Cronaca
L'attore e regista sarà presente all'inaugurazione degli eventi di " Candela paese del Natale"

Sarà Placido ad aprire le porte della casa di Babbo Natale a Candela

Di:

Foggia. Sarà Michele Placido ad accogliere Babbo Natale nella sua nuova casa di Candela. L’attore e Regista originario di Ascoli Satriano ha deciso di omaggiare la cittadina candelese con la sua presenza nella giornata di inaugurazione degli eventi natalizi e sarà proprio lui ad aprire il portone del Palazzo Ripandelli, sede della famosa casa di Babbo Natale, sabato 3 dicembre alle 17.00.

Lo storico palazzo seicentesco, anche quest’anno ospiterà dal 3 dicembre al 6 gennaio, la dimora del ‘nonnino’ più amato dai bambini e si mostrerà in tutto il suo splendore a quanti vorranno farsi incantare dalla magia dei suoi interni, dalla grande sala con il camino allo studio dove Babbo Natale legge le letterine dei bimbi di tutto il mondo. Sono già numerose le scuole che hanno prenotato una visita alla Casa di Babbo Natale.

Ma a Candela si rinnova anche il tradizionale appuntamento con il Mercatino di Natale: lungo il corso principale, in casette in legno, in perfetto stile trentino, oltre settanta espositori (raddoppiati rispetto agliscorsi anni) vi accoglieranno i visitatori per lo shopping natalizio con dolci, prodotti tipici, articoli da regalo e artigianato. Per questa edizione la durata si è allungata: dal 3 al 11 dicembre. Lungo le vie del centro sarà incantevole passeggiare e si potranno acquistare souvenir, prodotti tipici e manufatti artigianali. Ma il mercatino sarà anche una via del gusto, dove scoprire la gastronomia dei Monti Dauni, attraverso gli stand di botteghe di prodotti enogastronomici, ristoranti e pasticcerie locali. Inoltre sarà altrettanto suggestivo inerpicarsi tra le viuzze del centro storico, trovandosi immersi in un grande presepe statico permanente “la Via del Presepe”, con decine di ambientazioni di botteghe e momenti di vita domestica quotidiana fino ad arrivare alla capanna della Natività.

Il 7 dicembre, l’immancabile appuntamento con i falò dell’Immacolata: alle ore 19:30, in Piazza Plebiscito, in concomitanza con la benedizione e accensione dei falò si potranno degustare pietanze tipiche della tradizione culinaria candelese e ascoltare le melodie intonate dal coro degli alpini di Pescasseroli. E poi il 10 dicembre il tributo della cittadina dei Colli Ameni ad un prodotto che da qualche anno è diventato simbolo indiscutibile dell’autunno gastronomico candelese, la Mela coltivata nelle campagne che circondano la cittadina.

A far da cornice, agli stand artigianali, gastronomici e di idee regalo, quest’anno ci sarà una spettacolare scenografia realizzata con le luminarie natalizie, un modo unico di far respirare la giusta aria di festa in vista del Natale. Per chi vuole divertirsi non mancheranno serate musicali e appuntamenti ludici, ma soprattutto si potrà pattinare sulla pista di pattinaggio su ghiaccio allestita in p.zza Matteotti.

L’intenzione del sindaco di Candela Nicola Gatta, è infatti quella di far diventare Candela centro attrattore nei giorni delle festività che precedono e seguono il Natale. Commenta il sindaco Gatta” l’idea è quella di puntare su una manifestazione che ha come target le famiglie con bambini, anche attraverso attenzioni nell’accoglienza, negli allestimenti a basso impatto ambientale, nella valorizzazione della natura e del patrimonio storico della città. In questo senso, l’amministrazione comunale ha dato una spinta propulsiva all’iniziativa “Candela il paese del Natale”, fornendo strumenti e sinergie per il buon funzionamento della stessa. «In occasione delle feste natalizie 2016 – continua il sindaco Nicola Gatta – assieme alle categorie economiche della città, l’amministrazione comunale ha ritenuto di dover far crescere un evento che lo scorso anno ha avuto un successo che è andato oltre ogni aspettativa. L’apprezzamento che abbiamo ottenuto nella passata edizione è stato da stimolo per creare un appuntamento che fosse più ricco ed attrattivo nel segno di una crescita che tutto il territorio dei Monti Dauni merita.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati