Economia
"L’Italia è il paese europeo dove le tasse crescono più velocemente a fronte di servizi in costante diminuzione"

Istat, pressione fiscale 2014 in salita al 43.5%

"La priorità del Governo e della classe politica deve essere un taglio drastico alle tasse , partendo dalla lotta serrata agli sprechi della p.a."


Di:

Roma – L’Italia è il paese europeo dove le tasse crescono più velocemente a fronte di servizi in costante diminuzione. Lo afferma il Codacons, commentando i dati dell’Istat. “La pressione fiscale è passata dal 41,8% del 2004 al 43,5% del 2014, portando l’Italia ai primi posti della classifica Ue per il peso della tassazione – denuncia il Presidente Carlo Rienzi – In base agli ultimi dati disponibili, infatti, pagano più tasse di noi solo i cittadini di Danimarca (49,3%), Belgio (47,1%), Francia (46,9%), Svezia (44,6%), paesi dove il sistema di assistenza sociale è nettamente superiore al nostro”.

“In sostanza si versano più tasse per coprire deficit e sprechi della pubblica amministrazione, ma in cambio si ricevono meno servizi e di qualità peggiore – prosegue Rienzi – La pressione fiscale abnorme esistente in Italia rappresenta una zavorra per il paese, che peggiora le condizioni economiche di famiglie e imprese e rallenta l’uscita dalla crisi. La priorità del Governo e della classe politica deve essere un taglio drastico alle tasse , partendo dalla lotta serrata agli sprechi della p.a.”.

Redazione Stato

Istat, pressione fiscale 2014 in salita al 43.5% ultima modifica: 2015-04-02T16:39:45+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi