Cronaca

Foggia, Università: via alla Federazione del Sistema universitario

Di:

Il rettore dell'Università di Foggia Giuliano Volpe (immagine d'archivio)

Il Consiglio di Amministrazione dell’Università di Foggia, dopo aver preso atto di alcune comunicazioni effettuate dal Rettore, ha proceduto all’esame di diciotto argomenti iscritti nell’ordine del giorno.

In particolare, è stata approvata la stipula del Protocollo d’Intesa tra l’Università degli Studi di Foggia, l’Università degli Studi di Bari “A. Moro”, l’Università del Salento, l’Università degli Studi della Basilicata, l’Università degli Studi del Molise ed il Politecnico di Bari per lo sviluppo del progetto di Federazione del Sistema Universitario Lucano-Molisano-Pugliese. Si tratta di un progetto che, nell’ambito di un’indispensabile politica di valorizzazione e rafforzamento delle rispettive identità ed autonomie, prevede l’impegno delle suddette Università a realizzare un processo di integrazione federativa, attraverso forme di collaborazione in settori strategici quali: Ricerca e Trasferimento Tecnologico, Offerta Formativa, Qualità della Didattica, Internazionalizzazione, Studenti, Gestione e Servizi.

Nella medesima seduta, il Consiglio ha deliberato di utilizzare le risorse provenienti dal turn over 2009 e dal finanziamento M.I.U.R. per l’assunzione di ricercatori relativo allo stesso anno in modo da consentire l’assunzione dei vincitori di tutte le procedure concorsuali in atto per i ricercatori e quella di quattro unità di personale tecnico-amministrativo (di cui una unità di categoria D area tecnica, tecnico-scientifica ed elaborazione dati e tre unità di categoria B, area servizi generali e tecnici).

Il Consiglio ha, altresì, adottato delle specifiche misure per l’incentivazione ed il sostegno del collocamento a riposo del personale docente, atte principalmente ad operare un sostanziale ridimensionamento degli assetti organizzativi e della spesa di personale nonché a favorire un ricambio generazionale mediante l’assunzione di nuove leve e di ricercatori, finanziata con risorse liberate dal turn-over. Nel dettaglio, è stato deciso di non avvalersi della facoltà di accogliere le eventuali domande di trattenimento in servizio oltre i limiti di età presentate dai professori e dai ricercatori e di introdurre la possibilità che il Senato Accademico autorizzi, compatibilmente con le risorse messe a disposizione dal Consiglio di Amministrazione, la stipula di contratti di diritto privato, aventi una durata massima di tre anni, con i professori ed i ricercatori collocati a riposo per il raggiungimento dei limiti di età o, su loro richiesta, per aver maturato un’anzianità contributiva superiore a 40 anni. In proposito, è stato stabilito che i suddetti contratti vengano stipulati a titolo gratuito in caso di pensionamento per raggiunti limiti di età ed a titolo oneroso nel caso di pensionamento anticipato volontario con più di 40 anni di anzianità contributiva. In tale ultima ipotesi, il corrispettivo annuo non potrà essere superiore all’importo di € 12.000,00, salvo eventuale integrazione disposta, esclusivamente con risorse extra FFO, fino ad un massimo di € 24.000,00.

E’ stato, successivamente, dato avvio alla fase di valutazione dell’affidamento, mediante apposita gara, della gestione dell’Aula Magna del Polo Umanistico sito in via Arpi ad un soggetto privato per la realizzazione di attività cinematografiche e teatrali. Sempre nel corso della stessa riunione, sono state apportate delle modifiche alle disposizioni del Regolamento per la gestione delle attività di autofinanziamento al fine di allinearle a quelle contenute nel nuovo Regolamento per la disciplina dello svolgimento di incarichi retribuiti da parte del personale tecnico-amministrativo.

In ultimo, è stata approvata l’adesione alla II edizione del Programma Formazione e Innovazione per l’Occupazione (FIxO) che prevede l’attuazione di azioni di intervento dirette a supportare le Università (Placement universitari) nella promozione, realizzazione e gestione di misure di politica attiva rivolte a laureati e dottori di ricerca, con la finalità specifica di garantire un completamento della formazione accademica superiore, prevedendo l’effettuazione di percorsi di tirocinio in azienda (PWI), spendibili dal beneficiario anche in un’ottica lavorativa futura, con un sussidio erogato direttamente da Italia Lavoro S.p.A..

Foggia, Università: via alla Federazione del Sistema universitario ultima modifica: 2010-10-01T12:41:20+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi