Manfredonia, 7 arresti per 4 omicidi, mamma Cosimo: giustizia | Manfredonia

Manfredonia, 7 arresti per 4 omicidi, mamma Cosimo: giustizia (VIDEO-FOTO)

Il dirigente del Commissariato con la mamma del 21enne Cosimo Salvemini (statoquotidiano2@13)

Manfredonia – “FINALMENTE la verità”. E’ quanto dice a Stato la signora Annamaria, mamma di Cosimo Salvemini, 21enne di Manfredonia scomparso il 18 luglio 2012 e ritrovato cadavere dopo 5 mesi, nel pomeriggio del 10 dicembre. La scomparsa e il ritrovamento del corpo di Cosimo rappresentano la base delle indagini della Squadra Mobile della Questura di Foggia, del Commissariato di P.S. di Manfredonia e della Compagnia Carabinieri di Manfredonia con esecuzione di 7 Ordinanze di Custodia Cautelare in Carcere, richiesta dai Sost. Proc. dr.ssa Alessandra Fini, dr.ssa Rossella Pensa e Giuseppe Riccio della Procura della Repubblica di Foggia e ad analogo provvedimento restrittivo, richiesto dal Sost. Proc. dr.ssa Carla Spagnuolo, della Procura dei Minorenni di Bari, emanato nei confronti di un gruppo di giovani ed incensurati garganici, capeggiati dal più esperto Francesco Giannella, cl.82, per una lunga serie di omicidi compiuti nel comune di Manfredonia.

I QUATTRO OMICIDI: DUE A SIPONTO, IL 18 LUGLIO COSIMO SALVEMINI, A NOVEMBRE MATTEO DI BARI. I provvedimenti cautelari nei confronti dei giovani sono stati disposti dalle A.G. al termine di attività investigativa, condotta dagli Uffici citati con il coordinamento della Procura di Foggia, in relazione al duplice omicidio di Francesco Castriotta e Antonio Balsamo, alla scomparsa e all’omicidio del 21enne Cosimo Salvemini, nonché all’omicidio di Matteo Di Bari, tutti avvenuti a Manfredonia (FG), rispettivamente il 5 giugno (a Siponto), il 18 luglio e il 5 novembre 2012 (in via Barletta).

LE INDAGINI. Come risaputo, la mattina del 6 novembre 2012 gli agenti del Commissariato rinvenivano, in via Barletta a Manfredonia, il corpo esanime di Matteo Di Bari, cl.53, all’interno del garage in suo uso; la vittima aveva mani e piedi legati con dello scotch, il capo sfondato da un oggetto contundente ed un profondo taglio alla gola. Alla vittima, inoltre, era stata sottratta la collana che indossava e la somma di circa 700 euro che portava con se; gli assassini avevano asportato anche attrezzi ed una tanica di gasolio presenti all’interno del box e successivamente, recatisi a casa della vittima, avevano rubato due telefoni cellulari ed una cassetta di sicurezza priva di contenuto di valore. I primi accertamenti della Squadra Mobile della Questura di Foggia e dal Commissariato di P.S. di Manfredonia, permettevano di individuare un sospettato in Salvemini Leonardo, persona che in passato aveva avuto frequentazioni con la vittima. L’intuizione investigativa si rivelava esatta, tanto da consentire quasi immediatamente, mediante l’attività tecnica avviata, non solo l’acquisizione di elementi di reità a carico di Salvemini, ma anche l’individuazione dei suoi complici in Ilario Conoscitore e Francesco Giannella.

GLI EVIDENTI E GRAVI INDIZI CON COLLEGAMENTI FRA I 4 OMICIDI. IL RITROVAMENTO DEL CORPO. Le investigazioni intraprese dagli inquirenti consentivano di acquisire “evidenti e gravi indizi” che collegavano “in modo inequivocabile” i tre giovani all’omicidio di Di Bari; si coglievano, inoltre, “elementi di responsabilità” che collegavano Francesco Giannella al duplice omicidio avvenuto il 05 giugno 2012 a Manfredonia in danno di Francesco Castriotta ed Antonio Balsamo, nonché sulla scomparsa del giovane Cosimo Salvemini, avvenuta il 18 luglio 2012 (ritrovato nel pomeriggio del 10 dicembre 2012 a 2 km dal bivio – sulla ss89 – per la Stazione Amendola, a destra di un passaggio a livello sulla ss72 in agro di Foggia. I resti del giovane – resti, considerando la scomparsa del ragazzo avvenuta il 18 luglio 2012- erano stati rinvenuti in una vasca inutilizzata di raccolta delle acque per l’agricoltura. Vasca di profondità di circa 3 metri per 100 di lunghezza. Il corpo con la maglietta, senza scarpe e alcuni “ninnoli” – come detto dal dirigente della Mobile dr.A.Fabbrocini – era stato rinvenuto sotto una trentina di centimetri di terra. Sul posto operatori dei vigili del fuoco, carabinieri del Comando provinciale di Foggia, Maggiore Del Gaudio, carabinieri del Comando Compagnia di Manfredonia, Cap. Fazio, agenti del Commissariato di Ps di Manfredonia, del dr. L.Di Prisco, personale della squadra di Pg del Commissariato, personale della Mobile di Foggia, del dirigente dr. A.Fabbrocini e il procuratore capo del Tribunale di Foggia).

GLI ALTRI NOMINATIVI. Attraverso le “involontarie delazioni“, Francesco Giannella ammetteva la propria responsabilità quale autore del duplice omicidio, fornendo altresì particolari relativi ai tentativi di cancellare le prove; in tale contesto involontariamente chiamava in correità altri soggetti, quali Emmanuele Biondi e la minore V.C. Sempre lo stesso canale informativo forniva elementi individualizzanti relativi al coinvolgimento di Giannella e di Conoscitore nella scomparsa di Cosimo Salvemini.

LA TENTATA RAPINA AI DANNI DEL DISTRIBUTORE Nel pomeriggio del 30 novembre 2012, l’azione di monitoraggio consentiva di comprendere agli inquirenti che Giannella, Conoscitore e Salvemini erano armati ed in procinto di effettuare una rapina, da compiersi sulla S.S. 89 con direttrice Manfredonia – Foggia; personale della Squadra Mobile di Foggia e del Commissariato di Manfredonia si attivava immediatamente riuscendo a fermare i rapinatori prima che riuscissero ad abbandonare il luogo della rapina appena consumata in danno del Distributore “Basile Petroli”; nell’occasione Giannella aveva anche esploso un colpo d’arma da fuoco ed asportato l’incasso consistente in 700 Euro, rinvenuto nelle tasche dei pantaloni di Salvemini.

“GIANNELLA AVEVA INCITATO LEONARDO SALVEMINI AD UCCIDERE I POLIZIOTTI”. Giannella veniva trovato in possesso di una pistola calibro “8” modificata, con colpo in canna pronta per fare fuoco, nonché svariato munizionamento del medesimo calibro. Gli inquirenti ottenevano, dalla attività tecnica, l’ennesima conferma della ferocia criminale di Giannella che aveva incitato il suo complice Salvemini Leonardo ad “uccidere” i poliziotti intervenuti.

LE CONFESSIONI. Nel corso della notte, grazie alle informazioni già acquisite ed ad una calibrata opera investigativa, gli agenti riuscivano a fare piena luce sull’omicidio di Matteo Di Bari ed ad ottenere importanti indicazioni anche sugli altri episodi di sangue citati. Da raccoglieva,infatti, la formale confessione di Leonardo Salvemini, a cui faceva subito seguito anche quella di Ilario Conoscitore, relativamente all’omicidio di Matteo Di Bari; venivano raccolte, inoltre, importanti dichiarazioni relative agli altri episodi di sangue in argomento.

Al termine della conferenza degli inquirenti, le dichiarazioni, le note, gli interventi ed una frase che emerge su tutte: dalle vittime ai famigliari fino agli autori dei delitti “un allarmante dramma sociale” ha colpito Manfredonia, legandosi così alle cronache della storia comunitaria.

L’INDAGINE, GLI ARRESTI, I VIDEO, LE FOTO, LE RICERCHE


SINDACO DI MANFREDONIA ANGELO RICCARDI: IL PENSIERO PIU’ GRANDE AI FAMIGLIARI DELLE VITTIME


(Photogallery statoquotidiano2@13 – Foto arrestati, non presente V.C. in quanto minore)


VIDEO





Vota questo articolo
TAGS: , , , , , , , , , , , ,

52 Commenti

  1. vergogna scrive:

    castriotta

  2. x scrive:

    DOVETE M—….Giannella, Conoscitore, Paloscia, Salvemini, Biondi, Renzulli e quella p—- da quattro soldi della ragazza….SPERO CHE FACCIATE UNA M–ANCORA PIÙ BRUTTA E SOFFERENTE DI QUEI POVERI RAGAZZI!!!…E mi Auguro con tutto il Cuore che in carcere ogni giorno vi devono MASSACRARE DI BOTTE!!!….Se nessuno ve lo ha ancora detto: “Siete dei PISC—–!!!”
    VI AUGURO IL MALE PIÙ BRUTTO CHE ESISTA!!!…Giannella, tu e tutti i p—– che come te volevano diventare i nuovi boss di stó —, ma vi siete mai chiesti una cosa?! Senza una pistola in mano, chi siete?!…Le palle ce le avete?!…SIETE NIENTE!!!…SIETE SOLO M—DA!!!…SPERO CHE AD UNO AD UNO VERRETE A—I!!!…Non ho mai augurato il male a nessuno! MA A VOI VI AUGURO OGNI MALE!!!

Lascia un commento




Commenti recenti

  • lalla: ho capito, ma come? Risparmio si, ok. Ma una volta accumulato un po' di denaro dove lo inv...
  • monsmontis: Non c'è conflitto c'è sintonia di interessi! Merxxxi basxxxi, sono sempre gli stessi e ...
  • Elisabetta: E' assurdo pagare € 20,00 per partecipare al concorso ed è ancora più vergognoso prom...
  • Antonio Matteo: Che bei tempi e che bei ricordi, cosa darei per tornare almeno un attimo ai quei giorni. ...
  • ciro: ma che fate mettete una foto recente .....in bianco e nero...