Cronaca
Ribadita la definizione di limiti assoluti per il trattamento economico complessivo

P.A: dirigenti diventano licenziabili


Di:

(ANSA) – ROMA, 1 APR – I dirigenti privi di incarico vengono collocati in disponibilità e passato un certo periodo, da definire, decadono dal ruolo unico. Lo prevede la delega di riforma della P.A. Il punto, che in sostanza rende licenziabile il dirigente, ha avuto l’ok della commissione Affari Costituzionali del Senato. “Superamento degli automatismi nel percorso di carriera”, che dipenderà dalla “valutazione“, ovvero dal merito. Ribadita la definizione di limiti assoluti per il trattamento economico complessivo.

P.A: dirigenti diventano licenziabili ultima modifica: 2015-04-01T18:18:49+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • P.A: NIENTE PIU’ AUTOMATISMI PER CARRIERE DIRIGENTI

    P.A: NIENTE PIU’ AUTOMATISMI PER CARRIERE DIRIGENTI

    CODACONS PROMUOVE RIFORMA: BENE VALUTAZIONI, MA INSERIRE SODDISFAZIONE CITTADINI TRA I CRITERI PER DEFINIRE MERITO

    Il Codacons promuove la parte della riforma della P.A. che cancella gli automatismi nel percorso di carriera e introduce valutazioni ed esami per i dirigenti, fissando anche un tetto ai compensi.

    “Con tale innovazione viene superata una delle criticità più gravi della pubblica amministrazione, ossia gli scatti di carriera che avvenivano finora in modo del tutto indipendente dal merito e solo in base ad odiosi automatismi, con enormi sprechi a danno della collettività – spiega il Presidente Carlo Rienzi – L’introduzione di esami periodici e valutazioni del merito è positiva perché consentirà di migliorare la qualità dei servizi resi dalla P.A. agli utenti, e farà in modo che solo chi ha le necessarie capacità possa andare avanti nella carriera”.

    “E’ necessario però introdurre come criterio di valutazione del merito la soddisfazione dei cittadini relativamente ai servizi elargiti dai vari settori dell’amministrazione, così da spingere gli uffici pubblici a migliorare costantemente il proprio operato” – conclude Rienzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi