CronacaStato news

Trinitapoli, Tedesco “Confermata l’ecotassa più bassa”

Di:

Trinitapoli. Anche per il 2015 il Comune di Trinitapoli pagherà l’ecotassa più bassa: 5 euro a tonnellata di rifiuti conferiti in discarica. Il tributo speciale per gli rsu è stato definito nella determina dirigenziale della Regione Puglia 211/2016 e va a confermare quanto già espresso con analogo atto lo scorso 17 dicembre. Il 57,645% di differenziata riconosciuto al Comune casalino fa sì che i trinitapolesi continueranno a risparmiare, mantenendo invariata l’aliquota di conferimento.

“Si tratta di un risultato che ci riempie di orgoglio – commenta l’assessore all’Ambiente, Giustino Tedesco – perché premia lo sforzo dei concittadini e dell’amministrazione. La somma di 5 euro, la minima da pagare, costituisce il giusto tributo per questa comunità a partire dalla sperimentazione nell’autunno 2013, quando la nostra raccolta porta a porta produceva un misero 9,3%. L’applicazione della apposita legge regionale 16/2015, modificata con la 1/2016, non ci coglie impreparati, consentendo che i nostri concittadini possano risparmiare qualcosa come 100mila euro tra il 2014 ed il 2015”. Dal 17 novembre 2014, Trinitapoli ha esteso la differenziata a tutto il territorio urbano, con risultati via via crescenti. “Gli sforzi in questa direzione – osserva il sindaco Francesco di Feo – vanno proseguiti incessantemente da parte di tutti, specie in questo momento delicato per il nostro ciclo dei rifiuti, con la discarica di Forcone Cafiero ormai satura, con tutti i Comuni del Bacino Fg 4 costretti a portare gli rsu a Grottaglie, vicino Taranto. Anche in occasione delle recenti trattative con Sia Srl, i trinitapolesi hanno dimostrato disciplina. Non di meno continueremo a monitorare ed incentivare, sanzionando senza alcuna tolleranza gli sversamenti abusivi di rifiuti, specialmente nelle campagne limitrofe al centro cittadino”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati