Manfredonia

Concessioni demaniali, Anci, Upi e Regioni chiedono chiarezza a Governo

Di:

Castiglione (UPI) (foto Emiliano Grillotti)

Roma – REGIONI, Province e Comuni chiedono un incontro al Governo e sostengono la necessita’ che l’Esecutivo nazionale chiarisca finalmente alcune questioni pregiudiziali e dia risposte ad una serie di istanze ‘finora rimaste prive di posizioni chiare e certe’ sulla vicenda della direttiva servizi (Bolkestein) e sui pesanti riflessi che la situazione di incertezza sta generando nei confronti di un settore che conta oltre 30 mila piccole e medie imprese. Di questo hanno discusso il 26 giugno a Roma – presso la delegazione della Regione Abruzzo – le commissioni regionali del Turismo e del Demanio, Mauro Di Dalmazio e Marylin Fusco, insieme con i delegati Anci, Luciano Monticelli, e Upi, Angelo Vaccarezza.

Regioni, Province e Comuni chiedono innanzitutto di sapere quale sia lo stato del confronto con la Commissione Europea e se c’è stata interlocuzione, o se il Governo ha intenzione di avviarla, per valutare la possibilità dell’esclusione delle concessioni dalla applicazione della direttiva e, in caso di esito negativo, quali siano i motivi ostativi in tal senso.

In secondo luogo, dando seguito a tutti i passaggi ed accordi istituzionali intervenuti sulla vicenda nel corso del tempo, i rappresentanti di Regioni, Anci e Upi invitano il Governo ad avviare un confronto con le Regioni e gli altri livelli istituzionali sui contenuti di eventuali provvedimenti normativi, prima che gli stessi vengano presentati formalmente per le intese. Per discutere di queste vicende è stata infine rinnovata la richiesta di un incontro urgente ai ministri interessati.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi