Lavoro

San Severo, Hydro risponde a figlia operaio: “Offerta crollata. Ci dispiace”


Di:

Il volantino dei lavoratori affisso al portone di Assidustria Foggia lo scorso 22 novembre (St)

San Severo – “Gentile Signora, siamo consapevoli che la nostra scelta pone San Severo in condizioni difficoltose, ma il crollo del mercato aveva causato ripercussioni sulla nostra politica di vendite”. Firmato, Hydro Building System, Losanna. Questa, in sintesi, la risposta fornita dalla multinazionale scandinava con sede svizzera a N.Z., figlia di un operaio dello stabilimento sanseverese che, a partire dal prossimo primo gennaio, entrerà in mobilità.

Come confermatoci, ieri, dal consigliere regionale Dino Marino, la strada resta lunga. La Hydro non ha intenzione di ritornare sui suoi passi. E, mentre la Regione ha ormai assunto la maternità di una vertenza che, a tratti, assume i connotati inquietanti di una causa persa e Assindustria conferma il suo impegno per cercare di evitare la catastrofe sociale, i più attivi sono proprio loro, i lavoratori. Sul gruppo fb della Hydro, creato in occasione dell’inizio della battaglia, dipendenti e rispettive famiglie provano a non abbassare la guardia.

E proprio sul gruppo, questa mattina, è stata postata la risposta della Hydro alla ragazza. La lettera, tuttavia, suona come una giustificazione estrema: “Abbiamo subito pesanti perdite finanziarie e questo ci ha costretto ad adottare scelte inevitabili e dure. Ci dispiace per i dipendenti, ma la decisione è stata presa dopo attente valutazioni ed analisi”. Nessun accenno a progetti, nessuno spiraglio, almeno apparente sul futuro, nessun riferimento, infine, sul perché, il ridimensionamento abbia coinvolto soltanto lo stabilimento di San Severo. Solo, questa laconica e fredda constatazione: “Gli organi italiani di gestione della Hydro Building System hanno avviato un dialogo con le sigle sindacali per trovare, insieme, la migliore soluzione possibile per i dipendenti”. Il riferimento, quanto mai en passant, è alla possibilità di cassa integrazione, messa in campo nell’ultimo e, ad oggi solo, incontro in Assindustria (ma, val la pena ricordare, che nella lettera di mobilità la ditta si sollevava anche da queste responsabilità tutto sommato minime). La Regione, dal canto suo, ha mostrato la disponibilità al dialogo. E, domani, nuovo tavolo in Via Valentino Vista Franchi. Nell’aria, l’ennesima fumata grigia.

p.ferrante@statoquotidiano.it
riproduzione riservata


QUESTIONE HYDRO, SEGUILA SU STATO
1. La manifestazione del 22 novembre a Foggia
2. L’assemblea di san Severo con Elena Gentile
3. Hydro, il ridimensionamento. La figlia di un operaio: “Siamo dei numeri”

San Severo, Hydro risponde a figlia operaio: “Offerta crollata. Ci dispiace” ultima modifica: 2011-12-01T11:51:21+00:00 da Piero Ferrante



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi