Casi e Sentenze

Decadenza amministratore locale? Può essere promossa da class action


Di:

Protesta sindaci comuni (Anci - casertaonline)

Sindaci Anci in protesta (Anci - casertaonline)

Bari – LA decadenza dell’amministratore locale dalla carica ricoperta può essere promossa con la cosiddetta azione popolare, cioè da qualsiasi elettore del comune o da chiunque vi abbia interesse, così come dal prefetto, davanti al tribunale civile. Procedure e tempi sono quelli fissati dall’articolo 82 del decreto del Presidente della Repubblica 16 maggio 1960, n. 570; contro la sentenza del tribunale sono ammessi i ricorsi previsti dagli articoli 82/2 e 82/3 del d.P.R. 570/1960 (articolo 70 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267).

In tali giudizi il Comune non è parte e, conseguentemente, non è legittimato ad impugnare la sentenza (Corte di cassazione – Sezioni civili: I Sezione, 25 luglio 1992, n. 8979). L’eletto dichiarato decaduto dal consiglio comunale può impugnare tale deliberazione entro dieci giorni dalla data di notificazione (Corte di cassazione – Sezioni civili: I Sezione, 12 aprile 1994, n. 3407). Se il comune, per non conoscenza o altro motivo, non ha deliberato su una data causa di ineleggibilità o incompatibilità, non esistono termini per la presentazione del ricorso da parte dell’elettore (Corte di cassazione – Sezioni civili: I Sezione, 27 marzo 1993, n. 3719). In caso di una sentenza definitiva che accerta la sussistenza di una situazione di ineleggibilità o incompatibilità non rimossa, l’autorità amministrativa può solo prendere atto della decadenza dell’eletto e non può esperire il procedimento di contestazione all’interessato ai sensi dell’articolo 69 del decreto legislativo 267/2000 (Consiglio di Stato – V Sezione, 26 giugno 1992, n. 599).

L’azione popolare è immediata e non è subordinata al procedimento di contestazione della causa di ineleggibilità o incompatibilità che il consiglio comunale può promuovere nei confronti dell’eletto che si trova in tale situazione (Corte di cassazione – Sezioni civili: I Sezione, 6 agosto 1998, n. 7697).

Poiché in materia di azione popolare il decreto legislativo 267/2000 ha riprodotto i contenuti dell’abrogato articolo 9-bis del d.P.R. 570/1960, modificandoli solo alla luce della sentenza della Corte costituzionale 2 – 4 giugno 1997, n. 160, nella trattazione di questa materia si è tenuto conto, in quanto ancora attuali e compatibili con la nuova disciplina, delle interpretazioni (sentenze, pareri, circolari, ecc.) che erano intervenute su tale articolo.


Redazione Stato

Decadenza amministratore locale? Può essere promossa da class action ultima modifica: 2011-11-01T18:09:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This