Cronaca

Spagna-Italia, caldo, attesa, l’appello: stop vandalismi tifosi

Di:

Kiev, ore 20 e 45, finale Euro 2012, Spagna-Italia (fonte image: sportemotori)

Roma/Manfredonia – SPAGNA-Italia: ci siamo. Meno di 3 ore alla finale di Euro 2012, con città che tornano a ripopolarsi dopo le uscite a mare dei cittadini. Sale la febbre tra i tifosi, mentre nelle città italiane sono stati allestiti maxischermi per seguire gli azzurri nella speranza della coppa europea.


Il mister.
“Siamo pronti per questa partita” ha dichiarato il ct Cesare Prandelli ai microfoni della Rai. “Noi sinceramente quando abbiamo iniziato abbiamo pensato esclusivamente a questo obiettivo – ha spiegato il commissario -. Non avevamo grandi favori, ma l’abbiamo voluto e l’abbiamo sognato”.


La gara. Le formazioni.
L’Italia tornerà a proporre il 4-4-2 “a rombo” visto nelle gare con Inghilterra e Germania: la formazione sarà quella che ha battuto i tedeschi con il solo ballottaggio tra Balzaretti e Abate nel ruolo di terzino destro con il milanista favorito. La Spagna sembra invece indirizzata a giocare senza il centravanti di ruolo (Torres) ma piuttosto di affidare l’attacco alla qualità delle sue mezz’ali con Fabregas – autore del gol a Buffon nel girone – posizionato al centro del tridente. Arbitrerà il portoghese Proença, molto quotato e già autore di una buona direzione in Italia-Inghilterra. Quintetto tutto lusitano, con Miranda e Santos guardalinee e De Sousa e Gomes giudici di porta. “Quarto uomo” il turco Cakir.

Le probabili formazioni.
Spagna (4-3-3): Casillas; Arbeloa, Piquè, S. Ramos, J. Alba; Xabi Alonso, Xavi, Busquets; Silva, Fabregas, Iniesta. Ct: Del Bosque.

Italia (4-4-2): Buffon; Abate (Balzaretti), Barzagli, Bonucci, Chiellini; Marchisio, Pirlo, De Rossi, Montolivo; Cassano, Balotelli. Ct: Prandelli.

4 Maxischermi al Circo Massimo. 300mila bottiglie d’acqua per gli spettatori Due i “nemici” che aspettano al varco i romani che seguiranno questa sera Spagna-Italia, davanti ai quattro maxischermi installati dal Campidoglio al Circo Massimo. Piu’ di mille le persone complessivamente impegnate, a vario titolo, nell’organizzazione dell’evento: per contrastare gli effetti di ‘Caronte’ previste più di 300mila bottiglie d’acqua distribuite da piu’ di 200 volontari della protezione civile. Per far fronte al caldo afoso gli operatori hanno innaffiato il terreno grazie a 4 autobotti da 10mila litri d’acqua che percorrono senza interruzioni l’intero perimetro delle zone destinate ad accogliere i tifosi. Le squadre sono state posizionate a presidio dei punti sensibili. Il maxischermo piu’ grande, di circa 50 metri quadrati, sara’ posizionato sul lato di piazza della Bocca della Verita’. Due maxischermi da 30 metri quadrati verranno installati all’interno del Circo Massimo, mentre un quarto schermo, da 24 metri quadrati, sara’ posizionato sul lato opposto.

Bari: no caroselli in centro. I tifosi della Nazionale, in caso di vittoria contro la Spagna ai campionati europei, non potranno effettuare caroselli di auto in alcune vie del centro di Bari. Lo ha deciso il Comitato provinciale per la sicurezza pubblica che, per “prevenire eventuali situazioni di criticita’ per l’ordine pubblico”, ha deciso di chiudere al traffico domenica sera buona parte del corso e del lungomare cittadini. Dopo le precedenti partite della Nazionale c’erano stati alcuni “episodi d’intemperanza”.


Andria: non uscite di casa.
Alla luce di quanto accaduto al termine della scorsa partita giocata dall’Italia con atti vandalici che hanno devastato anche il quartiere Europa ad Andria, “invaso da gentaglia con lanci di bottiglie di alcolici vuote e vetri sparsi dappertutto, con animali travestiti da umani che salivano sulle auto in transito, devastandole, spezzando specchietti e tergicristalli, urlando e lanciando parolacce al vento, ubriachi fradici, invitiamo tutti i residenti del quartiere europa a non uscire assolutamente dalla proprie abitazioni al termine della partita odierna; a depositare nei garage le autovetture e qualsiasi veicolo e di impedire assolutamente ai propri figli di lasciare le abitazioni al termine della partita, al di la del risultato conseguito dalla squadra di calcio”.


“Avremmo auspicato l’assunzione di provvedimenti anche nella citta’ di Andria, come hanno fatto in altri comuni ma non essendo accaduto cio’ ci affidiamo al nostro buon senso e purtroppo, in una citta’ incontrollata, ancora una volta dobbiamo sacrificare il nostro desiderio di festeggiare con serenita’ allo sfogo animalesco di personaggi che trovano terreno fertile in una citta’ con tanti problemi e sicuramente con tantissime lacune dal punto di vista della garanzia della sicurezza urbana”. “Non bisogna sempre attendere che il peggio accada”.

Manfredonia: città in silenzio, si ritorna dal mare. Il caldo ha spinto la gente a mare in tutta la Provincia di Foggia: affollatissime (vedi immagini) le spiagge di Siponto, Manfredonia, Mattinata, Vieste, Rodi. In spiaggia dalle 14 inni nazionali risuonavano nell’aria e tutti mister sotto gli ombrelloni. Dalle 18 le città non sembrano pensare ad altra.


Caldo, 47 gradi a Foggia
. Foggia, ore 15. La croce elettronica della farmacia segna una temperatura che ha dell’incredibile: 47 gradi. Il record nella foto è stato reso pubblico dalla foggiana Grazia Rongo che, dopo aver pubblicato l’immagine, ha scritto su Twitter: “Stentavo pure io a crederci prima di trasformarmi in vapore acqueo”.

Photogallery



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi