FoggiaManfredonia
"Urgente il Piano Cerealicolo

Grano. Mongiello: “Sovrapproduzione non giustifica prezzo inferiore”

La drammatica crisi di questi giorni impone l'urgenza del confronto tra gli attori economici ed istituzionali sul Piano Cerealicolo Nazionale

Di:

Foggia. “La sovrapproduzione di grano in Italia non giustifica il bassismo prezzo pagato ai produttori e non disincentiva le importazioni dall’estero. Il mercato da solo non basta a risolvere la crisi in atto”. Lo afferma l’on. Colomba Mongiello, vice presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sulla contraffazione, che sollecita “Parlamento e Governo ad accelerare la discussione e l’approvazione del Piano Cerealicolo Nazionale”. “I pastai affermano che è necessario importare grano a causa del basso tasso proteico di quello italiano, assumendosi la responsabilità di deprimere il prezzo della materia prima molto al di sotto dei costi di produzione. Però non vogliono dichiarare in etichetta il Paese d’origine del grano per non perdere appeal commerciale.

La drammatica crisi di questi giorni impone l’urgenza del confronto tra gli attori economici ed istituzionali sul Piano Cerealicolo Nazionale per condividere le misure più idonee a va-lorizzare la cerealicoltura italiana e i prodotti della filiera 100% Made in Italy. Sono in evidente crescita i produttori di pasta ottenuta dalla trasformazione di solo grano nazionale, segno che c’è un valore aggiunto commerciale e che è possibile ottenere pro-dotti di alta qualità con i grani pugliesi o siciliani. Il Piano Cerealicolo Nazionale, come già quello dedicato all’olivicoltura, è lo strumento normativo e finanziario più idoneo a promuovere la specializzazione produttiva dei cerea-licoltori e il rafforzamento della rete commerciale dei prodotti Made in Italy – conclude Colomba Mongiello – Tocca al Parlamento e al Governo orientare la filiera verso questi o-biettivi con misure idonee a migliorarne la produttività e la competitività”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati