Manfredonia
Richiesta dell'associazione di volontariato "Noi Manfredonia"

Manfredonia, porta a porta “Mancano i cestini per rifiuti e deiezioni canine”

Di:

Manfredonia. UNA richiesta per “l’installazione di cestini per la raccolta dei rifiuti e delle deiezioni canine” – “elaborata per accogliere le numerose segnalazioni provenienti dai cittadini che risiedono nelle zone già raggiunte dal servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti” – è stata inoltrata dall’associazione di Volontariato “Noi Manfredonia”, all’ASE S.p.A. e al sindaco della città sipontina.

IL TESTO (Manfredonia, 01/09/2016)

”Premesso che sta ricevendo numerose segnalazioni e materiale documentale da parte dei propri iscritti e di altri cittadini residenti nelle zone in cui è attivo il servizio di raccolta porta a porta, che lamentano la totale assenza di cestini che raccolgono i rifiuti prodotti in strada. Allo stesso tempo, i cittadini lamentano l’assenza di contenitori in cui riporre le deiezioni canine. Alcuni di essi riferiscono di aver già esternato tale quest’ultima richiesta ad ASE S.p.A.. Solo a titolo di esempio, una cittadina riporta di averlo segnalato a giugno. A tale missiva ASE rispondeva il 21 giugno scorso: “ci sono state delle lungaggini amministrative che hanno purtroppo dilatato oltremodo i tempi previsti, ma le assicuriamo che a brevissimo tutto sarà a suo posto come da progetto. Ringraziandola per la collaborazione (il successo della differenziata é possibile grazie all’impegno ed alla serietà dei cittadini) le auguriamo buona giornata.”.

Considerato
Che l’assenza di cestini di varie tipologie di rifiuto, nonché di contenitori di raccolta delle deiezioni canine:
– crea disagio ai cittadini virtuosi, costretti a portare con sé (magari in tasca oppure nella borsa) i rifiuti che producono per strada e le deiezioni dei propri amici a quattro zampe fino alla propria abitazione. In alcuni casi ciò risulta impossibile od oltremodo disagevole. Solo a titolo di esempio, si immagini di mangiare per strada una banana oppure di doversi tenere per una settimana le deiezioni canine nel mastello dell’indifferenziato.
– favorisce, nei cittadini meno virtuosi, l’abbandono dei rifiuti od altri comportamenti scorretti che risultano indecorosi, contravvengono a dispositivi normativi, fino a risultare in molti casi addirittura pericolosi.

Chiede di dotare, con urgenza, le zone in cui si è dato inizio alla raccolta porta a porta, di raccoglitori stradali delle varie tipologie di rifiuto.

Chiede altresì di dotare, con urgenza, tutta la Città di raccoglitori stradali delle deiezioni canine, specie le zone in cui si è dato inizio alla raccolta porta a porta. Distinti saluti.

Il rappresentante legale dell’associazione di volontariato “Noi Manfredonia” dott. Salvatore Clemente”.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    Ma perchè crediamo che se non iniziamo a sanzionare i proprietari dei cani raccoglieranno le “deiezioni” canine?
    Ci sono quartieri ove ci sono ancora i raccoglitori e i proprietari dei cani continuano imperterriti a far cagare i cani per strada, nelle villette ecc ecc.

    Tanto sanno benissimo che nessuno li multerà quindi è tutto affidato al buon senso e all’educazione che non hanno.

    Vi è l’ordinanza sindacale a riguardo. Ma come tutte le ordinanze se non ci sono i controlli tutti se ne fottono.

    Certo che abbiamo fatto una pessima figura con i numerosi turisti che quest’anno hanno soggiornato a Manfredonia.

    Per non parlare di chi è soggetto alla differenziata e continua a gettare i rifiuti nelle zone non servite creando intasamento dei raccoglitori già alle 9 di mattina.

    Per non parlare delle zone non soggette alla differenziata che non rispettano gli orari.

    Non è accettabile…e non ci sono giustificazioni di sorta.

    Guardate cliccando sul link è la situazione non solo non è cambiata ma è perdurata per tutta l’estate e sicuramente continuerà.

    http://www.statoquotidiano.it/09/08/2016/manfredonia-via-torre-de-angelis-unindecenza-alla-sera/483490/


  • VERITA

    ad ogni pelo si scaglia la pietro e verso chi..il COMUNE..ma il buon senso di noi tutti ….ma….mica il cane è del COMUNE..vedo motorino ASE ..raccolta cacca…ho l’impressione che il COMUNE debba mettere a disposizione una persona per tanti cani esistenti…forse è il caso di provvedere in questo senso lavoro per tutti….ma..ma….ma…


  • Antonello Scarlatella

    Hai ragione verità ma se il buon senso non c’è il comune è dovuto a sanzionare.
    Nessuno ha detto che è responsabilità del comune


  • antonella

    “Vorrei ma non posso”, questo sarebbe un ottimo titolo del capitolo comunale riguardante i servizi, certo che i cani non sono di proprieta’ del comune o di chi per esso, ma i servizi che la pubblica amministrazione deve ai cittadini, alla comunita’ in virtu’ dell’inizio della raccolta differenziata, questi si che sono dovuti, e’ da giugno che si parla di deiezioni canine, di dotazione di cestini, che poi dovrebbe essere un atto dovuto da parte del comune, allora la domanda nasce spontanea, ma chi ha progettato questo tipo di raccolta, ( un progetto cosi originale da far intorcinare il cervelletto di einstein, per l’ingegnosita’), non ha inteso che sarebbero serviti i raccoglitori?
    Ma come, tanta scienza e poi il nulla?
    Certo i cani non sono del comune, i servizi non sono dovuti, la responsabilita degli atti amministrativi non sono della giunta, in fondo in questo paese esiste la regola del “fai il debito oggi tanto a pagare c’e’ tempo”, poi si vedra’.
    Adesso vi prego non affannatevi nel solito esercizi di difesa del politicante di turno, sappiano a memoria tutte le parole, i perche’, le scusanti, sappiamo che chi comanda ha sempre ragione, perche’ “comanda” , e il popolo ha sempre torto perche’ subisce, risparmiamoci le solite frasi fatte, chi amministra ha delle responsabilita’
    amministrative da cui non si scappa il
    nostro Vescovo, lui si che e’ un validissimo esempio, ha pronunciato
    parole sacrosante, questa citta’potrebbe
    aspirare a qualcosa di meglio. Deve
    essere amministrata meglio!


  • Virginia

    La richiesta nell’articolo viene, probabilmente, da chi il sacchetto lo usa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati