Lavoro

Corsisti in Medicina Generale: bene emendamento Sen. D’ Ambrosio Lettieri

Di:

Medici (St)

Medici (statoquotidiano)

TERMINATA alle ore 18 dello scorso 28 Novembre la possibilita’ di presentare emendamenti al Ddl 2935 (ex “Ddl Fazio”) , in questi giorni in discussione in Senato, inerente il completamento delle modifiche in materia di Sanita’ gia’ iniziato col cosiddetto “Decreto Balduzzi” .

Nei giorni scorsi, i medici iscritti al Corso di Formazione in Medicina Generale avevano a più’ riprese chiesto che ci si occupasse in tale Ddl di affrontare la risoluzione delle problematiche riguardanti la loro condizione . Tali medici infatti ( di cui molti specialisti e con una famiglia da sostenere) , vincitori di pubblico concorso, frequentano un corso triennale (corso attualmente necessario per accedere alla professione di ” medico di famiglia”) durante il quale e’ inibita l’ attivita’ libero professionale , a fronte della corresponsione di una borsa di studio di circa 800 euro al mese, importo per di più’ sottoposto a tassazione Irpef e Irap.

E finalmente una risposta e’ arrivata. E’ stato infatti presentato dal Senatore D’Ambrosio Lettieri, da sempre vicino alle problematiche dei lavoratori della sanita’ , un emendamento finalizzato al miglioramento delle inique condizioni dei medici corsisti in Medicina Generale, attraverso la possibile integrazione con attivita’ lavorative presso le Asl e la medicina convenzionata. E’ successo quindi che la Buona Politica, quella “del fare” che e’ sempre più’ importante di quella “del dire” a cui purtroppo spesso in passato siamo stati abituati, ha orientato il suo sguardo verso la risoluzione delle precarie condizioni dei giovani medici. Ha speso le proprie energie per favorire, nel concreto, le possibilita’ lavorative dei giovani. E allora bene.

Rimangono aperte le questioni riguardanti la ingiusta tassazione delle borse di studio e l’ inibizione della attivita’ libero professionale al di fuori dell’ orario del corso , argomenti gia’ punti cardine della Manifestazione Nazionale dei medici corsisti in Medicina Generale dello scorso 15 Maggio a Roma. I medici corsisti in Medicina Generale sono fiduciosi che questo emendamento , nelle sedi di riferimento , venga quindi dalle diverse parti sostenuto. La strada e’ quella giusta.

(A cura del Dott. Francesco Gallo – Membro Consiglio Direttivo Simgif)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi