Manfredonia

Morte Puccio Corona, F.Colletta: svolgeva il suo lavoro con il cuore

Di:

Francesco Colletta - Puccio Corona (statoquotidiano)

Mattinata – “UNO dei pochi grandi e veri giornalisti che faceva il suo lavoro con il cuore e un grande amante del mare. Addio amico mio“. Così Francesco Colletta – architetto, speleologo e testimonial della Riserva marina delle Tremiti, recordman per immersione nelle acque del Gargano – in un messaggio in onore di Puccio Corona, giornalista della Rai, morto ieri a Roma all’età di 71 anni. “Puccio – dice a Stato Francesco Colletta – è sempre stato un frequentatore della nostra riserva Marina e del Gargano. Amava il nostro maree e le bellezze dell’intero Gargano”.

PROFILO PUCCIO CORONA. Fratello di Vittorio, Puccio Corona – nato a Catania il 9 aprile del 1942 – nel corso della sua lunga carriera in Rai è stato tra l’altro conduttore di Lineablu e Uno Mattina oltre che storico inviato di Tutto il calcio minuto per minuto e poi di Speciale Tg1. La morte di uno dei volti più familiari della tv ha suscitato cordoglio in tutto il mondo del giornalismo ed in particolare alla Rai, al Tg1 e all’Usigrai.

La morte di Puccio Corona, uno dei volti più familiari della tv, ha suscitato il cordoglio in tutto il mondo del giornalismo ed in particolare alla Rai e al Tg1.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi