Manfredonia

Inventario Beni Mobili ed Economato, dopo 57 anni nuovo regolamento


Di:

Un momento della seduta di giunta di ieri (St)

Consiglio comunale Manfredonia (St, archivio)

Manfredonia – DURANTE la seduta di Consiglio Comunale del 20 aprile 2011 è stato approvato un nuovo Regolamento per il ‘Servizio Economato e Inventario dei Beni Mobili’ del Comune di Manfredonia. “Era un’operazione necessaria –spiega l’assessore al Bilancio Pasquale Rinaldi-, dal momento che il regolamento in vigore risaliva al 1954. Abbiamo adeguato, dunque, il documento alle normative più recenti e alle cambiate esigenze dell’Ufficio Economato; inoltre abbiamo cercato di disciplinare il Servizio Inventario dei beni mobili del Comune, in modo da avere sempre un quadro completo e aggiornato sia dei fabbisogni, sia dei beni approvvigionati e relativa spesa”.

Il Servizio di Economato per la gestione di cassa delle spese d’ufficio non rilevanti è gestito da un dipendente incaricato con apposito atto di nomina del Dirigente del Settore Finanziario, che assume la qualifica di Economo. Il nuovo Regolamento ha fissato, per esempio, il tetto massimo di € 300,00, iva inclusa, per le piccole spese d’ufficio da sostenere in contanti per ragioni di funzionalità immediata del bene o del servizio richiesto, anche per andare incontro alle esigenze di funzionamento dei servizi erogati dall’Ente. In particolare, l’Economo Comunale potrà provvedere al pagamento di beni e servizi come acquisto di stampati, modulistica, articoli di cancelleria e materiali di consumo necessari per il normale funzionamento degli uffici e dei servizi.

“Tutti i dirigenti dovranno dare comunicazione al Servizio Economato degli eventuali beni acquistati, che saranno inventariati. In questo modo la gestione dell’Ufficio Economato e Inventario procederà in modo più ordinato e trasparente”, conclude l’assessore Rinaldi.

IL NUOVO REGOLAMENTO Focus


Redazione Stato

http://www.comune.manfredonia.fg.it/files/File/Regolamento%20Economato.rtf

Inventario Beni Mobili ed Economato, dopo 57 anni nuovo regolamento ultima modifica: 2011-05-02T09:51:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This