che metterebbe in croce il santo più santo.
    Poi parlare di turismo associandolo al carnevale è roba da dilettanti nutriti con latte acido. Vi riempite la bocca di questa parola ma non ne conoscete il significato, l’unica idea che avete nella mente è quella di sviluppare l arte dell ingozzarsi, ubriacandosi.
    Questo è il vostro turismo, ma non è turismo, percui non rompete le scatole a scocciare gli altri giustificando azioni inutili, con la storia del turismo. Quindi, pregherò il buon Dio che ti faccia capire quanta materia ti manca, adesso, non rispondere oltre perche mi hai annoiata abbastanza. Grazie


  • corto maltese

    Antonella tu non capisci proprio niente. Io non ho compari, anzi lavoro fuori manfredonia proprio per questo, quindi non me la canta e non me la suona nessuno, Io ho fatto le valigie e sono andato via. ma di che parli? fai una generalizzazione così BANALE CHE SEMBRA DI PARLARE CON UNA BIMBA DELLE MEDIE. Anch’io tante volte critico l’amministrazione ma a ragion veduta, non con le castronerie che dici.
    Il carnevale dura tre giorni dove non organizzano sfilate, vai a vedere a Cento, a Putignano, a Venezia e vedi quanti giorni dura il carnevale. Certo non possiamo paragonarci a queste realtà, ma se il Carnevale di Manfredonia non cresce è proprio grazie a criticoni come te che cercano sempre di affossarlo.
    “sottrazione di libertà personale”!!!!!! ma sai almeno che significa? dove hai preso la laurea in giurisprudenza? all’Eurospin? non dare fiato alla bocca solo per dimostrare che esisti, cerca di capire il significato di quello che dici. Hai scritto tante di quelle stupidaggini che mi è difficile pure risponderti, ma non per la difficoltà delle argomentazioni, bensì per la vacuità di quello che hai asserito.
    è ovvio che non può essere solo il carnevale a creare turismo a Manfredonia, ma sicuramente può fare da traino, con il turismo religioso, archeologico e balneare, può creare tante opportunità per i residenti.
    la verità è che non ti piace, ma non rompere per questo la testa agli altri.
    Se tu non vedi oltre il tuo naso non è colpa dei manfredoniani che fanno tanto per il carnevale. Io non voglio zittire nessuno, ci mancherebbe altro, era solo un invito a non dire fesserie, ma vedo che non è stato accolto.
    d’altronde se uno è fesso, è fesso sempre e non raccoglie i consigli.
    e io ti avrei annoiata? ma chi ti credi di essere, guarda che non sei nè la prima nè l’ultima ad impegnarsi in politica, anzi ti posso dire una cosa tu non sei nessuno e non ti permettere a dire agli altri che ti annoiano, sii umile e forse qualche risultato raggiungerai nella tua vita.


  • La stazione fantasma di Manfredonia ovest ( costo 4 miliardi di ex lire)

    Quanta felicità ai balocchi e balocche sipontine mentre tutto va a scatafascio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi