GarganoManfredonia
Una processione antica più di un secolo, che narra i momenti della Passione di Cristo dall'entrata in Gerusalemme (Domenica delle Palme) fino alla Morte

La Processione dei misteri a San Nicandro Garganico

La città intera si ferma per la Processione dei Misteri, lunghissima e partecipatissima al punto da richiamare fedeli e curiosi anche dalle regioni vicine


Di:

Nel grande giorno del Venerdì Santo, anche a San Nicandro Garganico si raggiunge il culmine dei riti in preparazione della Pasqua. La città intera si ferma per la Processione dei Misteri, lunghissima e partecipatissima al punto da richiamare fedeli e curiosi anche dalle regioni vicine.

Una processione antica più di un secolo, che narra i momenti della Passione di Cristo dall’entrata in Gerusalemme (Domenica delle Palme) fino alla Morte attraverso sette antiche statue in cartapesta, tra cui, a finire, il Cristo Morto e l’Addolorata. Diversamente da altri centri, quella di San Nicandro Garganico è una singolare apoteosi del silenzio e della meditazione, quasi fosse il corteo funebre della persona più influente della città, nel quale a tratti si staglia il mesto canto del Miserére e i canti tradizionali della Passione. Ornano il lungo tragitto le confraternite vestite in pompa magna, con file lunghissime di abiti variopinti con ricami, cappelli e fogge gallonate in oro.

Migliaia le persone che vi partecipano in coda prendendo posto dietro le autorità cittadine e i curiosi ai lati delle strade dove l’oscurità della sera è interrotta continuamente dai flash delle macchine fotografiche. Come per antica consuetudine, la processione muove dalla Chiesa Madre alle 18,30, dove rientrerà dopo circa due ore. E’ stato disposto come di consueto il divieto di circolazione e di sosta per i veicoli nelle strade del passaggio, sul percorso tradizionale.

FOTOGALLERY

Redazione Stato

La Processione dei misteri a San Nicandro Garganico ultima modifica: 2015-04-01T18:25:26+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi