EconomiaRegione-Territorio

Chrysler è italiana, Fiat +16.4% in Borsa

Di:

Un operaio dello stabilimento Fiat di Pomigliano (st@)

(ANSA) – PIAZZA Affari ha chiaramente promosso l’accordo di Fiat con il fondo Veba per salire al 100% di Chrysler: il titolo della casa automobilistica italiana, sul quale gli acquisti sono partiti a inizio seduta, è salito del 16,4% finale a 6,92 euro tra scambi pari al 6,4% del capitale. Molto bene Exor, cresciuta del 4,4% a 30,2 euro.

L’accordo con Fiat per Chrysler era il “miglior risultato possibile. L’intesa è nel miglior interesse per i pensionati e le loro famiglie, per le quali il fondo offre servizi vitali di sanità”. Lo afferma Robert Naftaly, il presidente del comitato che guida il Veba, il fondo che fa capo al United Auto Workers (Uaw).



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi