Manfredonia

Tagli treni, Nigro: “da 11 a 5 corse per tratta Foggia/Manfredonia”


Di:

Tagli treni, manifestazione Bari (ST)

Bari – “E’ andata bene la prima manifestazione indetta da tutte le sigle sindacali dei trasporti ferroviari questa mattina a Bari”, viene espressa dal responsabile tematico “trasporto e viabilità” del partito dell’Italia dei Valori Pasquale Nigro. Tutto facile, il presidio per dire NO ai tagli dei treni che insisteranno dal 12 Dicembre prossimo nella nostra Regione, ha trovato larga partecipazione anche e soprattutto nei pendolari, che hanno preso letteralmente d’assedio il banchetto per la raccolta firme, in due ore sono state raccolte quasi mille firme per fermare e scongiurare questo scempio che si sta perpretando in primis nei loro riguardi.

I vertici sindacali oggi commentavano ai reporter il nuovo orario, quello ufficioso, che per l’ 80% dovrebbe rispecchiare quello che andrà in vigore il prossimo 12 Dicembre. Per la lunga percorrenza ci saranno le soppressioni di almeno sei coppie di treni che interessano sia la Capitale che la dorsale adriatica. “La novità”, se dovesse passare questo orario, è quella che il viaggiatore diretto al Nord deve cambiare treno a Bologna con conseguente cambio di biglietto. Tagliato fuori Taranto, nessun “treno veloce”, disagi per chi deve muoversi fuori regione, bisogna prima recarsi nel capoluogo per poi proseguire. Per Foggia invece ed il basso tavoliere, purtroppo, sono confermate le chiusure delle linee Rocchetta-Gioia del Colle, Barletta-Spinazzola, e dimezzate le corse su Manfredonia, dalle attuali undici coppie di treni alle cinque offerte. Inoltre, nessuna fermata intermedia per i treni che insistono sulla Foggia-Potenza, la prima fermata sarà Melfi. Violato il diritto alla mobilità per i comuni dei monti dauni, anche se serviti da qualche autobus durante l’arco della giornata, abbandonati, invece gli studenti e i lavoratori di Ordona, per questi neppure gli autobus. Annunciato lo sciopero nazionale dei trasporti che durerà 24 ore tra il 15 e 16 dicembre prossimo. Per concludere il Partito dell’Italia dei Valori, auspica che si trovi una soluzione immediata volta al razionamento delle corse, e non alla completa soppressione di linee, che guardi soprattutto a quelle che sono le reali esigenze di chi utilizza questo mezzo di trasporto, con conseguente offerta del servizio nei giorni feriali e nelle fasce di orario da tutelare, che non siano i lavoratori pendolari e gli studenti a pagare dazio, il treno non inteso come costo da evitare, ma come occasione assolutamente da non perdere, conclude Pasquale Nigro.

Redazione Stato, gdf@riproduzione riservata

Tagli treni, Nigro: “da 11 a 5 corse per tratta Foggia/Manfredonia” ultima modifica: 2011-12-01T14:43:34+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Paolo Ottavio

    una sola parola per esprimere il mio pensiero INGIUSTIZIA


  • Anonimo

    come al solito sono sempre i viaggiattori a rimetterci! Mi chiedo al comune cosa fanno oltre a prendere i caffè ogni ora? manfredoniani svegliamoci e ribelliamoci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi