ManfredoniaPolitica
"Siamo di fronte all’ennesimo annuncio a vuoto di Renzi"

Ricerca, De Lorenzis: “Da Renzi le solite balle, Cipe ricicla vecchi stanziamenti”

“Insomma neanche un euro in più da parte di questo governo"

Di:

Roma, 1 maggio 2016 – “Siamo di fronte all’ennesimo annuncio a vuoto di Renzi. I 2,5 miliardi annunciati per la ricerca sono soldi in parte inesistenti e in larga parte già stanziati da anni dai governi precedenti”. Lo sottolinea il deputato pugliese del M5S Diego De Lorenzis. “La dimostrazione? E’ la legge di Stabilità di quest’anno” – aggiunge Diego De Lorenzis – “che alla voce ricerca e innovazione riporta uno striminzito +13,9 milioni di euro, ovvero un + 0,7% rispetto al 2015. Insomma una miseria. Non solo, il Fondo ordinario per gli enti di ricerca (Foe) per il 2016 ha registrato addirittura 18 milioni in meno di dotazione”. “Gli stessi finanziamenti alle università (Ffo) sono di fatto immutati rispetto all’anno scorso, sia per quest’anno che per i prossimi.” – incalza il parlamentare M5S Diego De Lorenzis – “E negli ultimi anni hanno registrato continue erosioni. Il Piano Nazionale della Ricerca (Pnr) approvato oggi dal Cipe, infatti, arriva con due anni di ritardo e si basa su quei pochi fondi già a disposizione nel bilancio dello Stato, confermati per i prossimi 3 anni”.

“Insomma neanche un euro in più da parte di questo governo. Una pagliacciata in perfetto stile renziano. D’altronde – chiude il deputato Cinquestelle Diego De Lorenzis – “lo stesso governo certifica questo stato di cose desolante: la percentuale di spesa per ricerca e innovazione, 1,30% del Pil contro più del 2% media Ue, è da terzo mondo”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi