Manfredonia
Secondo incontro questo pomeriggio in Comune

Manfredonia, ‘ricerca partecipata su salute’, Porcu: recuperare fiducia

"Bianca Lancia vuole custodire un progetto - ha detto la prof.ssa Porcu - che può aprire allo stato di conoscenza della salute soprattutto sull’’effetto degli inquinanti"


Di:

Manfredonia – LA Presidente di Bianca Lancia, prof.ssa Rosa Porcu, ha introdotto agli scenari che possono derivare dalla ricerca partecipata sulla salute degli abitanti di Manfredonia.

Manfredonia, indagine conoscitiva stato salute popolazione, ok accordo (ACCORDO TRA CNR-IFC, ASL E COMUNE; IMPEGNO FINANZIARIO PER 260.000 MILA EURO, CO-FINANZIAMENTO DELL’ENTE COMUNALE)

Quello di questo pomeriggio, nell’aula consiliare del Comune, ha rappresentato il secondo incontro “attraverso il quale si apre una nuova ricerca”. “Bianca Lancia vuole custodire un progetto – ha detto la prof.ssa Porcu a Stato – che può aprire allo stato di conoscenza della salute soprattutto sull’’effetto degli inquinanti: dallo scoppio dell’arsenico (nel 1976,ndr) ad oggi. Per questo fine, il gruppo che si è costituito si avvarrà di epidemiologi di fama internazionale, che interagirà anche su stimolo dei cittadini. Infatti, la popolazione costituirà insieme al gruppo di studio ed alle istituzioni (Comune, Asl) questo progetto sperando di aprire la porta alla fiducia, e non tradirla come hanno insegnato le lotte del passato”.

CONFERENZA PRESENTAZIONE PROGETTO (Manfredonia, Riccardi: ricerca stato salute, pronto a citare Eni per disastro ambientale – 06.02.2015)

(A cura di Benedetto Monaco – benedetto.monaco@gmail.com)

FOTOGALLERY

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Manfredonia, ‘ricerca partecipata su salute’, Porcu: recuperare fiducia ultima modifica: 2015-04-01T21:15:09+00:00 da Benedetto Monaco



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • lorenzo

    La Porcu è sempre grandissima. Vai prof.!


  • ex alunno di qualche decennio fa

    Prof sei mitica!!!!


  • Gaetano Cotrufo

    La nostra città ha la fortuna di accogliere persone splendide come questa. Una grande donna, nata in una regione lontana chilometri e chilometri, ma che ha posto le sue radici sul nostro territorio, e si batte con cuore ed anima per le nostre problematiche sociali, senza farsene vanto pubblico, e sensibilizzando a partire dai ragazzi, dal nostro futuro. Che grande!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi