ManfredoniaStato news
"La festività e l'alta affluenza di gente divengono pretesto e alibi per inqualificabili atti vandalici e di indifferenza nei confronti degli spazi pubblici"

Manfredonia, “Festa patronale, all’alba si ‘scoprono’ vandalismi e inciviltà”

"Auspichiamo vivevanente di non dover fare nuovamente i conti, domani all'alba, con una città ferita, deturpata"

Di:

Manfredonia. ”Tra pochi minuti avranno inizio gli ultimi festeggiamenti religiosi e civili della Festa Patronale di #Manfredonia che si conclude oggi con il tributo a Sant’Andrea, protettore del mare e dei pescatori. Si coglie ancora una volta l’occasione per ribadire l’importanza della collaborazione e della dimostrazione di senso civico da parte di residenti ed ospiti. Purtroppo, in questi giorni, nonostante l’intensificazione di presidi ed interventi da parte di #Ase, all’alba la città denota una diffusa situazione di scarsissima igiene e decoro urbano. Nelle foto, le operazioni di pulizia e ripristino della zona luna park.

La festività e l’alta affluenza di gente divengono pretesto e alibi per inqualificabili atti vandalici e di indifferenza nei confronti degli spazi pubblici

La festività e l’alta affluenza di gente divengono pretesto e alibi per inqualificabili atti vandalici e di indifferenza nei confronti degli spazi pubblici come testimoniato da alcune foto pubblicate sul web che cercano di scaricare talune responsabilità sulla Pubblica amministrazione, la quale, invece, è andata aldilà di ogni sforzo ed impegno per garantire, sempre e comunque, il diritto ad una città pulita ed accogliente.

Nell’augurare a tutti di trascorrere una lieta serata a Manfredonia, auspichiamo vivamente di non dover fare nuovamente i conti, domani all’alba, con una città ferita, deturpata e ridotta ad un desolante campo di battaglia. Divertitevi responsabilmente, ricordando che avere una città pulita è un diritto, mantenerla pulita un dovere #differenziamoci”

(ASE, MANFREDONIA 01.09.2016)



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • Nicol

    Condivido, però una piccola considerazione che nn voglia giustificare gli incivili. Mancano x le strade bidoncini x depositare i rifiuti, contenitori x le cicche di sigarette ecc ecc. Quelli già presenti sono insufficienti.


  • Matteo

    Volevo dare il mio contributo all’articolo di cui sopra.
    Mi sono trovato a fare un periodo di vacanza scegliendo “erroneamente” manfredonia come posto di villeggiatura.
    in 20 giorni, purtroppo ho dovuto costatarne l’inoppurtunità di tale luogo come posto di vacanza (ovviamente è la mia personale opinione) . In tale periodo ho trovato l’impossibilità di fare un bagno in acqua di mare che si possa chiamare tale, causa scarichi di chissà quale provenienza…con anche un provvedimento di non balneazione emesso e ritirato in 36 ore…miracolo della decontaminazione “lampo politica” di opportunità. Ancora danni e vandalismo all’autovettura e furti vari.Credo veramente che questa località, non meriti il denaro speso da noi turisti. Ovviamente e solo la mia personale opinione.


  • Pasquino

    Egregi signori dell’ASE un appunto va fatto. E’ vero che c’è gente incivile, ma per voi pulire e’ un obbligo per quanto ci costa. Guardatevi in giro e vedrete una città sporca. Controllate un po’ i vostri, cosiddetti, operatori.


  • Rebecca

    Salve volevo dire che è vero che in questi giorni la città è sporca. .però non è vero che sono solo i cittadini di manfredonia a sporcare. Io vado al mare alla sorgente acqua di Cristo e sono anni che noto che puntualmente il mese di agosto c’è più sporcizia. ..la sera mangiano sugli scogli e la mattina è pieno di formiche per i “turisti “(non tutti ) fanno carne da macello. Sono stanca di essere accusata come cittadina di manfredonia di essere la causa del degrado della città. Mi chiedo come mai quella sporcizia non c’è anche a giugno e luglio? Allora se 2+2 fa 4.. la risposta è semplice .


  • Pasquino

    Egregi signori dell’ASE la colpa della pubblica amministrazione e’ in invigilando, perché se ci fossero sanzioni pecuniarie inciviltà si ridurrebbe. Comunque per voi è un obbligo tenere pulita Manfredonia, ma il vostro obbligo e’ carente. Fate un giro per il paese e controllate meglio l’operato dei vostri operatori. Come contribuente voglio che i miei soldi vengano spesi meglio.


  • Alfredo De Luca

    Caro Matteo, mi dispiace che non ti sia piaciuta la vacanza e non entro nel merito, ma una cosa sulla balneazione va detta. L’ordinanza è stata emessa dopo l’accertamento di Coliformi superiori al consentito alla foce del Candelaro (che con la corrente verso nord ha contaminato anche la zona più a Sud di Siponto). Nel Candelaro sversano i depuratori di Foggia, San Severo e Manfredonia e in caso di piogge intense, la commistione tra acque bianche e nere, mette in crisi queste strutture. Durante l’estate le analisi di balneabilità vengono svolte ogni tre giorni e se vi sono problemi, ripetute subito dopo. Ciò che è avvenuto è proprio questo: acquazzone violento, crisi della depurazione, contaminazione e diluizione in un paio di giorni. Ovviamente il Sindaco ha fatto ciò che doveva, ordinare la non balneazione e revocarla subito dopo. L’AQP che gestisce le strutture di depurazione è la sola responsabile di questa vicenda. Quello che posso dirti è che vi è un progetto in fase di conclusione di progettazione di adeguamento del depuratore e delle reti di adduzione fognaria di Manfredonia. Come te ci tengo a questa città e mi auguro che nei prossimi anni non debbano ripetersi queste vicende.
    Mi pare che la città, che finora non ha mai creduto fortemente nel turismo, si stia lentamente adeguando alle esigenze degli ospiti che vogliono decoro e pulizia e soprattutto servizi. Ci stiamo muovendo tutti: imprenditori, amministratori per offrire all’esterno una città ospitale e pulita. Ci vorrà ancora del tempo ma le premesse sono buone soprattutto per quel che riguarda gli attrattori culturali e naturalistici. Serve, però, una mentalità ed un atteggiamento condiviso da tutti i cittadini nel mantenere decorosa ed ospitale Manfredonia.
    Buon rientro nella tua città.


  • Giuseppe

    Caro Matteo dispiace per quello che ti è accaduto ma dimmi da quale località provieni? Vorrei capire quale grado di civiltà sei abituato a vivere, grazie.


  • Virginia

    L’analisi critica di #Matteo dovrebbe far riflettere i nostri amministratori.
    Aggiungo in questi giorni difficili di festa, una certa incapacità negli interventi e controlli: cestini pieni, tende da campeggio nella villa, ancora abusivi, assenza di idonee aree parcheggio con conseguenti parcheggi selvaggi.
    Dopo i primi cinque anni di governo ci era stato promesso il bello viene ora.
    Dobbiamo attendere ancora molto?


  • Contessa

    Buongiorno. Non attacchiamo il Sig. Matteo che ha dato un opinione obiettiva della situazione che noi Manfredoniani viviamo quotidianamente. Accettiamola come una critica costruttiva e cerchiamo di migliorare la situazione. Comunque va detto che Manfredonia è una città allo sbando. Strade tutte piene di buche, segnaletica orizzontale quasi inesistente, controllo da parte degli organi preposti a far rispettare le leggi molto limitati. Solo una cosa per rendere l’idea. Ieri c’era un afflusso di persone verso le giostre, notevole, ebbene dopo la mezzanotte, ed è risaputo che è l’orario topico di affluenza, erano spariti tutti all’incrocio di viale Padre Pio e strada per le frazioni montagna. Strade con scarsa illuminazione, abusivi dappertutto. Credetemi, per esperienza, nei paesi del terzo mondo c’è più organizzazione. Io credo, ma parlo per amore della mia città, o facciamo una seria autocritica, o lasciamoci andare alla deriva senza risentimenti.


  • Marilena

    Durante i mesi estivi ,causa suocera Sipontina, ho frequentato per ben 30 anni la città di Manfredonia, purtroppo o l’articolo evidenzia carenze, che ho potuto verificare di persona, e atti di inciviltà ne ha subiti tanti, anche la mia auto come testimoniato da Matteo;.al mare anche sul gargano ho visto galleggiare di tutto,cari sipontini avete una bella città, e il mare che noi lombardi possiamo solo sognare, ma purtroppo il senso civico non è ancora completamente diffuso. Potete migliorare.W il gelato di Tommasino!


  • Virginia

    Il collegamento
    Manfredoniani>>Amministrazione>>Manfredonia
    è la causa di tutto.


  • Realista

    Il problema è quotidiano… Non mettiamoci i prosciutti davanti agli occhi!!!!!la nostra è una città allo sbando… TOPI,SPORCIZIA,MALEDUCAZIONE… ragazzini/ragazzini allo sbando che girano di notte disturbando e compiendo atti di vandalismo….ma SORRIDI sei a Manfredonia


  • Alchimista

    Il problema è globale. Un territorio senza controllo è un territorio in mano alla barbaria. Il fallimento del ASE e di questa amministrazione è sotto gli occhi di tutti. Di fronte a Tommasino, all angolo del corso, tutti fanno tutto. Carte, bottiglie, pannolini, tavolini abusivi, auto in tripla fila il tutto senza mai un controllo. I quattro bidoni rimasti sono preso d assalto per diventare zone di discarica! Mai un controllo mai!! Auto parcheggiate di fronte ingresso del castello, anche la statua di Re Manfredi è scesa da cavallo per andarsene da Manfredonia. Se ci fosse Pinocchio, verrebbe a vivere qui, nel paese dei balocchi! Sindaco ci stai portando nel baratro!!! Vergogna


  • Gimbo

    …ripeto il msg appena inviato: una City allo sbando la nostra. Senza una guida, senza un programma, senza una benché minima visione propositiva…


  • Gimbo

    …turista Matteo? Hai figli?hai visto quante iniziative per i più piccoli? Non sappiamo dove portarli i nostri piccoli: c’è l’imbarazzo della scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati