Manfredonia

Premio Argos Hippium, Romita, Falchi, Renis, Zamparo: un bene per la Puglia (Ftgallery)

Di:

Argos Hippium, A.Falchi e T.Renys (st)

Manfredonia – SVOLTASI il 26 Agosto 2013 la manifestazione del premio Argos Hippium, giunta quest’anno alla sua ventesima edizione. Promotore del premio Lino Campagna, che da tempo confidava di creare “un evento per testimoniare l’appartenza dei dauni al proprio territorio”. “La loro unica e straordinaria terra!”.

I Monti Dauni, la Montagna del sole, la Capitanata, Padre Pio, San Michele, la via Sacra Langobardorum, le Tremiti, il mare, la storia. L’auspicio quello di “trasferire a tutti le storie di chi, per varie ragioni, era costretto a viverle fuori dalla propria terra”. Oggi il premio ARGOS HIPPIUM rappresenta una realtà legata indissolubilmente al territorio, raccontando in tutti i propri aspetti “la terra di Capitanata”.

A rimarcare tale concezione – oltre alla presentatrice Anna Falchi – il giornalista della Rai e moderatore della serata Sergio De Nicola: “Una serata elegante, raffinata e di qualità, sia per lo spessore dei premiati che per il talento degli artisti intervenuti. Questa è forse la maniera più intelligente per promuovere il territorio – in questo caso le eccellenze rappresentate da chi si è fatto strada in Italia e nel mondo – ed i suoi beni architettonici e monumentali più preziosi tra cui appunto la Basilica di Santa Maria Maggiore di Siponto, location della manifestazione”.

Amedeo e Pio con la loro parlantina affermano:”siamo entusiasti semplicemente del fatto ci sia una manifestazione che celebri in qualche modo l’operato dei nostri conterranei che si distinguono in diversi campi. Il fatto che si è pensato a noi ci fa onore, speriamo di rappresentare a più alti livelli la nostra terra e di riuscire a renderla più simpatica a chi la conosce poco.”

Per Paola Catapano – giornalista scientifica e responsabile della comunicazione del CERN di Ginevra – la serata di premiazione dell’Argos Hippium rimarrà tra i suoi ricordi più belli: “Non mi aspettavo un evento di così alto livello, sia per la presenza di ospiti davvero grandi sia per la professionalità dell’organizzazione e conduzione”. Come ha fatto notare Tony Renis, il palco è riuscito ad intrattenere il foltissimo pubblico per ben 3 ore, “un record assoluto per dirette di questo genere”. “Soprattutto – dice Paola Catapano – non mi aspettavo l’effetto profondo di appartenenza alla mia terra che questo premio è riuscito a farmi riscoprire. E’ proprio vero che il posto dove si è nati e cresciuti lascia un segno indelebile nel nostro DNA e fa parte per sempre della nostra identità. Sono rientrata a Ginevra felice di aver ritrovato queste mie origini e col desiderio di tornare più spesso nella terra a cui devo la creatività di inconfondibile stampo ‘dauno’, che mi distingue da tutti i miei colleghi nel mio contesto internazionale, quella ‘marcia in più’ che solo una terra speciale come la nostra ci può dare.”

Ultimo pensiero condiviso anche da Attilio Romita conduttore del Tg1 e responsabile TGR, che annota come il premio Argos Hippium “contribuisca con la sua storia ad accrescere l’immagine della Puglia”. “Una regione in crescita sul piano culturale e turistico. Si tratta di una vetrina qualificata per dare un riconoscimento alle eccellenze della Capitanata contribuendo ad attirare un turismo di qualità già intercettato dall’ottimo lavoro svolta da Apulia Film Commission. Ora si tratta di accogliere nel modo migliore i ‘forestieri‘ che ci scelgono per le loro vacanze.”

Anche Tania Zamparo Miss Italia nel mondo 2000, partecipante al premio Argos Hippium, ha avuto la possibilità’ di scoprire i notri luoghi, uno straordinario pezzo del patrimonio artistico Italiano che non conosceva. La rinomata miss così encomia l’iniziativa di Lino Campagna: “credo che offra uno splendido esempio da seguire per tutti coloro che hanno a cuore le bellezze artistiche della propria terra e vorrebbero vederle valorizzate. Dal punto di vista umano inoltre, la serata mi ha permesso di conoscere le storie e le personalità dei premiati: figli della Daunia di elevato spessore professionale, che meritano grande ammirazione e rispetto. Conserverò senz’altro un bellissimo ricordo di questo evento e di Manfredonia.”

Aggiunge il dott. Alessandro Rocco Pietrocola: “Sicuramente e’ stata una bellissima esperienza e sono davvero contento di poter essere un esempio per i tanti giovani che intraprendono un’attivita’ imprenditoriale o si trovano ad entrare nel mondo del lavoro in uno dei periodi storici piu’ difficili degli ultimi cent’anni. Ringrazio il presidente Lino Campagna e spero di poter fare qualcosa per questa terra di Capitanata, spero di poter portare i prodotti di questa terra nel mondo e di fare da ambasciatore dauno per far conoscere la nostra cultura e i nostri prodotti nel mondo. Da Italiano e da cittadino della Daunia espatriato, sarei davvero contento di vedere anche un minimo segno di rinascita di questa terra e di tutta la nostra bellissima penisola che purtroppo giace in condizioni pessime.
Dedico questo premio ai miei genitori, in particolar modo mia madre che da sempre mi ha spronato a scoprire nuovi orizzonti anche quando questi non coincidevano con i suoi e alle persone che mi sono state vicine e che hanno contribuito alla realizzazione della MEETISS, il mio piu’ grande sogno.”

Nel complesso la serata “foggiana” è stata sorprendente per il Club Tenco di Sanremo. Soddisfazione del direttore artistico Enrico De Angelis: “l’essere ospitati per qualche minuto sul palco della magnifica location allestita dal Premio Argos Hippium – e addirittura ricevere un premio per così dire ‘alla carriera’ per aver sempre cercato di valorizzare e divulgare quella che un lontano giorno chiamai ‘canzone d’autore’ – avvalora il nostro lavoro.

Grazie dunque a Lino Campagna e anche ai Favonio, gli amici musicisti presenti in questa occasione e che certamente della nostra amata “canzone d’autore” sono tra i più validi portabandiera.” L’Avvocato Matteo Murgo ha ricevuto anch’egli un autorevole riconoscimento che lo gratifica assieme alla sua famiglia: “Sono particolarmente legato a Manfredonia e al nostro meraviglioso territorio, spero di concludere la mia attività professionale in terra sipontina. Ritengo, doveroso, condividere la gioia del premio Argos Hippium con i tanti colleghi della Capitanata che stoicamente esercitano la professione in condizioni di estrema difficoltà legate alla sfavorevole congiuntura economica della nostra terra. Purtuttavia, l’estrema determinazione e qualificazione professionale che ci contraddistingue in ambito nazionale consentirà all’avvocatura della nostra provincia una sicura risalita economico-sociale.”

Risalita economico-sociale che augura anche la redazione di Statoquotidiano rappresentando infatti “un elemento indispensabile per la crescita dei nuovi talenti di Capitanata”.

Questi i premiati della Ventesima edizione del premio Argos Hippium: Berardino Vaira il dottore che ha sconfitto l’ELICOBACTER PYLORI;. il dott. Vincenzo d’Angelo un grande neurochirurgo vanto di questa terra nel mondo; l’Ing. Alessandra Cenicola una giovane indispensabile per le vittorie della Ferrari; Michelangelo Borrillo un bravo e giovane giornalista, capo redattore di un noto ed importante quotidiano; la responsabile della comunicazione del CERN di Ginevra Paola Catapano; il più noto agronomo della tv italiana, già cantante ed animatore delle notti sipontine al tempo del wisky a go-go Luca Sardella; il direttore amministrativo dell’’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Foggia; il giovanissimo manager trapiantato a Londra che ha esportato genialità e concretezza economica nel mondo dott. Alessandro Pietrocola; il principe del foro, che ha fatto di Bologna e Milano i luoghi ideali per mietere successi Matteo Murgo; ed i due irriverenti cabarettisti, autori di esilaranti incursioni durante le trasmissioni delle IENE: Pio e Amedeo, che oltre ad essere premiati hanno allietato la serata con battute ironiche cui son seguite altre premiazioni intervallate dalla buona musica della Premiata Forneria Marconi con il grande Mauro Pagani autore della canzone “cult” degli ultimi anni.

Tra queste quella dell’uomo che con il suo “teorema” ha fatto scrivere e discutere docenti universitari, giornalisti, critici e sociologi: Marco Ferradini di cui potete osservare ed ascoltare in fondo il loro video clip girato presso la Basilica Sipontina.

(A cura di Benedetto Monaco – benacta@gmail.com)

VIDEO – TEOREMA

Fotogallery



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Nino come Moffa?

    Nino hai la gastrite? fatti curare 🙂


  • Pesce fresco forse

    Quanto a dato il benemerito comune? Questa manifestazione e la sorella del premio re Manfredi e come al solito la cittadinanza non è invitata a partecipare!!! Vergogna vergogna vergogna, non ci sono altre parole..l’austeriti e solo x i cittadini e per niente altro, un giorno prenderemo forche e picconi e—–


  • Nino come Moffa?

    no questa manifestazione ha vent’anni ed è fatta a Siponto da Foggiani. Il comune di Manfredonia aveva finito i soldi per comprare le statue, ha doto solo al premio re manfredi.


  • Il figlio del tuo amico

    Lino questo paese non merita una persona come te!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi