Manfredonia

Napolitano agli azzurri: come l’Italia, c’è molto da fare (Vd-ft)

Di:

Il presidente Napolitano con Prandelli (st)

Roma – “TUTTI sapevano, tutti sapevamo che voi eravate partiti per Danzica, per la Polonia, per i campionati europei, non dimenticando quali tensioni e quali cadute avesse conosciuto – e stia d’altronde ancora attraversando – il mondo del calcio in Italia”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione dell’incontro con la Nazionale di calcio che ha partecipato ai campionati Europei 2012.

“Siete partiti – ha aggiunto il Capo dello Stato – con una squadra nazionale appena ricostruita con tanta sagacia, ancora in fase di assestamento, che ha davanti a sé ancora tanta strada da percorrere, per cambiare ulteriormente e rinnovarsi fino in fondo. Avete ottenuto dei risultati straordinari che, francamente, pochissimi credo potevano mettere in conto nella partita iniziale: una partita così decisiva, così incerta e così illuminante, a cui ho avuto la fortuna di poter presenziare. C’è molta strada ancora da fare, c’è da cambiare ancora molto, abbiamo alle spalle dei momenti difficili, e quando dico queste cose mi domando: ma sto parlando del calcio o sto parlando dell’Italia? Badate bene che i discorsi si somigliano molto, e in questo senso ha avuto anche un così grande significato e una così grande presa sull’opinione pubblica, sugli italiani, la vostra straordinaria impresa”.

“Ebbene – ha concluso il Presidente Napolitano – ci rivedremo, perché si deve andare avanti. Prandelli stamattina ha sciolto i dubbi, e guai se non li avesse sciolti: avrei protestato. Io non ho mai giocato al calcio, e quindi non posso misurare la fatica e la tensione che questi europei sono costati ad ognuno di voi fisicamente, psicologicamente, moralmente; però sono stato in grado di cogliere la passione che vi ha animato, la passione che vi ha guidato, il senso della Nazione, l’amore per l’Italia. Questo veramente è stato il più grande regalo che avete fatto a tutti noi, a cominciare da me”.

VIDEO
Photogallery



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi