SportStato news
Le parole del Mister: «Il Monaco è molto pericoloso ed è cresciuto offensivamente rispetto a due anni fa. Jardim sta facendo un grande lavoro»

Allegri “Sappiamo cosa fare”

Di:

Torino. I temi tattici, l’approccio alla sfida, il rispetto per gli avversari: questi sono stati i temi trattati da Mister Massimiliano Allegri, durante la conferenza stampa pre partita.

IL CAMBIO A CENTROCAMPO
Al posto di Khedira, squalificato, sarà in campo Marchisio: «Perderemo qualche chilo ma guadagneremo in movimento – spiega Allegri – Fra l’altro Marchisio sta molto bene in queste ultime settimane, è cresciuto e sarà un “acquisto” importante».

DAL CAMPIONATO ALLA COPPA
«Certo è un bene arrivare a questa partita avendo ancora incrementato il vantaggio sulla Roma, ma nella pratica non sarebbe cambiato nulla: tornati da Monaco avremo due giorni per preparare il derby, altra partita importante». Ma oltre a guardare all’immediato futuro, Allegri torna con il pensiero a Bergamo: «Non dovremo ripetere gli errori fatti nel primo tempo a Bergamo, nel quale abbiamo giocato troppo lunghi: il Monaco è molto, molto pericoloso».

A PROPOSITO DI MONACO
Apre con una battuta, il Mister: «Non ha mai perso? Speriamo in una prima volta!». E poi l’analisi: «Sono molto diversi da due anni fa. Allora erano più solidi difensivamente, adesso invece sono molto pericolosi davanti, hanno grandi campioni come Falcao, che sta tornando ai suoi livelli pre infortunio, giocano molto bene sulla velocità, sulle verticali, con terzini di valore, centrocampisti di qualità». E poi su Jardim: «Da anni fa un lavoro straordinario: adesso si gioca una finale di Champions ed è davanti in campionato al Psg, che era una delle squadre favorite in Europa».

Jardim e Jemerson in conferenza stampa: «Si deciderà tutto a Torino, domani cercheremo di vincere e non prendere gol»

I nostri avversari di domani sera sono coscienti della difficoltà e, ovviamente, dell’importanza di una sfida come la Semifinale di Champions League. Così Jardim e Jemerson presentano la partita contro la Juve.

IL TECNICO JARDIM
«Sarà una partita non decisiva, perché tutto si giocherà a Torino. Ai miei ragazzi dirò che devono lottare 90 minuti, essere organizzati, attenti. Io sono ottimista, un allenatore non può non esserlo, dobbiamo segnare e vincere la prima partita, senza prendere gol e segnando».

Sulla Juve: «Sono molto organizzati, forti offensivamente e difensivamente, sono esperti ed è difficile affrontarli. Dovremo stare attenti e cercare di puntare sul contropiede; la Juve non pensa a noi di certo come la squadra che ha segnato sei gol al Dortmund e anche noi dobbiamo resettare la loro vittoria con il Barcellona. Siamo due squadre con uguale ambizione, per noi la semifinale è un’avventura ma anche il coronamento di un lungo lavoro».

http://www.juventus.com/it/news/news/2017/conferenza-stampa-allegri-monaco.php



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This