FoggiaManfredonia
Fonte Osservatorio di Casa.it

Mercato residenziale in Puglia. A Foggia costo di 1.610 €/mq

Casa.it: nei primi due mesi del 2017 in Puglia cresce la domanda di abitazioni (+4,7%) ma calano i prezzi (-2,2%)


Di:

Milano, 01 marzo 2017 – Secondo l’Osservatorio di Casa.it (www.casa.it) sul mercato immobiliare relativo ai primi due mesi dell’anno in corso, la ripresa del mercato residenziale in Puglia è confermata dall’aumento della domanda di abitazioni (+4,7%), tuttavia si assiste ancora al calo dei prezzi (-2,2%), con un valore medio di vendita al metro quadro pari a circa 1.740 euro. Il budget a disposizione delle famiglie per l’acquisto è di circa 139.200 euro.

Per quanto riguarda i prezzi delle abitazioni in offerta sul mercato, nonostante il dato regionale sia in calo, tutti i capoluoghi, eccetto Brindisi con -2.1% mostrano invece un segno positivo: Lecce +2,1%, Bari +2%, Taranto +0,8% e Foggia +0,6%. Bari (2.500 €/mq) è la città più cara mentre Taranto (1.310 €/mq) la più economica. Nelle altre città, a Foggia il costo è di 1.610 €/mq, a Lecce di 1.480 €/mq e a Brindisi di 1.400 €/mq.

Cosa accade sul fronte della domanda? Nei primi due mesi dell’anno in Puglia la domanda è cresciuta in tutte le città della regione (+4,7%), seppure con valori variabili. La più dinamica risulta Bari (+7,7%). Seguono Brindisi (+5,8%), Foggia e Taranto (+4,2%) e Lecce (+3,7%).

Quali sono le previsioni per I semestre del 2017? “Il costante aumento della domanda rilevato in regione è un indicatore importante che conferma la ripresa in atto del mercato immobiliare – afferma Luca Rossetto, General Manager di Casa.it -. Un più facile accesso al credito concesso dalle banche e i tassi ai minimi hanno sicuramente contribuito a dare nuova linfa al settore e a risvegliare il desiderio delle famiglie ad acquistare una nuova abitazione. I dati positivi dei primi due mesi di quest’anno confermano che la spinta propulsiva della domanda manterrà vivace il mercato delle compravendite in Puglia anche per tutta la prima parte dell’anno.”

Casa.it: andamento dei prezzi e della domanda di abitazioni nelle città capoluogo di provincia della regione

PUGLIA
Capoluoghi di Provincia Variazione % della Domanda Febb.’17/Febb.’16 Prezzo medio di vendita (€/mq) – Febbraio 2017 Variazione % prezzo medio di vendita – Febb.’17/Febb.’16 Budget medio *
Bari 7,7 2.500 2,0% 200.000
Brindisi 5,8 1.400 -2,1% 112.000
Foggia 4,2 1.610 0,6% 128.800
Taranto 4,2 1.310 0,8% 104.800
Lecce 3,7 1.480 2,1% 118.400
DATO REGIONALE ** 4,7 1.740 -2,2% 139.200
Centro Studi Casa.it
* Budget Medio: dato calcolato sull’acquisto di una abitazione di 80 mq.
** Il dato regionale prende in considerazione tutte le località della regione e non solo le città capoluogo di provincia. Pertanto il dato non è la media delle città analizzate.

A proposito di Casa.it
Fondata nel 1996 con oltre 7.3 milioni di utenti unici al mese, è il sito di riferimento per chi cerca casa che raccoglie l’offerta di oltre 12.500 agenzie immobiliari affiliate, costruttori edili e di inserzionisti privati.
Casa.it, insieme a atHome.lu , Immoregion.fr , e atHome.de , è parte del nuovo polo europeo specializzato nel mercato immobiliare online, costituitosi a seguito dell’operazione di Management Buyout guidata da Luca Rossetto conclusasi a Febbraio 2017

* Monthly Unique Visitors: 7.353.430 (app incluse) – Fonte: Adobe Analytics – October 2016

Per ulteriori informazioni:
MY PR – Ufficio stampa Casa.it

Mercato residenziale in Puglia. A Foggia costo di 1.610 €/mq ultima modifica: 2017-03-01T09:39:10+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    Non mi risultano questi prezzi su Foggia. Sono molto piu’ bassi.
    A limite si puo’ arrivare a 1600 in zona centrale o su classi energetiche in tripla A sempre che a Foggia ci siano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi