Ricordi di storia
"Come non dimenticare le ricette per la preparazione del pane"

Quando ‘Zizio’ si ‘divideva’ tra il cinema e il pane

L'amore di Zizio per la sua attività nasceva dal cuore, tra quelle mura di Via San Lorenzo, a pochi metri dalla Cattedrale.


Di:

Manfredonia – IMPASTAVA il pane con la forza delle mani senza dimenticare la passione per il cinema. Il signor Ognissanti dal pomeriggio inoltrato fino alla Mezzanotte era solito controllare la sala del Cinema Teatro Pesante. Poi quando ritornava a casa riprendeva il suo lavoro da fornaio per tutta la notte.

Come non dimenticare le ricette per la preparazione del pane: pagnotte morbide e grandi, con il vapore che spesso si intravedeva dalle vetrate del panificio. Inoltre: la pizza e degli scaldatelli indimenticabili: ‘quand ijevn profumet quid raschette e taccune du pen fumante pa pumudore spalmete: ijove saprute’.

L’amore di Zizio per la sua attività nasceva dal cuore, tra quelle mura di Via San Lorenzo, a pochi metri dalla Cattedrale.

(A cura di Claudio Castriotta)

Quando ‘Zizio’ si ‘divideva’ tra il cinema e il pane ultima modifica: 2015-04-01T00:43:46+00:00 da Claudio Castriotta



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi