Foggia
Sul posto sono intervenute pattuglie del locale Commissariato della Polizia di Stato

San Severo, agguato, ucciso boss Severino Palumbo

Fatti avvenuti in Corso Leone Mucci poco prima delle 20.30 di questa sera


Di:

Severino Palumbo, foto Mobile Foggia (2012 - SQ)

Severino Palumbo, foto Mobile Foggia (2012 – SQ)

San Severo – Sparatoria in Corso Leone Mucci verso le ore 20.30 di stasera. Agguato mortale contro Severino Palumbo, di 53 anni, ritenuto personaggio di spicco della criminalità organizzata. Secondo una prima ricostruzione fornita dai passanti agli inquirenti, l’attentato si sarebbe consumato nei pressi di un negozio di eleettrodomestici da incasso dove Palumbo si trovava a sostare.

Sul posto sono intervenute pattuglie del locale Commissariato della Polizia di Stato.

Secondo le prime indiscrezioni si sarebbe l’omicidio sarebbe stato consumato da una banda armata di pistole e a volto coperto. Dopo un primo, e tempestivo intervento delle Volanti di San Severo,sul luogo del delitto indaga anche un nucleo della Squadra mobile di Foggia.
Secondo le prime indiscrezioni l’omicidio sarebbe stato consumato da una banda armata di pistole e a volto coperto. Dopo un primo, e tempestivo intervento delle Volanti di San Severo,sul luogo del delitto indaga anche un nucleo della Squadra mobile di Foggia.

Severino Palumbo saltò agli onori della cronaca criminale più efferata del territorio a seguito della maxi operazione “Blitz Sugar” condotta dai Carabinieri con indagini partite nei primissimi anni ’90. Nel 2003 le prime sentenze di condanna pronunciate dal gup del Tribunale di Bari. 15 anni di carcere furono inflitti al Boss Palumbo.

Il processo di primo grado si concluse con rito abbreviato, in tutto con 11 assoluzioni, 6 patteggiamenti e 41 condanne nei confronti di 58 criminali di San Severo accusati a vario titolo di associazione mafiosa, traffico e spaccio di droga, tentato omicidio, estorsioni collegate al fenomeno delle auto rubate, armi, incendi, furti, ricettazione e riciclaggio.

(A cura di Ines Macchiarola – inesmacchiarola1977@gmail.com)

San Severo, agguato, ucciso boss Severino Palumbo ultima modifica: 2015-04-02T21:47:50+00:00 da Ines Macchiarola



Vota questo articolo:
1

Commenti

  • A Foggia (e provincia) non serve la polizia:
    servono le SS, serve la Gestapo.
    Istituzione reato di comportamento mafioso da punire con la pena capitale.
    Poi vediamo se vince ancora e sempre la mafia oppure lo stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi