FoggiaManfredonia
A cura di Antonio Piazzolla

Test per HIV: acquistabile anche nelle farmacie e parafarmacie

Il test garantisce un’attendibilità del 99% ma in caso di positività bisognerà confermarla coi test tradizionali

Di:

Foggia. In occasione della Giornata Mondiale contro l’AIDS, l’Italia rende accessibile l’auto-test, presto acquistabile nelle farmacie e nelle parafarmacie ad un prezzo di 20 euro: è il secondo paese europeo a farlo, dopo la Francia. Non occorre la ricetta medica ma sarà sufficiente avere la maggiore età; qualche goccia di sangue e 15 minuti di attesa. L’eventuale positività andrà confermata con le analisi tradizionali. Si tratta di una vera e propria svolta nella prevenzione che arginerà il fenomeno delle diagnosi tardive. Sono tra le 6.500 e 18.000 le persone che vivono con l’HIV non diagnosticato, circa il 74,5% dei sieropositivi che scopre di aver contratto il virus quando ad un passo dall’Aids conclamato: una condizione che compromette non solo la propria incolumità ma anche quella delle persone che potrebbero contrarre il virus.

Sono tra le 6.500 e 18.000 le persone che vivono con l’HIV non diagnosticato

Il dispositivo, simile a quello usato per la misurazione del diabete, è stato prodotto dalla ditta farmaceutica francese Mylan France; se usato correttamente garantisce un’attendibilità prossima al 99%. Fondamentale per una giusta misurazione dei valori sarà lasciar trascorrere il “periodo finestra”, vale a dire i 90 giorni che intercorrono dal presunto contagio alla produzione di anticorpi che segnalano la presenza del virus nell’organismo.

Se l’esito del test risulta positivo si raccomanda di rivolgersi ad un medico e ripetere il test in ospedale o in laboratorio dal momento che in rari casi i test, compresi quelli tradizionali, rilevano una falsa positività. Per averlo non occorre nessuna ricetta medica ma sarà sufficiente avere la maggiore età; al momento dell’acquisto il farmacista consegnerà anche un po’ di materiale informativo così da non abbassare la guardia anche quando il risultato esclude la presenza dell’HIV.

(A cura di Antonio Piazzolla, Foggia 01.12.2016)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Giocattolone e pippotto

    Questa analisi oltre a quelle dalla dipendenza di droghe andrebbe resa obbligatoria a tutti coloro hanno responsabilità pubbliche! A partire dai politici che spesso hanno manifestano affinità di gusti con Lapos!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati