Foggia
Dichiarata inagibile lo scorso dicembre

Foggia: Parco Pantanella, un’area da salvare

Da tempo il noto centro polisportivo Pantanella vige in uno stato di degrado generale: si tratta di una delle zone più frequentate della città, soprattutto dai più piccoli; ragion per cui la messa in sicurezza del parco non può più attendere

Di:

Foggia. Una delle zone più frequentate di Foggia è senza dubbio il Parco Pantanella che, oltre ad essere una delle più ampie aree verdi del capoluogo dauno (circa 4.000 metri quadri), è anche l’unico centro polisportivo presente in città con ben 2 campi da tennis, 2 superfici per basket, 1 campetto da calcio a cinque e la tanto amata pista da pattinaggio. Peccato però che, da diversi anni, Pantanella non gode di un buono stato.

Decine le segnalazioni dei residenti: dall’assenza di illuminazione che ha allontanato le famiglie dal parco negli orari serali, al logorio dei campi sportivi da sempre utilizzatissimi non solo dai residenti della zona; non manca anche l’emergenza rifiuti, molto spesso accumulati dopo che qualcuno ha dato festa: a poco è servita la riqualificazione dell’area, avvenuta qualche anno fa, da parte della precedente amministrazione comunale.

CALCIO DI RIGORE?

Il campo da calcio a cinque è il primo tra i campetti ad aver bisogno di un restauro oltre che a richiedere maggiore manutenzione poiché risulta essere il più usato dai frequentanti del parco. Al cemento spaccato in più punti si aggiunge l’assenza delle porte, sostituite con grosse pietre, molto pericolose per i bambini. Da sostituire anche la recinsione, “sfondata” in alcuni punti.

UFFICIALMENTE INAGIBILE

Sintomi che non sono passati inosservati agli occhi dell’attuale amministrazione comunale la quale ha dichiarato, lo scorso dicembre, l’inagibilità della stessa in favore della tutela fisica dei cittadini. Un procedimento necessario prima di procedere alla riqualificazione dell’area, con relativa messa in sicurezza e restauro lì dove necessario.

TRADITO DA CHI DOVEVA PROTEGGERLO

Un parco che già in passato ha subito “violenze” non solo dai vandali ma anche da chi avrebbe dovuto preservarne lo stato e garantirne l’uso a tutti cittadini; difficile dimenticare infatti l’episodio che vide protagonista l’ex custode, appeso ad un canestro come Spider-man, intento a smontare la rete per impedire ai bambini di giocare . Incastrato da un filmato realizzato da un cittadino, venne diffidato a svolgere qualsiasi incarico all’interno della struttura.

filmato: https://www.youtube.com/watch?v=iUzMTLMf5kI

(A cura di Antonio Piazzolla, Foggia 30 aprile 2017)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • tommaso

    Complimenti per l’articolo, preciso che nonostante l’inagibilità, il parco è frequentatissimo perchè le famiglie con ragazzi e bambini al seguito, hanno bisogno di uscir di casa e stare all’aperto.
    Serve un intervento urgente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This