Politica
"Ad oggi, a causa della mancanza di numerosi reparti, la cittadinanza lamenta una copertura sanitaria del tutto inadeguata"

“Sul tavolo del Governo le inefficienze dell’ospedale della Murgia’


Di:

Bari – Nel barese, l’ospedale della Murgia, i cui lavori sono iniziati nel luglio 1997, è costato fino ad oggi circa 180 milioni di euro e diverse sono le ditte che si sono avvicendate con promesse di apertura. Nell’aprile 2014, il nosocomio ha inaugurato la propria attività con reparti non ancora ultimati, infiltrazioni d’acqua, ascensori non a norma, sale operatorie ed ambulatori di cardiologia senza agibilità, problemi strutturali. Ad oggi, a causa della mancanza di numerosi reparti, la cittadinanza lamenta una copertura sanitaria del tutto inadeguata nonché difficoltà nel raggiungimento di altri centri in grado di soddisfare la domanda di servizio e di assistenza.

Questi dati davvero poco confortanti hanno costituito la premessa per interrogare l’Esecutivo renziano, sempre più deficitario ed assente.
“Chiediamo a Renzi e al Ministro Lorenzin quali misure intendano adottare per restituire adeguata tutela ai bisogni sanitari del territorio, favorendo un equo riordino di una rete ospedaliera regionale pugliese che tenga conto dell’assetto geografico, demografico e viario locale – dichiara la senatrice salentina Daniela Donno (M5S) – Basti pensare che l’utenza di Altamura, Gravina, Poggiorsini, Santeramo, tutti in provincia di Bari, conta circa 200.000 persone e, in circa 17 anni, a causa della mancanza di reparti specialistici, si è registrata una mobilità pari al 60 per cento della popolazione residente verso ospedali limitrofi. La Giunta regionale pugliese non può continuare a fare orecchie da mercante davanti all’irrinunciabile diritto alla salute e all’assistenza medica dei cittadini”.

Redazione Stato

“Sul tavolo del Governo le inefficienze dell’ospedale della Murgia’ ultima modifica: 2015-04-01T18:44:25+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi