PoliticaStato prima
"Se prima per telefonate inopportune non ci si dimetteva, ora ci si dimette"

‘Un atto dovuto della Boschi la firma dell’emendamento’

L'Italia, ha aggiunto il premier, non è più quella di una volta: "Se prima per telefonate inopportune non ci si dimetteva, ora ci si dimette"

Di:

(ansa) La firma dell’emendamento da parte del ministro Boschi “è un atto dovuto”. Lo afferma il presidente del Consiglio Matteo Renzi da Washington rispondendo ad una domanda sull’emendamento inserito nella legge di stabilità e oggetto dell’inchiesta che ha portato alle dimissioni del ministro Federica Guidi. L’Italia, ha aggiunto il premier, non è più quella di una volta: “Se prima per telefonate inopportune non ci si dimetteva, ora ci si dimette”. (ansa)

Emiliano, inchieste trivelle: disinquinare ambiente e istituzioni. “Noi abbiamo bisogno di disinquinare o di evitare l’inquinamento non solo dell’ambiente, ma anche delle istituzioni. Questo disinquinamento delle istituzioni è un processo democratico, che va condotto con grande rigore e con grande senso della Costituzione: senza questi due elementi, sarà difficile venir fuori da una vicenda sulla quale evidentemente il Paese intero deve riflettere. Perché se basta così poco per ottenere un emendamento in un provvedimento legislativo, onestamente la preoccupazione è altissima. È tutto talmente evidente che non ha bisogno di spiegazioni. C’è una telefonata che dice tutto e sulla quale il Paese intero deve riflettere perché non è una questione che riguarda solo il Ministro”. Lo ha detto a Taranto oggi il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, conversando con i giornalisti a margine di una manifestazione della Cgil.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This