FoggiaManfredonia
"Il prezzo del grano ormai mortificato dal mercato deve far molto riflettere sulle prospettive"

Coldiretti Foggia: “Politiche e azioni per un’agricoltura competitiva”

Il direttore di Coldiretti Foggia Michele Errico che ha moderato i lavori nell’offrire il suo saluto alla platea ha espresso alcune considerazioni

Di:

Foggia. E’ stato questo il tema dell’assemblea/convegno organizzato da Coldiretti Foggia il giorno 30 aprile in occasione del rilancio della Fiera di Foggia a cui hanno partecipato oltre 400 soci tra dirigenti, giovani e donne imprenditrici. Il tour di incontri territoriali già avviato nei mesi scorsi è stato interrotto da una giornata di riflessione a cui hanno partecipato L’On. Colomba Mongiello e l’Assessore Regionale all’Agricoltura, Leonardo di Gioia. La relazione introduttiva è stata a cura del Presidente Giuseppe De Filippo che ha fornito innanzitutto uno spaccato sulla realtà agricola di Capitanata, con i suoi 550.000 Ha di Superficie agricola utilizzata, le circa 60.000 imprese operanti, la forte vocazione di questo territorio alla cerealicoltura, in particolare grano duro, ma con anche un ormai rilevante posizionamento su orticoltura, olivicoltura, frutticoltura e viticoltura. Il prezzo del grano ormai mortificato dal mercato deve far molto riflettere sulle prospettive, ha proseguito De Filippo, al punto che dobbiamo cominciare a credere fortemente nei percorsi di filiera. Non a caso il Consorzio Agrario del Centro Sud, di cui ormai facciamo parte, può riuscire a svolgere questa funzione di cerniera con il mondo dei trasformatori e chiudere dinamiche di filiera virtuose. Il fronte pomodoro quest’anno si annuncia abbastanza critico, la forte azione di rilancio del distretto, sostenuto anche dal Presidente Nazionale della Coldiretti, Roberto Moncalvo, in occasione dell’incontro tenutosi a Foggia il dicembre scorso, può contribuire una volta per tutte a dare equilibrio al comparto. Altri punti toccati hanno riguardato il tema dell’acqua ed il problema dei carburanti. De Filippo ha concluso il suo intervento ringraziando per la massiccia presenza tutti i soci e naturalmente rivolgendo un caloroso ringraziamento anche l’On.Mongiello, l’Assessore di Gioia ed il Prof.Nardone, anch’egli presente tra i relatori, oltre che il Presidente ed il direttore regionali, Cantele e Corsetti.

Il direttore di Coldiretti Foggia Michele Errico che ha moderato i lavori nell’offrire il suo saluto alla platea ha espresso alcune considerazioni e proprio sottolineando la capacità di Coldiretti di saper oltre che protestare anche proporre, ha subito girato la parola al collega Corsetti che ha ritenuto opportunamente cogliere l’occasione proprio per presentare un progetto di legge regionale sulla difesa del suolo. E infatti Corsetti incalza, in Puglia, la percentuale di consumo di suolo è tra il 7 e il 9%, la più alta d’Italia. Si passa dai 21.830 ettari di suolo consumato a Foggia (3,1%) ai 33.285 di Lecce (11,9%), passando per Taranto (7,9%), Bari (8,1%) e Brindisi (8,3%) secondo i dati dell’ultimo rapporto dell’ISPRA.

“Il Disegno di Legge che presentiamo oggi all’Assessore regionale all’Agricoltura – ha spiegato Corsetti– prende le mosse proprio dalla pericolosa avanzata della copertura artificiale del nostro territorio. Con il dispositivo legislativo intendiamo valorizzare i terreni agricoli e promuovere l’attività agricola, il paesaggio e l’ambiente, al fine di impedire che il suolo – bene comune e risorsa non rinnovabile – venga sottratto alla sua utilizzazione agricola e stravolto nelle sue connotazioni naturalistiche attraverso l’eccessivo consumo. E’ la volta del Prof. Gianluca Nardone, Direttore dell’Assessorato Regionale all’agricoltura, che fornisce il suo contributo sulle misure del Psr già emanate e sulle altre a seguire, annunciando anche una certa rigidità dell’Ente nella valutazione dei progetti. L’Onorevole Mongiello, complimentandosi per la significativa partecipazione spinge invece sulla necessità della etichettatura e della tracciabilità nel comparto olivicolo. Quanto fatto sino ad oggi, e non è poco, ancora non basta e per di più evidenzia quanto sia necessario per la Regione Puglia, prima regione produttrice di olio, saperlo anche imbottigliare e recuperare il valore aggiunto che si perde altrove. A questo punto il Presidente Cantele è chiamato ad esprimere le sue considerazioni, e non manca il suo apporto fornendo uno spaccato sui temi caldi che riguardano la Puglia tutta, dal problema dell’acqua, molto sentito nel sud della Regione, a quello della xilella, cosi come per la difesa passiva, e senza tralasciare quello della bruciatura delle stoppie, invocando una rivisitazione della legge. Conclude con alcune considerazioni sull’altra proposta di legge di Coldiretti Puglia sull’Agricoltura sociale che si prefigge l’inserimento socio-lavorativo di soggetti svantaggiati, disabili e minori in età lavorativa inseriti in progetti di riabilitazione sociale mediante le risorse materiali e immateriali dell’agricoltura, attraverso le opportunità della multifunzionalità e il grande spirito innovativo e di inclusione sociale dimostrato anche dai giovani imprenditori agricoli”.

A questo punto il direttore Errico nel cedere la parola all’Assessore di Gioia sottolinea quanto alcune considerazioni dallo stesso già fatte in altre circostanze siano di estremo significato per il settore agricolo, il riferimento è alla capacità di saper sviluppare il marketing territoriale, ed in proposito il mondo agricolo, il mondo Coldiretti, è consapevole di aver contribuito allo sviluppo del territorio con la crescita del settore turistico e non solo, è ora che gli altri settori tengano conto del valore dell’agricoltura, volano dell’economia della Puglia. L’Assessore di Gioia esordisce con un sentito ringraziamento – è la prima volta in questa Kermesse – che la Sala del Palazzo dei Congressi è stracolma, evidentemente solo Coldiretti poteva riuscire a dare questo calore e questa testimonianza. Nel suo intervento si è soffermato molto sul Psr, esortando gli imprenditori a non strafare, a saper tarare i progetti. Nelle conclusioni ancora una volta ha apprezzato la capacità che Coldiretti Puglia ha avuto nel saper tenere un dialogo costante con l’assessorato, volto alla ricerca della verità, e alla ricerca del buon fare. La giornata si è conclusa nel Padiglione espositivo della Fiera dove Campagna Amica Foggia ha organizzato una ricca degustazione dei prodotti tipici del territorio.

Redazione Stato Quotidiano.it

Coldiretti Foggia: “Politiche e azioni per un’agricoltura competitiva” ultima modifica: 2016-05-02T13:18:06+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi