FoggiaManfredonia
"La città di Foggia per cinque giorni è stata una vera e propria agorà per parlare di agricoltura e di politiche agricole a tutto tondo"

Di Gioia, Fiera Foggia: “Un’agorà delle politiche agricole”

"Da Foggia – conclude di Gioia – è partito un vero e proprio road show dedicato al mondo rurale per raccontare il Programma di Sviluppo Rurale e le opportunità che esso offre"

Di:

Foggia. “La città di Foggia per cinque giorni è stata una vera e propria agorà per parlare di agricoltura e di politiche agricole a tutto tondo. Una piattaforma d’incontro che ha messo insieme produttori, tecnici, organizzazioni di categoria, associazioni agricole e agroalimentari, soggetti pubblici come il Corpo Forestale dello Stato, l’Arif, la Asl, la rete delle Masserie didattiche e tanti altri importanti attori protagonisti del mondo rurale e non solo della nostra Regione”. E’ il commento dell’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, a chiusura della 67esima Fiera Internazionale dell’Agricoltura e Zootecnia di Foggia (dal 27 aprile al 1 maggio 2016). “Non è stato solo un mero evento fieristico – prosegue -, ma un vero e proprio contenitore culturale per gli addetti ai lavori, e non, al fine di approfondire tematiche legate all’agricoltura. Come Assessorato regionale abbiamo colto questa importante occasione, storico appuntamento di settore, per parlare, per la prima volta, del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, alla presenza dell’Autorità di gestione, Gianluca Nardone, e di funzionari regionali, i quali, con un approccio tecnico hanno contributo a chiarire contenuti di un documento strategico dei prossimi otto anni per i territori rurali e costieri della nostre Regione, per le imprese e le persone che li vivono. Con personalità della politica nazionale, come il vice ministro Olivero, il sottosegretario e il direttore del Mipaaf, Castigione e Rigillo, insieme agli assessori della Commissione Politiche agricole (che si è riunita proprio a Foggia) si è cercato, altresì, di inquadrare le nostre politiche regionali in un contesto più ampio. Il Governo nazionale, difatti, d’intesa con le Regioni, sta per deliberare sulla ripartizione delle Misure e delle relative risorse previste dal Fondo europeo per la pesca e le attività marittime 2014-2020. Una modalità di distribuzione delle risorse di cui, difatti, si è discusso proprio in occasione del convegno dedicato al Feamp, lo scorso 28 aprile a Foggia. E di respiro nazionale è stato anche il workshop sul Piano Olivicolo varato di recente dal Governo, alla presenza dell’onorevole Mongiello”.

“Tanti i seminari tecnici dedicati ai bandi del PSR 2014-2020 già pubblicati e in procinto di esserlo. Numerosi anche i convegni sulle filiere agroalimentari, dell’olio, della cerealicoltura, e quelli sui macchinari agricoli e sulle sistemazioni idrauliche, ovvero i consorzi di bonifica, come organismi da ripensare e innovare ma centrali per un’agricoltura moderna, efficiente ed efficace. Perché in grado di rendere la terra fruibile e sicura per l’attività di contenimento della acque piovane e per l’adeguamento infrastrutturale idrico”. “Sono certo sia stato un momento importante di promozione della Fiera di Foggia per il territorio Dauno: l’affluenza, di grandi e piccoli, nella cinque giorni fieristica, è stato un elemento tangibile dell’interesse verso una manifestazione come questa, se pur di settore, ma che ci conferma quanto il tema dell’agricoltura sia cruciale per la nostre Regione.

Da Foggia – conclude di Gioia – è partito un vero e proprio road show dedicato al mondo rurale per raccontare il Programma di Sviluppo Rurale e le opportunità che esso offre. Saranno, difatti, organizzati, eventi itineranti nei diversi capoluoghi pugliesi per promuovere quanto più possibile uno strumento che ha in sé una dotazione di 1 miliardo e 600 milioni che rilancerà la nostra economia e in grado di generare investimenti per oltre 2,1 miliardi di euro. Eventi di diffusione saranno organizzati con gli uffici provinciali dell’agricoltura e con il coinvolgimento, tra gli altri, di organizzazioni datoriali di settore”. (com.)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This