ManfredoniaMonte S. Angelo
Si tratta di un avvenimento eccezionale che vedrà la sfilata di tutte le Confraternite della Diocesi dalla chiesa di San Francesco d’Assisi alla Basilica

Santuario di Monte Sant’Angelo, eventi

Al termine le Confraternite raggiungeranno la chiesa della SS. Trinità per la cerimonia del commiato

Di:

Monte Sant’Angelo. Settembre per lunga e consolidata tradizione, legata anche ai due appuntamenti annuali della transumanza delle greggi dal piano al monte e viceversa, insieme a Maggio è il mese nel quale si intensificano i pellegrinaggi ai santuari pugliesi con particolare riguardo per quello insigne di Monte Sant’Angelo. In entrambi, infatti, cadono le due grandi feste in onore dell’Arcangelo Michele: 8 maggio anniversario della prima apparizione dello Spirito Angelico al vescovo di Siponto per informarlo di aver scelto il Gargano come sua sede terrena; 29 settembre festa in onore del Gran Principe addirittura fissata prima che rivelasse la sua presenza sulla montagna pugliese e quasi subito finita per identificarsi con la cosiddetta dedicazione della Sacra Grotta da parte dei vescovi pugliesi che, su precisa indicazione dello Spirito Angelico nella sua terza apparizione, la raggiunsero in devoto pellegrinaggio non per consacrarla, in quanto egli stesso, di sua mano, lo aveva già fatto, ma solo per dare inizio alle sacre celebrazioni nel luogo prima di allora sconosciuto e inaccessibile.

Anche il mese di Settembre del 2016 si preannuncia denso di arrivi di pellegrini e penitenti, specialmente poiché ci si avvia ormai alla fase conclusiva del Giubileo straordinario della Misericordia ed il Santuario di Monte Sant’Angelo, riconosciuto ufficialmente come Basilica Giubilare dell’Archidiocesi di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, può giustamente vantare che questa designazione gli era già venuta dalle parole dell’Arcangelo stesso al vescovo di Siponto.

Le iniziative particolari mensili, che culmineranno nella grande festa in onore di S. Michele, celebrata religiosamente e civilmente con tutta la pompa e la solennità possibili nei giorni 28, 29, 30 settembre, si presentano con due eventi iniziali di grande prestigio e significato:
– Domenica 4 settembre, alle ore 10,30, sua Eminenza il Cardinale Zenon Grocholewski, già Prefetto della Congregazione per l’Educazione Cattolica, presiederà una solenne concelebrazione eucaristica per accogliere la reliquia di San Pio da Pietrelcina la quale, insieme a quelle di San Giovanni Paolo II, di santa Faustina Kovalska e, del Beato Bronislao Markiewicz, fondatore delle Congregazioni dei Micheliti, già presenti nella Cappella delle Reliquie, occuperà una delle quattro nicchie nelle quali le quattro statue di questi santi contemporanei molto conosciuti ed amati faranno degna corona all’insigne reliquia del Legno della Croce ivi venerata.

Per l’occasione, nei giorni 1, 2, 3 settembre, in Basilica, alle ore 18.00, sarà celebrato un triduo solenne in onore del Santo stigmatizzato animato dal Padre Cappuccino Fortunato Grottola, Coordinatore Regione Puglia dei Gruppi di Preghiera di P. Pio.
Inoltre, il giorno 2 settembre, alle ore 19,30, nella sala convegni del Santuario, lo stesso frate terrà una conferenza dal titolo: “La spiritualità di Padre Pio”.

I numerosi devoti della città di Monte Sant’Angelo e paesi limitrofi e tutti quelli che vorranno comunque rendere omaggio al grande Santo, vanto della terra garganica, sono caldamente invitati a partecipare.

– Sabato 10 settembre, nel pomeriggio, le Confraternite dell’Archidiocesi di Manfredonia – Vieste – S. Giovanni Rotondo celebreranno il Giubileo nella Celeste Basilica. La scelta si configura come un riconoscimento molto significativo per il singolare Luogo Sacro.

Per l’occasione le tre Confraternite locali della Morte, S. Antonio Abate e SS. Trinità, persistendo nella loro opera di conservazione e recupero delle ricche e suggestive tradizioni religiose locali, proporranno, d’intesa con i Padri Micheliti della Basilica, la rievocazione della celebre processione della Reliquia della Croce, anticamente una delle manifestazioni religiose più importanti dell’intero anno solare.

Si tratta di un avvenimento eccezionale che vedrà la sfilata di tutte le Confraternite della Diocesi dalla chiesa di San Francesco d’Assisi alla Basilica nelle loro policrome ed antiche divise, scortando le statue dei santi protettori e la reliquiario che racchiude un pezzetto del legno della Croce di Cristo la cui festa dell’Esaltazione cade di lì a qualche giorno, il 14 settembre.
Il corteo partirà alle ore 15,45. La Santa Messa solenne in Basilica sarà presieduta da mons. Michele Castoro, arcivescovo dell’Archidiocesi, con inizio alle ore 17,00.

Al termine le Confraternite raggiungeranno la chiesa della SS. Trinità per la cerimonia del commiato.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati