Manfredonia

Fra’ Antonio Belpiede procuratore generale Ordine Frati Minori Cappuccini

Di:

Frate Belpiede (statoquotidiano)

Cerignola – IL 27 settembre scorso il Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, fra Mauro Jöhri, svizzero, ha nominato frate Antonio Belpiede Procuratore Generale dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, uno degli ordini più grandi nella Chiesa Cattolica, il primo a servire la missioni in terra d’Africa. Il Ministro Provinciale di Foggia, fra Francesco D. Colacelli, ha dato l’annunzio ufficiale ai frati il 10 ottobre scorso nel convento dell’Immacolata, sede della Curia della Provincia cappuccina di sant’Angelo e Padre Pio. Frate Antonio è nato a Cerignola il 26 luglio 1958 da Nicola e Maria Rendine, laureato in Giurisprudenza all’Università di Bari e in diritto canonico alla Pontificia Università della Santa Croce in Roma. Poeta e scrittore, è direttore de L’Amico del Terziario (edita a Foggia fin dal 1926).

E’, inoltre, professore di Diritto Canonico in lingua francese in Repubblica Centrafricana, attualmente guardiano del convento Padre Pio Giovane di Serracapriola (FG). Fra Antonio è il primo frate pugliese a ricevere questo importante incarico in quasi cinque secoli della “Bella e santa Riforma” dei Cappuccini nell’ambito dell’Ordine Francescano. Frate Antonio risiederà presso la Curia Generale dell’Ordine in Roma e presiederà l’Ufficio della Procura Generale, che cura tutte le relazioni giuridiche tra i 10.500 Frati Cappuccini nel mondo e le loro Province, i vari dicasteri e i Tribunali della Santa Sede. Questo delicato incarico comporta l’abbandono di tutti gli uffici precedenti ad eccezione di quello di Delegato speciale per i Gruppi di Preghiera di Padre Pio extra-europei, conferitogli dall’Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, mons. Michele Castoro.

(Testo a cura del Dott. Angelo Disanto)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi