Capitanata

Giannatempo: onorato da nomine Belpiede e Galantino

Di:

Mons. Galantino (ST)

Cerignola – “LA designazione di Fra’ Antonio Belpiede a Procuratore Generale dell’ Ordine dei Frati Minori Cappuccini rende molto felice una città che, negli ultimi giorni, è salita agli onori della ribalta, finalmente, per vicende positive”: Così il Sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo, sull’affidamento del significativo incarico al 55enne religioso cerignolano da parte del Ministro Generale dell’Ordine. La notizia giunge a pochi giorni di distanza dalla nomina di Monsignor Nunzio Galantino, anch’egli di Cerignola e Vescovo della Diocesi calabrese di Cassano allo Ionio, a Segretario Generale ad interim della Conferenza Episcopale Italiana. Cerignola terra in grado di partorire anche vocazioni importanti in campo ecclesiastico, come quella di Fra’ Antonio, che, così lo descrive il primo cittadino, “è un religioso al quale è molto legata la nostra comunità, che ben conosce le sue qualità. Il nostro concittadino unisce una straordinaria carica umana ad una profonda spiritualità; sfugge alle facili etichette. La sua curiosità, il suo essere un acuto osservatore della realtà del nostro tempo, la lungimiranza nel comprendere l’importanza della comunicazione per una Chiesa che si sta rinnovando, fanno di lui una persona speciale sotto tutti i punti di vista. Se poi pensiamo al ruolo che da sempre i Frati Minori Cappuccini occupano nella storia della nostra città, comprendiamo facilmente come, in un periodo triste come questo, tale notizia rappresenti davvero un soffio di speranza”.

Frate Antonio Belpiede , che ha assunto oggi l’incarico, è il primo pugliese a ricoprire, all’interno del suo Ordine, una carica tanto importante: è stato infatti chiamato ad occuparsi delle pratiche giudiziarie riguardanti i rapporti tra i quasi 11mila suoi confratelli sparsi nel mondo ed il Vaticano, oltre che dell’esame di domande di grazia al Santo Padre, come la dispensa dai voti. Lavorerà a stretto contatto con il cardinale Patrick O’Malley, arcivescovo di Boston, anche lui cappuccino, che era stato indicato come uno dei papabili nel conclave poi conclusosi con l’ elezione a Pontefice di Jorge Maria Bergoglio. O’Malley è stato voluto dallo stesso Papa Francesco nel Consiglio di cardinali costituito per studiare una riforma innovatrice della Curia
Laureato in Giurisprudenza all’Università di Bari e in Diritto Canonico alla Pontificia Università della Santa Croce a Roma, Belpiede è diventato frate minore cappuccino nel 1982 ed è stato negli ultimi anni guardiano del Convento Padre Pio Giovane di Serracapriola, in provincia di Foggia.

Giornalista e scrittore, direttore della rivista “L’Amico del Terziario”, ha predicato in Europa e nel Nordamerica. Tra le cariche ricoperte in precedenza, anche quella di vicario provinciale e portavoce dei Cappuccini di Sant’Angelo e Padre Pio e di assistente spirituale dell’Ordine Francescano Secolare di Puglia e Molise. Il frate, che si trasferirà presso la Curia Generale dell’Ordine a Roma, lascerà tutti i precedenti incarichi, rimanendo però delegato speciale per i i Gruppi di Preghiera di Padre Pio extraeuropei.

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi