Cronaca
Occhi azzurri, capelli lunghissimi biondi, lineamenti delicati, sorriso stampato

“Non avere paura”: migliaia di fan per il singolo di Rita Manelli

Il percorso dell’interprete pugliese tra studio e passione

Di:

Foggia. La sua insegnante di canto jazz la considera la Ella Fitzgerald italiana, a dispetto del suo aspetto esile e quasi angelico: Rita Manelli, la giovane cantante pugliese (19 anni) ha lanciato il suo primo singolo “Non avere paura”, pubblicato su “iTunes: https://itun.es/it/gFhcab” e sul canale youtube (https://www.youtube.com/watch?v=6uUk4MOIMNo) e già sta facendo parlare di sé; in poco tempo ha infatti già ottenuto circa 100mila visualizzazioni. La sua prima canzone nasce da un grande dolore: infatti la giovane emergente di San Vito dei Normanni (Brindisi), da sempre incline alla riflessione, alla filosofia, alla poesia, ha abbozzato questo testo subito dopo la morte del suo fratellino, Antonio, che a soli 14 anni (nel 2008) è scomparso in un incidente stradale. E’ a lui che dedica questo canto di speranza.

“Attraverso questo singolo – dice l’artista – vorrei infondere coraggio e forza a chi ha dentro il dolore della perdita di una persona cara”. Nel brano viene espressa la necessità di continuare a vivere e a non temere distanze, a “trasformare i silenzi e farne musica”. Sia pure con un “cuore a metà” che però “riesce a battere ancora”. Il singolo, dal sound ritmato e coinvolgente, è accompagnato da un testo molto forte, quindi, e da una interpretazione che emoziona, che a tratti esprime il desiderio di restare in contatto con una dimensione parallela e piena di luce. Il percorso di studi musicali per Rita inizia prestissimo. “All’età di tre anni mi piaceva già molto ballare, ma l’amore per il canto è nato attraverso una recita a scuola. Fui tra i protagonisti di “Forza venite gente”, il musical teatrale sulla vita di San Francesco d’Assisi”, ricorda Rita. “E’ lì che capii quale fosse la mia strada e che dovevo studiare per seguire questa vocazione”.

All’età di 13 anni, supera i provini per entrare nel Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce dove studia per cinque anni “canto jazz”, mentre frequenta il liceo scientifico “Leonardo Leo” di San Vito. Negli anni partecipa a stage di formazione ed entra in contatto con diversi artisti. Passo dopo passo, è arrivata così la registrazione a Milano del suo primo singolo negli studi “Up Music” di Enrico Kikko Palmosi e Sabatino Salvati. E’ lì che è nato “Non avere paura”, scritto da Tony Maiello che ha rivisitato il testo di Rita. “La musica per me è una sorta di linguaggio per vivere- sottolinea Rita -. Fa parte di me. È ciò che mi rende più felice è pensare di poter fare musica e poterla portare nel cuore della gente”.

Ufficio stampa



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This