PoliticaStato news
"Il sistema Puglia Sounds deve essere il principale veicolo di promozione degli artisti pugliesi"

“Regione intende proseguire progetto Puglia Sounds”

"Gli eventi di approfondimento attualmente presenti al Medimex (workshop e convegni) si svolgeranno sempre più fuori dai recinti"

Di:

Bari. Il presidente Michele Emiliano dichiara: “Puglia Sounds è un progetto realizzato con la collaborazione del consorzio Teatro pubblico pugliese che ha consentito alla Regione Puglia di investire la somma di 5.030.000 di euro intervenendo in un settore come quello della musica nel quale la Puglia non era mai stata presente in precedenza. Si è trattato soprattutto di fondi strutturali, europei e FAS (oggi FSC) che oggi, in parte, non sono più utilizzabili (quelli europei) e in parte (FSC) non sono stati ancora assegnati alla Regione Puglia che ne disporrà nel cosiddetto Patto per il sud nella misura di 1.944.000.000 e, dunque, per un valore totale pari a meno della metà di quello precedentemente assegnato.

Ciò nonostante è volontà della Regione Puglia proseguire il progetto. In un mercato in cui la produzione discografica non rappresenta più il main business della musica, Puglia Sounds si ritrova dinanzi a un bivio che necessita di un’impostazione di stampo manageriale che coinvolga privati e sponsor e fornisca un supporto concreto agli operatori, a partire dalle imprese che trasformano l’energia vitale in evento, la creatività in opportunità di crescita per la comunità, la musica in lavoro. La vitalità delle produzioni artistiche dei talenti locali, dal Gargano al Salento, rappresenta uno straordinario vettore per la storia, le tradizioni, la cultura della nostra regione: un patrimonio di bellezza da valorizzare.

Ma la bellezza che si specchia in se stessa non produce felicità. A tal fine è determinante, attraverso un lavoro di stretta relazione di Puglia Sounds con Puglia Promozione, l’Assessorato alla Cultura e al Turismo e gli enti locali, valorizzare congiuntamente questo patrimonio con una proposta articolata che faccia della Puglia una terra ospitale per un turismo culturale consapevole e produttivo.

È necessario procedere con decisione in questa direzione, rilanciando il progetto del Medimex, che ha costituito la principale novità culturale italiana nel campo della musica degli ultimi anni, per rivitalizzare il territorio e porre la Puglia, che già beneficia di un momento di grande visibilità internazionale, come una delle aree votate alla musica.

Gli eventi di approfondimento attualmente presenti al Medimex (workshop e convegni) si svolgeranno sempre più fuori dai recinti, all’interno dei comuni, nelle piazze e in luoghi pubblici che “aprano” le città, preparando l’accoglienza. Puglia Sounds ha rappresentato per alcuni artisti pugliesi un sostegno economico per le produzioni musicali e per l’esportazione delle proposte, ad esempio attraverso bandi finalizzati alla copertura delle spese per la realizzazione di dischi e per l’organizzazione di tour oltreconfine. E’ necessario continuare a investire sulla realizzazione dei progetti degli artisti sostenendo, in particolare, le opere prime ritenute particolarmente meritevoli e individuando tutte le forme possibili di finanziamento a supporto della creatività e della sua diffusione. Il sistema Puglia Sounds deve essere il principale veicolo di promozione degli artisti pugliesi, degli eventi organizzati sul territorio ed “esportati”, deve patrocinare tutte le iniziative musicali in linea con gli obiettivi sin qui elencati, non necessariamente attraverso il contributo economico ma ponendo la propria competenza e visibilità a servizio della promozione degli eventi, del supporto alla direzione artistica.

Tali iniziative potranno essere valorizzate nel tempo, anche attraverso contributo economico, seguendo criteri strettamente meritocratici legati ai risultati conseguiti in termini qualitativi e quantitativi: nell’arte il sostegno a chi merita è valore etico e non esistono legittimi interessi al di sopra di tale criterio selettivo.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati