Manfredonia

Pecorella: “Un forte rilancio per il brand Gargano”

Di:

Il presidente dell'Ente Parco Nazionale del Gargano avv. Stefano Pecorella (statoquotidiano)

Monte Sant’Angelo – SI è tenuto nei giorni scorsi, presso la sede del Parco Nazionale del Gargano, il primo di una serie di incontri, voluti dal Presidente Stefano Pecorella, per la condivisione delle linee strategiche di Promozione e Valorizzazione culturale del Gargano.

Presenti all’incontro del 30 dicembre scorso, i rappresentanti delle associazioni che sul territorio organizzano gli eventi più importanti e longevi, i responsabili dei Centri Visita del Parco, i presidenti delle Agenzie di Promozione di Manfredonia e Mattinata.

“Bisogna ripartire dal basso per dare voce ai territori e realizzare progetti significativi ed importanti, nel rispetto delle tradizioni – dichiara il Presidente Pecorella -. Ribadisco la volontà dell’Ente di arrivare a definire gli obiettivi e le strategie per realizzare quella coesione territoriale, tanto invocata da tutti e che potrà rappresentare il più alto momento di sintesi tra i soggetti che custodiscono le tradizioni popolari e che le promuovono nell’area protetta ma, soprattutto, oltre i confini regionali e nazionali. La partecipazione dal basso nell’elaborazione delle necessità e del modo per realizzare le loro soluzioni, rappresenta l’inversione di tendenza nella logica di governance e rappresentanza degli interessi collettivi.

Il Presidente conclude: “Il Parco Nazionale del Gargano sarà soggetto promotore della logica di valorizzazione integrata dell’area senza privare le autonomie locali e associative delle loro capacità di organizzare e produrre eventi e manifestazioni. Tale obiettivo ambizioso si realizza solamente con la partecipazione di tutti gli enti locali, dai comuni alle organizzazioni consortili in stretto raccordo con il mondo produttivo delle imprese turistiche e che operano nel campo dell’accoglienza e cura del turismo attivo. Solo l’interesse per la crescita culturale della nostra terra potrà farci uscire dal tunnel della crisi finanziaria.”

Durante l’incontro gli intervenuti hanno confermano e arricchito la linea ideale tracciata dal presidente Pecorella e individuato nel parco Parco il naturale ruolo di soggetto che aggrega i soggetti istituzionali del territorio al fine di rendere concrete e possibili e future iniziative.

E’ prioritaria che la promozione unitaria del territorio avvenga con un marchio unico, il brand “GARGANO”. La sensibilizzazione della popolazione locale deve avvenire sui temi della tutela e conservazione non solo del patrimonio ambientale ma anche di quello musicale, artistico e popolare.

La riunionecon le associazioni segna il primo di una serie di incontri operativi. Il Gruppo di Lavoro si riunirà già il 7 gennaio per stilare le prime propose da sottoporre all’incontro con le amministrazioni locali, la Camera di Commercio e i GAL.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • indignato

    il gargano avrà un forte rilancio, ma solo se quelli come lei restano a casa…


  • Cittadino elettore

    Vai a tagliare la legna nei boschi, — sipontini che ci fanno trovare sul groppo quasi 100 milioni di debiti! E tu che fai come opposizione? —..siete tutti uguali! La prossima volta GRILLO!!! Per Dio! GRILLO!!


  • U Rais

    Sei piu scandaloso tu che non fai interventi e opposizione in Comune che il sindaco e tutta la giunta.
    Pecorella hai finito anche tu Leone non c’é più.


  • CittadinoLibero

    ma ste cose a chi servono? ai turisti? ma fateci il piacere…


  • michele

    solo parole, parole, parole, parole e ancora parole, parole, parole…..
    la gente è stanca di essere presa in giro
    forza MOVIMENTO 5 STELLE ,


  • sandro

    Chiudetelo questo parco, non vogliamo più pagare gli stipendi ai politici, andate a lavorare.


  • alleznam

    chiudete quel parco cosi si smette di affidare la pubblicità dell’ente parco ai soliti. Pecorella viva Berlusconi


  • opposizione

    che ci sta a fare all’opposizione se non fa nulla? esiste l’opposizione a Manfredonia? dimettiti –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi