Manfredonia

La Bcc finanzia il restauro delle ‘Madonne’ di Manfredonia


Di:

Restauro Icona

Restauro Icona (Com.Mf)

Manfredonia – SONO partite stamattina alla volta di Bari l’icona di Maria SS. di Siponto e la statua lignea della Sipontina: le ha prese in consegna la Soprintendenza per i Beni Storici e Artistici della Puglia, per sottoporle a una delicata operazione di restauro.

Sotto lo sguardo dell’arcivescovo Michele Castoro, del sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi e dell’assessore alla Cultura Paolo Cascavilla, i tecnici della Soprintendenza hanno provveduto a rimuovere le due opere dai loro luoghi abituali, all’interno della cattedrale, sottoponendole poi a un primo trattamento di protezione, affinché il trasporto fino a Bari avvenisse in massima sicurezza, sotto la scorta di una squadra della Polizia Municipale.

I restauri, infatti, interamente finanziati dalla Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo, non solo contribuiranno a preservare le due opere dalle insidie del tempo, ma permetteranno anche di acquisire una serie di dati con cui dissolvere i numerosi dubbi di datazione.

Secondo alcune testimonianze storiche l’immagine della Madonna, su legno di cedro, potrebbe risalire alla fine dell’XI secolo, mentre la ‘Sipontina’, ascritta attorno al V-VI secolo, potrebbe essere la più antica tra le statue lignee della Vergine in terra pugliese.

“Ringrazio la Banca di Credito Cooperativo per la grande sensibilità dimostrata”, ha dichiarato l’arcivescovo Castoro durante la messa che ha preceduto le operazioni di rimozione, e grande soddisfazione è stata espressa da parte della stessa banca, che seguirà da vicino il restauro e curerà una pubblicazione sull’intero intervento.

È stato, quindi, redatto un verbale di consegna firmato dal sindaco, dall’arcivescovo, dal vicepresidente della BCC Giovanni Di Cosmo e dal direttore della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Puglia Fabrizio Vona. L’icona ritornerà restaurata a Manfredonia in prossimità del Natale, mentre per rivedere la statua forse occorrerà aspettare la primavera.

MemorialGramazio

Memorial Gramazio Manfredonia

ANCORA FESTA PATRONALE – RICORDO DI LUIGI GRAMAZIO – Ricordare con la musica: è successo domenica 29 agosto nel chiostro di Palazzo San Domenico, dove l’esibizione del Concerto Bandistico ‘Città di Racale’, diretto dal m° Grazia Donateo, ha fornito occasione per ricordare il concittadino Luigi Gramazio, scomparso dieci anni fa in un incidente stradale.

Ginìlle u màstr carrìre, come era conosciuto in città, era un grande appassionato di feste patronali: ogni estate, insieme agli amici animati dalla stessa passione, intraprendeva un vero e proprio tour attraverso la Puglia, inseguendo luminarie e spari di mortaretti in onore di santi patroni.

In uno di questi tour, Luigi incontrò Grazia Donateo, una delle prime donne a cimentarsi come direttore di banda. Fu amore a prima vista: l’abilità del maestro Donateo, l’armonia dei suoi gesti mentre dirigeva la banda, e quelle arie della ‘Tosca’ o del ‘Rigoletto’ come non le aveva mai sentite. Ginìlle decise che anche i suoi concittadini dovevano ascoltarle e, tanto fece, che portò il maestro a Manfredonia.

“Questa sera, in cui abbiamo avuto l’onore e il piacere di ascoltare il Concerto Bandistico ‘Città di Racale’, magistralmente diretto dal m° Grazia Donateo, il nostro pensiero non può che correre a Ginìlle, sulle note di quelle arie che lui adorava –ha affermato il sindaco Angelo Riccardi-. E nella certezza di fare cosa a lui gradita, insieme agli ‘amici di banda’ Franco Castriotta e Domenico Gatta, la Città di Manfredonia vuole omaggiare il maestro con l’icona della nostra patrona Maria SS. di Siponto”.

“Ricordare Luigi Gramazio è un po’ come ripescare memorie dalla vita di tutti noi- ha continuato il sindaco-, di quando, da ragazzini, ci intrufolavamo nell’androne di Palazzo dei Celestini, e passavamo ore a sentire le prove di concertazione della nostra banda cittadina”.

La Bcc finanzia il restauro delle ‘Madonne’ di Manfredonia ultima modifica: 2010-09-01T11:36:30+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi