Sport

Motogp, Stoner vince e vola; 9^ Pirro

Di:

MotoGp Assen, Pirro nono (st)

SUBITO due protagonisti in negativo nella partenza dell’Iveco TT Assen classe MotoGP. All’ingresso della prima curva Alvaro Bautista prende la parte interna, ma scivola e si porta il leader del mondiale Jorge Lorenzo nella via di fuga: gara finita per entrambi.

Occasionissima per Pedrosa e Stoner che possono riaprire il Campionato. Nel giro di pochi secondi cade anche Stefan Bradl (LCR) rovinando così il miglior fine settimana per lui fino a questo momento. Tre defezioni fino ad ora che possono aprire varchi per il podio anche se le due Repsol Honda sembrano già aver prenotato i primi due gradini. Con 18 giri al termine contiamo già sulla caduta di Yonny Hernandez (Blusensa Avintia MotoGP) e sul ritiro di Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing), che sommate alla mancata partenza dell’infortunato Karel Abraham (Cardion ab) mettono tutti i piloti in pista in zona punti.

Rossi, in lotta per la 5ª posizione con Hayden, Barbera e Crutchlow perde posizioni e passa in ottava piazza. L’italiano è costretto addirittura ai box per un problema alla gomma posteriore, rientrerà ma con un giro di ritardo. Davanti Pedrosa prova a scappare con un buon giro veloce, ma Stoner risponde e lo passa nella chicane rapida. Giornata sfortunata per la famiglia Espargaró con Aleix che emula Pol e cade con 11 giri ancora da correre.

Stoner prende il largo e Pedrosa non riesce a rispondere accusando in poche curve più di un secondo e mezzo di ritardo. La sfida ora si sposta sul duello Spies-Dovizioso per l’ultimo gradino del podio. Guida il texano, ma il pilota Monster è a 4 decimi di ritardo.

Con i 25 punti di Assen, Casey Stoner pareggia i conti con Jorge Lorenzo in classifica generale anche se lo spagnolo rimane davanti grazie ad un superiore numero di vittorie (4 a 3). Pedrosa recupera venti punti sul connazionale, ma manca un’altra occasione per salire sul primo gradino del podio. Le due stelle del Repsol Honda Team vengono accompagnate da un super Andrea Dovizioso che passa Spies all’inizio dell’ultimo giro, e lascia l’americano con l’amaro in bocca. Cal Crutchlow completa la top five, seguito da Nicky Hayden (Ducati Team) e Hector Barberá (Pramac Racing). Sono questi 7 gli unici piloti ufficiali all’arrivo insieme a Rossi 13º a un giro.

In CRT domina Randy de Puniet, ma possono sorridere Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini) e Mattia Pasini (Speed Master). I due italiani trovano la prima top ten stagionale con Ivan Silva (Blusens Avintia MotoGP) e Danilo Petrucci (Came Iodaracing) subito dietro.


Michele Pirro.
Soddisfatto Michele che dichiara: “Sono partito bene e ho controllato la corsa nella prima parte, cercando di capire quale sarebbe stato il comportamento delle gomme con questa temperatura che oggi è stata la più alta del week end. Rispetto ai piloti ART ci sono punti dove riesco ad essere più veloce e guadagnare metri, mentre altri dove soffriamo un po’ e siamo costretti a cedere terreno. Ho provato spingere per arrivare insieme a De Puniet all’ultima chicane, dopo che Espargaro ha avuto un problema tecnico, ma all’uscita della curva 8 la mia moto si è impennata ed ho dovuto togliere il gas per più di una volta…e Randy ha preso quel vantaggio che non sono riuscito a recuperare. Anche se sono dispiaciuto per non essere riuscito a giocarmi fino in fondo la gara delle CRT, sono soddisfatto del gran lavoro che insieme alla squadra stiamo facendo e sono sicuro che presto ci toglieremo una bella soddisfazione. Ringrazio tutti i ragazzi del team, il Gruppo Sportivo Fiamme Oro, gli sponsor che hanno reso possibile questo progetto e gli amici che mi sostengono…grazie a tutti.”

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi