Politica

Pd Torremaggiore: “Nessun accordo politico con il Pdl”


Di:

Torremaggiore Foggia – “NESSUN accordo e inciucio con il Pdl”. IL Partito Democratico di Torremaggiore, circolo ‘Lavacca e Lamedica‘, nel corso della riunione del proprio organismo dirigente tenutasi lo scorso 24 agosto (riunione alla quale hanno partecipato il segretario della Federazione provinciale di Foggia, Paolo Campo, ed il sindaco di Torremaggiore, Vincenzo Ciancio) ha diffuso una nota stampa a seguito dello svolgimento del Consiglio Comunale del 29 luglio 2010, per “fare chiarezza sulla situazione politica attuale”, sia tra gli elettori del PD che tra i cittadini tutti di Torremaggiore, nonché tra le forze politiche presenti sul territorio.

NELL’ANALISI comunicata alla stampa, il PD di Torremaggiore ha precisato come non ci sia stato “nessun accordo politico – programmatico con rappresentanti della PDL presenti in Consiglio Comunale – né che lo stesso potrà mai esserci proprio per il rispetto dei ruoli diversi ed antagonisti che caratterizzano le due forze politiche e il programma politico-amministrativo approvato nel consiglio comunale del 29 luglio 2010 è per il PD ” irrinunciabile ed incontrovertibile”.

NELLA nota stampa, il Pd di Torremaggiore ha ribadito “che il programma politico amministrativo della Coalizione “ Alleanza per l’Alternativa” resta per il Partito Democratico l’unica guida politico-amministrativa per dare risposte di discontinuità, di rinnovamento e di risoluzione dei problemi e delle aspettative dei cittadini.

Inoltre, “il programma amministrativo avrà da parte del Partito Democratico il dovuto appoggio,controllo e le necessarie verifiche per dare attuazione agli obiettivi prefissati ed in esso contenuti”.

I rappresentanti del Pd di Torremaggiore hanno auspicato che “l’azione amministrativa, concreta e quotidiana da mettere in campo trovi, come ha già trovato nella fase di approvazione delle linee guida programmatiche generali da parte della maggioranza dei consiglieri comunali,un ancor più ampio consenso da parte di tutte le forze politiche rappresentate e non in Consiglio comunale, nonché di tutte le forze sociali,economiche e sindacali presenti sul territorio”, forze con le quali “il PD sin da ora si dichiara disposto ad un confronto serio e costruttivo sui punti programmatici contenuti nel programma di “Alleanza per l’Alternativa”, il tutto nel solo interesse superiore dei cittadini di Torremaggiore.

Inoltre “la elezione del Presidente del Consiglio comunale e del Vice Presidente – organi istituzionali super partes- si è rilevata una mera nomina fatta autonomamente dai singoli consiglieri senza alcuna interferenza o indicazione da parte del Partito Democratico“.

“ACCORDO ESCLUSO ANCHE DAL COORDINATORE MAZZONE” – Né tanto meno può parlarsi di inciucio con il PDL “attese le esplicite dichiarazioni” fatte sia dal PDL provinciale nella persona del Coordinatore Gabriele Mazzone, sia dal Coordinamento del PDL di Torremaggiore il quale, affermando che “esprimerà di volta in volta la propria approvazione sui punti programmatici che l’amministrazione sostenuta dalla forza trainante del PD presenterà alla Città”, ha “esplicitamente escluso che ci sia stato un qualsiasi accordo politico-programmatico compiuto e definitivo che riguardi l’azione amministrativa da porre in essere da parte del sindaco Vincenzo Ciancio“.

In conclusione, il Pd ha ribadito “il proprio pieno sostegno al Sindaco Vincenzo Ciancio ed al Programma politico – amministrativo dell’Alleanza per l’Alternativa, sgombrando il campo da qualsiasi confusione politica che possa essersi ingenerata tra gli elettori del PD,i cittadini tutti e forze politiche”.

Pd Torremaggiore: “Nessun accordo politico con il Pdl” ultima modifica: 2010-09-01T20:08:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Rifondazione Comunista Torremaggiore

    Lettera di Rifondazione Comunista di Torremaggiore

    (..) A Torremaggiore, dopo 8 anni di (dis) amministrazione del centro destra trioppi punti sono rimasti senza risposta. Ne elenchemo alcuni

    Quanto sono costate e con quale bilancio comunale:
    • La ristrutturazione della stanza dell’ex sindaco con le manie napoleoniche?;
    • gli alberi esotici (?), che hanno sostituito alberi di pino vecchi e sani, della ristrutturata piazza papa Wojtyla?;
    • i catafalchi e gli orrendi manufatti usati per fare sulla strada del Corso Matteotti una corsia riservata ai pedoni e che fine hanno fatto le panchine utilizzate?;

    E inoltre: come è stato gestito il ricco affare delle pale eoliche ?
    La vendita del patrimonio sociale pubblico ?
    L’ampliamento della zona Pip su via San Severo ?
    La privatizzazione del terreno sito in Via Sacco e Vanzetti dove c’erano varie associazioni tipo la Proloco ?

    Vero che le lottizzazioni edilizie vengono assegnate a causa di norme comunali fatte anche dagli altri amministratori del centro sinistra, la lobby del mattone è trasversale, ma non si è fatto niente per dare sbocco occupazione agli artigiani e operai edili di Torremaggiore che continuano ad emigrare pur avendo questo Paese un tasso di cementificazione per abitante tra i più alti d’Italia.

    Come mai molti dirigenti ASL (tutti di centro destra) non hanno fatto niente per salvaguardare il nostro Ospedale “S. Giacomo”?, non dicono che sono stati spesi centinaia di migliaia di euro per fare lavori di ristrutturazioni al Plesso; gallerie all’avanguardia e che ci sono macchinari inutilizzati fermi ad ammuffire; che diversi dirigenti medici lavorano contro dall’interno per rendere quell’Ospedale inutile a danno del personale addetto e dei cittadini utenti; che bene che vada verrà “riconvertito” a qualcosa di diverso e intanto per i casi di emergenza i cittadini sono obbligati ad andare al Pronto Soccorso di San severo dove bene che ti va ti guardano dopo minimo quattro ore di attesa.

    In risposta ai diversi manifesti critici esposti in piazza contro la “nuova” amministrazione nata dopo il consiglio comunale del 29 luglio 2010, il PDL ha risposto che valuterà caso per caso i punti che verranno presentati in Consiglio e deciderà se votarli o meno.

    ECCO IL PUNTO: la loro funzione nell’ amministrazione è proprio quella di impedire che si faccia chiarezza sul passato e condizionare il futuro sulle loro esigenze di conservazione.

    Noi non ci stiamo, come Rifondazione Comunista di Torremaggiore


  • Michele Ametta (IdV)

    Michele Ametta (IDV): “Lettera A U’Scazzamurrill’”

    Bentornato Scordamurillo,

    torni a scrivere dopo tanto tempo e soprattutto dopo tante cose non denunciate sull’amministrazione Ciancio, tu che ti eri autoincoronato “controllore” sovrano della stessa. In questo scenario ritorni a fare la morale agli altri, senza per mesi averla fatta alla tua parte. Scusami ma non hai più credibilità per scrivere male degli altri, anche se tu avessi ragione (ma non credo e ti spiego il perché) con la tua condotta dai poco credibilità alla tua tesi a prescindere dalla ragione.

    Prima di tutto, quando Paolo Campo non ha fatto niente per impedire l’amministrazione Ciancio PD+PDL, Paolo Campo era un buon segretario provinciale, ONORE AL SEGRETARIO PROVINCIALE. Ora che non si capisce neanche che abbia fatto visto che non vota neanche nel PD di Torremaggiore, non lo riconosci più è un segretario perdente e che divide. Paolo Campo è sempre lo stesso segretario provinciale da anni, tu te ne accorgi solo ora che è quello che è? Tu non eri quello che alle elezioni provinciali volevi rimandare la tessera a Paolo Campo perché aveva impedito la candidatura di Teo Marolla alle provinciali? Come mai non l’hai più fatto, poi è andato bene Paolo Campo? Dai la fiducia a Paolo Campo a corrente alternata o cosa?

    Quando si è in MINORANZA in un congresso di un partito DEMOCRATICO non si può minacciare la spaccatura ogni qualvolta ci fa comodo. Se volevate candidare un giovane perché non l’avete fatto? E’ comodo dire e poi non fare attaccando gli altri di non aver fatto. E’ un controsenso illogico. Ti devo dire inoltre che secondo me “la tua parte” ha umiliato profondamente la persona di Giovanni Balsamo persona per bene che stimo e rispetto. L’ha umiliata perché non si candida una persona a un congresso per poi ritirarlo come se fosse una marionetta per denunciare un presunto non rinnovamento ai posteri.

    Come fai a dire che Peppino Costantino ora è il segretario di una sola parte, visto che la stessa era in MAGGIORANZA abbastanza larga peraltro. Hai uno strano concetto dei congressi, non esistono i congressi a pensiero unico quelli ce l’aveva soltanto Alleanza Nazionale, Forza Italia e il PDL (ehi fu’). Credo che tu sia troppo critico con gli altri e poco con te stesso.

    Faccio comunque i miei migliori auguri a Peppino Costantino e dico alla minoranza di iniziare a lavorare per rilanciare il PD e tutto il centro-sinistra a Torremaggiore che è in decomposizione perenne, e chiedo formalmente di mettere la parola FINE all’amministrazione Ciancio PD+PDL rilanciando una amministrazione di centro-sinistra oppure idea sempre sostenuta da me dall’inizio unica alternativa il voto anticipato e ridiamo la parola agli elettori che si sceglieranno da chi vogliono essere governati. Chiedo scusa agli amici e ai compagni del PD per la mia intrusione nel loro dibattito interno, ma ho avuto l’irrefrenabile dovere di scrivere allo scazzamurillo essendo stato il PD la mia casa per tanto tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi