Manfredonia
"Ovviamente siamo in una fase avanzatissima degli accertamenti, ma non definitiva, quindi le cautele sono d’obbligo"

Messa in mora, Caratù “Impreparazione, arroganza e ambizioni personali”

"Questi consiglieri dimenticano che le scelte e le conseguenze dei propri atti sono sempre personali senza vincolo di mandato"

Di:

Manfredonia, 2 giugno 2017. Il Vice Procuratore Generale della Corte dei Conti Puglia ha intimato a restituire la somma di euro 4.304.319,97, illegittimamente riconosciute e pagate all’A.s.e. s.p.a. Tramite il segretario Generale del Comune di Manfredonia con regolare messa in mora a 35 presunti responsabili tra Dirigenti, Amministratori, Consiglieri Comunali, Revisori, “rei” di aver espresso voto favorevole ai relativi provvedimenti.

Confermando dunque, e ancora una volta, come nella passata amministrazione, il Consiglio Comunale abbia lavorato pochissimo e male.

Ovviamente siamo in una fase avanzatissima degli accertamenti, ma non definitiva, quindi le cautele sono d’obbligo. L’aspetto più inquietante e paradossale è che si chiede la restituzione di questa ingente somma non a chi li ha effettivamente presi e spesi, producendo documentazione probatoria tale da giustificare la richiesta. Ma viene chiesta, a chi poco avvezzo a argomentazioni di natura contabile, amministrativa, e giuridica, votava acriticamente o per appartenenza politica o per fedeltà alla persona potente che al momento influenzava le scelte politiche della città. Mi dissocio dall’idea comune che una delle motivazioni possa anche essere il gettone di presenza che viene riconosciuto ai consiglieri per la presenza nelle commissioni Consiliari e per le sedute di Consiglio tali da essere intese come integrazione al reddito personale, idea molto forte nel sentire comune ma da me rifiutata.

Questi consiglieri dimenticano che le scelte e le conseguenze dei propri atti sono sempre personali e senza vincolo di mandato. Come elettori ci dobbiamo porre seriamente il problema di come eleggiamo i nostri rappresentanti, delle modalità con le quali valutiamo le competenze, le capacità e le esperienze politiche.

La risposta è davanti agli occhi. Entrando nello specifico, a parziale giustificazione dei Consiglieri Comunali, ma questi a supporto della loro decisione sono stati sufficientemente informati e documentati? Sono state allegate alla proposta di approvazione tutti gli atti che come vediamo erano pretese vecchie di vent’anni, quando addirittura l’a.s.e. s.p.a. non esisteva! Sappiamo benissimo che la documentazione spesso veniva allegata anche 24/48 ore prima. Tempo insufficiente per molti consiglieri, che certamente hanno responsabilità politiche, incuranti di come, l’uomo solo al comando, gestiva quest’enorme flusso di denaro.

ph comune manfredonia (immagine d'archivio)

ph comune manfredonia (immagine d’archivio)

È sintomatico leggere in un report dell’amministratore unico come considerava i rapporti economici tra Azienda/Proprietà – L’assemblea della società approvava un bilancio con un corrispettivo determinato a carico del Comune; – Il Consiglio Comunale, in fase di approvazione della propria previsione di bilancio, riduceva il corrispettivo da erogare all’Azienda; – L’azienda a fine anno fatturava comunque il corrispettivo previsto nel suo bilancio, a prescindere dalla effettiva erogazione da parte della P.A Ora com’è possibile che un uomo solo al comando incurante del volere del comune proprietario, che ogni anno preventivamente gli adeguava il corrispettivo, che per statuto egli stesso era tenuto a rispettare adeguando i propri costi. Incurante come se i bilanci Comunali fossero carta straccia, richieda vent’anni di arretrati.

Com’è possibile che dei Consiglieri Comunali, preparati, umili al servizio della collettività abbiamo riconosciuto e pagato questa ingente somma in contrasto con i loro bilanci di previsione? Encomiabile è stato il comportamento dei consiglieri Troiano e Correale da sempre contrari al riconoscimento di queste pretese. Per le modestissime conoscenze giuridiche e contabili che ho, il Consiglio Comunale non poteva e non doveva riconoscere questi debiti fuori bilancio, perchè lo stesso Consiglio era a conoscenza delle pretese dell’a.s.e. e nei bilanci comuali di previone, gli stessi consiglieri prendevano atto della pretese e ne adeguavano gli importi. Il responsabile politico di questo disastro si faccia da parte.

(A cura di Giovanni Caratù, Manfredonia 02.06.2017)

—–
focus
Messa in mora, la nota stampa del Comune di Manfredonia

atto integrale (31.05.2017)



Vota questo articolo:
14

Commenti


  • Umile cittadino

    Sono milioni di euro e non chili di arachidi e lupini. Erano maggiorenni e vaccinati, nel caso fossero colpevoli, dovranno risarcire il danno. La politica non e solo la gestione del potere ma è principalmente esercizio della democrazia possibilmente senza arrecare danni.


  • Ex dattilografo

    Voglio vedere chi ha l’ardire di contraddire l’operato della Corte contabile…arriverebbero squadroni di ispettori a rivoltare come un calzino tutte le contabilità…


  • Remo Bastone

    Forza magistrati della Corte dei Conti, i cittadini manfredoniani (liberi) e ne sono tanti, sono con voi pronti a manifestare in piazza. Che la legge sia applicata in modo severo e senza sconti…..penso a tutti quei disoccupati del CONTRATTO D’AREA che devono pagarsi il mutuo e mantenere famiglie intere che ormai sono senza lavoro. Penso a tutti quei manfredoniani onesti che faticano a portare il piatto in tavola e non possono permettersi una vita dignitosa….a tutti quei genitori che non possono far studiare i figli perché non hanno i soldi per mandarli a studiare……che la legge sia applicata severamente. Forze d’opposizione unitevi e convocate una manifestazione pubblica per il 7 giugno prossimo.


  • Antonio correale

    Caro Giovanni le tue verità ed i tuoi consigli rivenienti dalle tue competenze dovevano essere ascoltate da anni. Complimenti per la tua chiarezza.


  • DO YOU REMEMBER?

    Un dubbio.

    Ma, se ricordo bene, Giovanni Caratu’, alle elezioni amministrative del 2010, sostenne anche lui la candidatura dell’attuale sindaco Angelo Riccardi.
    Poi mi sembra di ricordare che Caratu’ fu sospeso dal partito dell’UDC, ma non perchè disse a qualcuno di essere contrario all’approvazione della delibera in contestazione, ma perchè avrebbe voluto che Matteo Troiano fosse stato nominato assessore al posto di Gallifuoco. Quindi non prese le distanze da quella Amministrazione perchè la ritenne impreparata ed arrogante. Anzi… Probabilmente avrebbe continuato volentieri a sostenere Riccardi e la sua Amministrazione, se non fosse stato sospeso dal ruolo di commissario dell’UDC o se il suo amico Matteo Troiano fosse diventato assessore. O mi sbaglio???
    Qualcuno mi aiuti a ricordare meglio cosa accadde all’epoca…


  • I consiglieri non sono responsabili!

    Premesso che si tratta di una semplice costituzione in mora, tra l’altro generica e – a mio avviso – giuridicamente non valida, poichè nulla dice in ordine alle eventuali e presunte irregolarità e illegittimità che sarebbero state commesse (solo Caratu’ e Magno credono di sapere tutto, anche senza i documenti che attestino qualcosa in questo senso. Come fanno ?! Boo!).
    In ogni caso, un processo ancora non c’è stato e personalmente credo che mai ci sarà. Di sicuro non in capo ai consiglieri comunali che hanno votato quella delibera in assoluta buona fede.
    Per legge solo i pubblici amministratori che con dolo o colpa grave, in violazione di precostituiti obblighi giuridici ed in assenza di circostanze esimenti, causano un danno patrimoniale all’ente (del quale sono per l’appunto amministratori; mi riferisco a comune, provincia, regione), sono tenuti a risarcire il danno arrecato.
    Adesso spiegatemi voi se l’esistenza già solo dei pareri di regolarità tecnica e contabile favorevoli non sono un’esimente sufficiente a NON ritenere responsabili di danno per dolo o colpa grave i consiglieri comunali?! Secondo me, SI’!!! E’ una causa di giustificazione più che sufficiente!
    E poi tante storie per che cosa?!?!
    I soldi sono andati sempre al Comune, o meglio ad una azienda completamente partecipata dallo stesso Comune! Mica se li sono messi in tasca altri… Quante storie che fate… Vedrete, la Corte dei Conti non metterà sotto processo nessuno, quando si sarà resa conto di aver mal interpretato l’accaduto.

  • I consiglieri non sono responsabili???

    Oltre a Caratu’ e Magno (da lei nominati), mi sa che anche lei crede di sapere tutto.

    Ci sono precedenti in cui i consiglieri comunali sono stati condannati a risarcire i danni. Quindi, l’accusa è arrivata, nessuno è stato ancora condannato, ma nessuno è stato neanche assolto.

    http://iltirreno.gelocal.it/pisa/cronaca/2014/10/18/news/ex-consiglieri-condannati-a-risarcire-il-comune-1.10141701


  • "La bufala delle scie chimiche di Lannes" non capisce niente

    Nessuno ha scritto che i consiglieri comunali non possono essere condannati. Evidentemente non sapete neanche leggere, oltre che scrivere. Solo che in questo caso, essendoci solo colpa lieve e l’esimente dei documenti allegati (dal cui contenuto si sono tratte valide ragioni per votare a favore) e dei pareri favorevoli espressi dagli organi competenti che verosimilmente potrebbero aver indotto in errore, in maniera incolpevolmente, i consiglieri comunali che hanno votato la delibera, questi ultimi non verranno mai condannati e probabilmente mai neppure processati. Inoltre resta il fatto che sono tutti assicurati, per cui di che cosa vi state a preoccupare?! Siete solo buoni a creare inutili allarmismi pur di avere un po’ di scena, ma tanto i cittadini conoscono i consiglieri comunali che hanno fatto eleggere, la loro preparazione, le loro competenze e soprattutto la loro buona fede, e continueranno a votare per loro. Mentre Magno, se non si fosse candidato sindaco, chissà se sarebbe mai riuscito a farsi eleggere consigliere. Caratu’, poi, che non è stato buono a farsi eleggere consigliere neppure come candidato sindaco. Ma di che vogliamo parlare. La prossima volta ci saremo sempre noi. Sappiatelo!


  • Arturo

    Vogliamo sapere che fine hanno fatto quei benedetti 4,3 milioni € e perché hanno fatto altri mutui per svariati milioni di euro. È nonostante tutti questi milioni, l’ase è in una situazione economica disastrosa, cioè piena di debiti !!! C’è qualcosa di strano!!!


  • Il bue che dice all'asino cornuto

    Ma come si fa a parlare di accusa quando non si sa ancora se qualcuno sara’ processato?!?! Io mi fido dei consiglieri comunali. Non mi fido di chi parla di impreparazione, arroganza e ambizioni personali quando se non ha votato o fatto votare quella delibera, e’ stato solo perche’ non aveva avuto l’assesorato. Il bue che dice all’asino cornuto, in poche parole… Ciao, ciao Caratu’… Ah Ah Ah


  • Celestino l'Africano fratello di Pasqualino il porcellino

    Carissimo personaggio che ti ostini a screditare la messa in mora della Corte dei Conti, sembri essere molto interessato alla questione, ma purtroppo penso proprio che ti stai sbagliando e pure di tanto. Poi per curiosità, di quale assicurazione parli? Mi potresti indicare quale assicuratore fa polizze contro responsabilità da “danno erariale”? Penso che nessun assicuratore al mondo si sognerebbe neanche l’idea. Aspettiamo il processo – al solo pensiero correrei in Africa senza più tornare per servire gli affamati – e che paghi chi ha sbagliato, fino all’ultimo centesimo.


  • cittadino

    Forse nella vicenda c’è un grande o più di uno assente…..
    Quella struttura, per quanto si è sempre detto, è stata da sempre un’isola felice ed un feudo politico prima della DC e poi di altri partiti e nello stesso tempo un compromesso storico di spartizione alla Cercelli.


  • siete ignoranti come capre

    “Celestino” sei ignorante. Contro il rischio del danno erariale, sono quasi tutti assicurati: dal sindaco agli assessori, dal segretario generale ai dirigenti etc etc… Documentati prima di scrivere cavolate come quelle che state scrivendo nei commenti sulle responsabilità di chi in realtà, almeno fino ad ora, NON è stato accusato dalla Corte dei Conti proprio di un bel niente.


  • Luca

    Bravo Cittadino, è ora di scoperchiare quel feudo!!! Sono sicuro che molti -già non dormono più la notte- Il bello deve ancora arrivare!! Siamo solo all’inizio….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi