Manfredonia

Istat. Bordo sicuro “Italia in ripresa, si cambia davvero”

Di:

Roma. “Oggi l’Istat ha certificato che il numero degli occupati e’ aumentato di 174 mila unità rispetto allo scorso anno, che la disoccupazione continua a scendere e quella giovanile e’ al minimo da quattro anni. Al contempo il Pil torna a crescere, con un +0,3 per cento nel trimestre e un +1 per cento su base annua. E ieri, dopo sette anni di attesa, e’ stato finalmente firmato l’accordo per il rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici (85 euro in piu’ al mese). Stavolta si cambia davvero. Avanti Italia. #Bastaunsi'”. Lo scrive, su Facebook, il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera Michele Bordo, del Pd.



Vota questo articolo:
18

Commenti


  • CITTADINO IGNORANTE

    Caro Onorevole, ma di quale ripresa parla? Ma lei dove vive su Saturno?
    Forse parla della ripresa degli sbarchi non appena cessa la burrasca nel mediterraneo?

    Questa è la sua ripresa?

    http://it.blastingnews.com/lavoro/2016/11/pensioni-nessun-aumento-nel-2017-anzi-si-rischia-di-dover-restituire-qualcosa-001284179.html

    Dove sono gli occupati? Quelli con il voucher?
    Ma di cosa parla di fagioli o di persone?
    85 euro al mese…per ottenere il si…
    mi risponda nel caso fosse capace…
    con questa stipula avete garantito anche
    chi è rimasto senza contratto dal 2009 al 2015 ed è in quiescenza?
    Lei sa che se il governo non ottempera a questa vacazio ci saranno ricorsi alla Corte Costituzionale!
    Vuole spiegare a noi comuni mortali la corresponsione degli 85 euro lordi dalle ritenute erariali e previdanziali?
    Non pensate che da gennaio 2017 vi corrispondano le 85 euro lordi sulle competenze mensili che poi sarebbero al massimo 40 euro nel migliore dei casi?
    Esempio: 1^tranche 15 euro lordi dal 2017 – 2^ tranche 25 euro lordi dal 2018 restante 45 euro lori dal 2019 oppure tutto il discorso retrattivo dal 2016! Una questua per ottenere il si dai dipendenti pubblici mentre alla Campania clientelistica una marea di danaro pubblico, pur di ottenere il SI!

    Il pil allo 0,3 che miseria di risultato mentre il resto dell’europa marcia attorno al 2%! E che dire del mostruoso, spaventoso, quasi inaffidabile debito pubblico che il suo capo Renzi sta aumentando notevolmente?
    I pensionati (1^ volta nella storia) di tutti i quescienti delle nazioni con uno statuto, oltre a non aver avuto rivalutazioni eque nel passato a causa dell’inflazione ora a causa della deflazione Renziana piddini rischiano anche di dover subire addebiti sui trattamenti pensionistici!
    State prendendo per i fondelli milioni di Italiani!
    85 EURO LORDI CORRISPONDO A MENO DELLA META CONSIDERANDO LE ALIQUATE ERARIALI LE RITENUTE PREVIDANZIALI, LE ADDIZIONALI COMUNALI E REGIONALI. Inoltre con quasi 1.000 lordi molti potrebbero perdere il bonus dell 80 euro..ma anche qui ha colpito il cettino toscano promettendo di rimediare, ma ha dimenticato che si superano fasce per ottenere le quote di aggiunta di famiglia! CHE BELLO SBANDIERARE 85 EURO SENZA SPECIFICARE CHE SONO LORDE E CHE IL NETTO E’ UNA MISERIA! RIDUCETEVI I VOSTRI STIPENDI CHE SONO RICCHISSIMI E NON RACCONTATE FAVOLE! E IL DEBITO PUBBLICO SOVRANO COME LA METTIAMO? E’ IN COSTANTE AUMENTO E CI SONO LE CLAUSOLE DI SALVAGUARDIA DELLA CEE IN AGGUATO! PUR DI OTTENERE IL SI STATE DISTRUGGENDO QUEL POCO CHE ERA RIMASTO!


  • CHI VOTA SI DONA UN SORRISO ANCHE ALLA Q8 ENERGAS

    E a te onorevole niente aumenti di stipendio?


  • Manfredonia schiava in catene per essere stuprata!

    A piè della foto leggo che l’Onorevole riflette…beh hai finito?
    A chi aspetti ad incatenarti sotto il Mise con il tuoi amichetti di partito Campo, Riccardi, Ognissanti, Zinagariello e quant’altri per difendere Manfredonia dagli orribili bomboloni?


  • Lecchino

    la diminuizione del tasso di disoccupazione è frutto soprattutto della crescita degli inattivi cioè di chi ha rinunciato a cercarcare lavoro. Ennesima bugia del governo Renzi a pochi giorni dal referendum.
    http://www.repubblica.it/economia/miojob/2016/12/01/news/occupati_disoccupati_ottobre-153202834/?ref=HREC1-5


  • IL TERRIBILE INCUBO DI 60 MILIONI DI LITRI DI GPL SOTTO I I PIEDI E IN ZONA AD ALTO RISCHIO SICSMICO

    Era ora! Eravamo cosi depressi da tante notizie negative!


  • La figlia del fotografo

    I soliti leoni da tastiera #perdire


  • gino

    caro onorevole, nn ci pensare frà poco vai a casa, così ti rendi conto in quale situazione avete ridotto la nostra MANFREDONIA.


  • Dany

    Si, dei vostri lauti stipendi senza fare nulla…
    Arriverá presto la vostra fine arriverá, e non faccia sparire i suoi soldi, li dovrà restituire…


  • Il proletario

    Se lo dici tu mahprobabilmente a voi politici che avete stipendi da nababbi vedete la ripresa ma il popolo vede la miseria o quasi.


  • NO al SI incestuoso!

    che delusione…


  • Marco

    Da un rapporto incestuoso potrebbe anche nascere un mostro! Un mostro che Manfredonia rigetta con tutte le sue forze. La cosa più naturale che un Manfredoniano possa fare è confermare il no di Novembre al referendum cittadino. Di consenguenza contrassegnare un altro NO a difesa della città.


  • aNOnimoNO


  • Zuzzurellone Sipontino

    Scusate ma se vince il si i conti ve li siete fatti, riguardo ai senatori? Mi spiego, alla Puglia spettano 6 senatori, 3 andranno a Bari fra città metropoilitana e suo territorio, 3 a Brindisi, Lecce e Taranto. Le probabilità che la provincia di Foggia elegga un senatore sono quasi nulle . Torniamo indietro agli anni 60. Al trio BCR, i conti ve li siete fatti? Ph duci, ca i sard ci mangn l’alci…..


  • Zuzzurellone Sipontino

    L’economia non è una scienza esatta, la fondazione Nobel non assegna nessun nobel per l’economia, le previsioni economiche hanno sempre fallito, di che stiamo parlando.
    Che combinazione gli INTERESSATI al si sono:
    Jp Morgan, Confindustria, Marchionne, agenzie di rating, troika, Deutsche Bank, Financial Tims, Giorgio Napolitano presidente “interventista”, Confindustria, Industria del carbone e petrolio, Merkel, speculazione finanziaria, ecc.. Questa e la vera casta. Se il sì vincerà l’economia reale sarà schiacciata dagli “speculatori” e dai “clientes” dall’altra? Il “vecchio che avanza” che vota si.
    Sarò partigiaNO, sarò ManfredoniaNO, voterò e farò votare NO.


  • Antonello Scarlatella

    Onorevole…..ma di quale Italia sta’ parlando?


  • IO VOTO NO

    ABBIAMO AVUTO MOLTI RAPPRESENTANTI A ROMA IN QUESTI ANNI, CREDO CHE NESSUNO ABBIA RAPPRESENTATO LA NOSTRA GENTE, OGNUNO A FATTO I FATTI PROPRI E QUELLI DEI LORO PORTABORSE, IL 5 DICEMBRE, TORNERETE ALLA VITA NORMALE, TROVATEVI UN LAVORO ALTRIMENTI SARETE DISOCCUPATI….IO VOTO NO!!


  • cittadino qualsiasi

    .. a questi signori che davvero ci propino quotidiamente sogni e favole. E bello scrivere favole quando si intascano oltre diecimila euro al mese + spese. E facile vedere il mondo con ottimisma quando si hanno già in tasca i requisiti previdazionali da deputato. La nazione sta andando a rotoli come non mai e questi signorini pur di ottenere il consenso ci vogliono far credete che tutto volga al meglio. Uno shock a base di NO un schock tremendo questo dobbiamo procuare ai politici specialmente del partito democratico che non rappresenta più il popolo, la classe operaia, i dipendenti, i più deboli ma ormai rappresenta Renzi Banche Lobbies e classi di facoltosi, non a caso i più ricchi d’italia pubblicizzano il SI. Un NO per evitare ancora più danni e confusione. Un No contro chi ha spaccato il paese pur di perseguire i suoi scopi anzi quelli delle lobbies, e perchè no? Un NO per difendere la durissima lotta titanica ingaggiata dalla nostra città dal nostro popolo contro chi a tutti i costi vorrebbe materializzare un progetto che la città non vuole.


  • Aspetta e Spera

    Ogni tanto sfossano -, Bordo –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati