Politica

AQP, M5S “Consiglio promuova ripubblicizzazione”

Di:

Bari. “Il futuro dell’Acquedotto pugliese per il M5S è uno solo: la trasformazione in ente di diritto pubblico. Così è stato deciso dai pugliesi con il voto al referendum del 2011, abrogando l’articolo 23 bis della 33 del 2008 che limitava la possibilità agli enti locali di ricorrere all’in house” così gli otto consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno tirato le somme in merito al destino dell’Acquedotto pugliese, gestore del Servizio Idrico Integrato fino al 31 dicembre 2018. Nel corso della conferenza stampa di questa mattina i pentastellati hanno mostrato, dati alla mano, le numerose contraddizioni del presidente Emiliano che, nonostante diverse promesse ed impegni anche ufficiali in merito all’istituzione di un tavolo tecnico per la ripubblicizzazione di Aqp, non ha mantenuto la parola data, arrivando perfino qualche giorno fa a negare, rispondendo ai comitati, qualsiasi possibilità di ripubblicizzazione o di convocazione del tavolo tecnico.

“Altro che “politico di sinistra” – incalzano i cinquestelle – sulla vicenda AqP Michele Emiliano ha dimostrato di non nutrire alcun interesse: per l’opinione dei cittadini espressa nel 2011; per i lavori del consiglio regionale, avendo lasciato trascorrere i 180 giorni richiesti per l’attuazione di una mozione votata all’unanimità dall’intero Consiglio; per la partecipazione, dal momento che un tavolo permetterebbe il coinvolgimento anche di cittadini e associazioni interessate e tantomeno ha mostrato interesse per la difesa dell’acqua pubblica e di Acquedotto pugliese che, sembra sempre più lontano dalla ripubblicizzazione richiesta dai pugliesi con il referendum del 2011. Evidentemente il consenso popolare, che tira in ballo con raccolte firme e referendum, gli interessa solo quando gli fa comodo politicamente. Come spesso accade alle parole di Emiliano che servono solo a guadagnarsi titoli di giornale e comparsate negli studi tv nazionali, non seguono i fatti. Ma se il Presidente pensa ancora una volta di trattare la Puglia come “cosa sua” si sbaglia di grosso. Se si rifiuta di convocare il tavolo tecnico, a questo punto bypasseremo la sua volontà e chiederemo che ad istituirlo sia quello stesso Consiglio che il 1 agosto ha votato all’unanimità la nostra mozione”.

I cinquestelle hanno ricordato come, oltre al mancato rispetto della mozione approvata dal Consiglio, diverse sono state le “mosse di Emiliano” che in questi mesi hanno dimostrato una volontà politica di svendere il Servizio Idrico Integrato evidentemente anche con l’intento di crearsi un po’ di alleati politici illustri in vista della sua scalata interna al PD: la nomina a Presidente di AqP dell’ing. Nicola De Sanctis, con un curriculum di A.D. di Iren e di Presidente di E.on Italia ed il seguente tentativo di ratificarne l’assunzione in pianta organica quadruplicandone lo stipendio, insieme ad altri 4 dirigenti, (ipotesi al momento scongiurata anche grazie all’intervento del M5S), il passaggio delle funzioni irrigue dai Consorzi di Bonifica ad AqP evidentemente con lo scopo di rendere più succulento per i privati il “pacchetto Acquedotto” e adesso la possibilità di voler passare le quote ai Comuni: “una finta ripubblicizzazione” – hanno commentato i cinquestelle – dal momento che sarebbe a quel punto quasi impossibile controllare ed impedire ai comuni di svendere le quote ai privati”.

“Noi del M5S non siamo rimasti a guardare – proseguono – e oltre a richiedere l’istituzione del tavolo tecnico con la mozione di cui sopra e ad ottenere il rinvio delle assunzioni del presidente e dei 4 dirigenti, abbiamo depositato numerose richieste ufficiali indirizzate al presidente De Sanctis, chiedendo sia il Piano Strategico di Sviluppo di AQP che il Piano di Sviluppo del Personale: documenti che De Sanctis si è sempre rifiutato di fornirci e che probabilmente neanche esistono. Non c’è più tempo: in assenza di qualunque tipo di azione fino al 30 giugno 2018 l’AIP (Autorità Idrica Pugliese) dovrà indire la gara e il Servizio Idrico Integrato passerà al miglior offerente: probabilmente un privato. Chiederemo al Consiglio – concludono – di istituire il tavolo tecnico in attesa che Emiliano esca dagli studi televisivi e si ricordi di governare la Puglia”.

AQP, M5S “Consiglio promuova ripubblicizzazione” ultima modifica: 2017-02-02T14:14:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi