Cronaca

San Severo, Pd protesta su vendita farmacie comunali

Di:

San Severo, immagine d'archivio

San Severo, immagine d'archivio

San Severo – LA vendita delle due farmacie comunali continua a tenere banco nel mondo politico locale. Giuseppe Altieri, capogruppo del Pd di San Severo scende in campo sulla possibile cessione e sull’iter seguito per arrivare alla messa a punto della conseguente asta. «Voglio ricordare che la maggioranza ha portato una delibera in consiglio comunale in cui si chiedeva un voto positivo per vendere le due farmacie ed indicava un preciso importo, stimato dal dirigente, come prezzo base per l’asta. La richiesta di vendita, a parere dell’attuale amministrazione, appariva indispensabile per far fronte ad una parte della debitoria, rinveniente da decenni, che il Comune ha con dei privati. Il consiglio comunale ha votato a favore, a maggioranza e con il voto contrario di tutte le forze di opposizione, per la vendita delle farmacie al prezzo indicato in delibera, circa 4 milioni e mezzo di euro. Solo in un secondo momento si sono accorti che la somma indicata dal dirigente era molto generica, forse più alta e che per avere una stima esatta del prezzo di partenza dell’asta occorreva rivolgersi ad un professionista, esperto in materia, che manca tra le professionalità di cui il nostro comune dispone.

A questo punto ci si aspettava che, assegnato l’incarico al professionista, la sua retribuzione risultasse da una percentuale del valore effettivamente stimato, ciò non è avvenuto anzi si è quantizzato a priori il compenso, come? In base al prezzo stimato in modo generico, piuttosto alto, dal dirigente che dopo ha affermato di non avere competenze specifiche, e per il quale non solo si è avuto un voto favorevole del consiglio comunale ma è servito anche per quantizzare precisamente l’importo da corrispondere al consulente. Non vi è un tetto oltre il quale, per assegnare un incarico, bisogna fare una gara? La somma per la suddetta consulenza, che ha parecchi zeri, si è deciso che verrà di fatto addebitata all’aggiudicatario dell’asta, penso, non certo a mò di incoraggiamento a comprare, almeno a quell’asta. Il dirigente che ha fatto la determina di pagamento e di affidamento diretto dell’incarico al professionista e che è altro rispetto a quello che ha fatto la stima, inutile ai fini della vendita, ma utile ai fini del pagamento del consulente e per avere il voto positivo del consiglio comunale, a un certo punto ha sospeso l’azione di tale determina, in via cautelare”.

Una situazione da chiarire. “Siamo di nuovo in un impasse! – conclude Altieri – Mi chiedo e vi chiedo: tutto questo fa parte della competenza, trasparenza e chiarezza promessaci dal sindaco?”

San Severo, Pd protesta su vendita farmacie comunali ultima modifica: 2010-10-01T13:00:51+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi