Manfredonia
Replica ad una lettera pubblicata in giornata da una cittadina che si era rivolta all'Ase per il recupero dei Raee.

Dicembrino: mi scuso se c’è stato disservizio, invito a collaborare

"Sarei felice di poter ospitare la signora firmataria dell'articolo nella sede dell'Ase di Manfredonia, o in un qualsiasi altro luogo pubblico, per chiarire qualsiasi dubbio o questione"


Di:

Manfredonia – ”SE quanto riportato dalla signora corrisponde al vero mi scuso anticipatamente. Verificherò presto le indicazioni presenti nell’articolo di stampa. Detto questo, mi sembra eccessivo comunque originare una situazione di allarmismo in un paese dove non sussiste l’emergenza riportata. Da qui sarei felice di poter ospitare la signora firmataria dell’articolo nella sede dell’Ase di Manfredonia, o in un qualsiasi altro luogo pubblico, per chiarire qualsiasi dubbio o questione. Naturalmente lo stesso invito è rivolto a tutti i detrattori dell’Ase spa che mi pare siano pochi, minimi, rispetto ai circa 60.000 abitanti di Manfredonia. L’Ase non è un’azienda che sta al servizio di tutti in modo indiscriminato, ci sono dei serrvizi che possiamo svolgere, altri sono degli abusi commessi dai cittadini nell’usufruire del servizio”.

Difatti “il recupero dei rifiuti ingombranti non avviene come pensano molti cittadini. Si parla di un servizio a pagamento, su richiesta e dietro la determinazione di un prezzo. Nonostante questo fino ad oggi non abbiamo mai adottato questa procedura e il servizio è svolto gratuitamente. Questo ci deve essere dato merito. Restiamo a dispiosizione di chiunque voglia comprendere come funzionino le attività dell’Ase che, come tutte le aziende del mondo, può anche non essere totalmente efficiente in determinate situazioni”.

Lo dichiara a Statoquotidiano l’Amministratore Unico dell’Ase Spa Giuseppe Dicembrino in replica ad una lettera pubblicata in giornata da una cittadina che si era rivolta all’Ase per il recupero di alcuni rifiuti.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Dicembrino: mi scuso se c’è stato disservizio, invito a collaborare ultima modifica: 2015-07-02T22:45:29+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
18

Commenti


  • Nina

    Infatti io una volta dovevo smaltire il mio frigorifero. Ho chiamato l’ase e mi hanno detto di far trovare il frigo fuori al portone. Sono arrivati in mattinata


  • Rosina

    Carissimo Dicembrino , non era proprio il caso di scusarsi , non ne vale la pena , siamo a Manfredonia . In questo paese puoi fare mille cose per bene , diranno sempre che nulla è stato fatto bene .di cosa vogliamo parlare , del nulla


  • Carlo rossi

    Gratuitamente!!! Ma abbia la dignità di tacere. Quanti soldi ha peso l’Ase in più rispetto alla copertura per il “disservizio” offerto.? Perché nn spiega quante centinaia di migliaia di euro avete percepito dai cittadini senza offrire servizi? Vedi Siponto…..e tutta riviera Sud. Ora anche qualche milione..si milione per il verde pubblico….non fate una pulizia /igienica zone ai cassonetti da anni…nessuna derattizzazione. ..in tantissime zone nn ci sono gli operatori con “ramazze” da anni…I controlli sono più dei controllati…ma faccia il piacere continui a tenere stretta la sua poltrona. SARÀ SCARICATO COME …..


  • Francesco Russo

    E’ segno evidente che siamo molto arretrati sul piano civiltà. Abbiamo ancora gente che butta per terra il pacchetto delle sigarette e che non ristpetta i suoi simili e se stesso. Ci sono sempre i cretini furbetti che lasciano di tutto vicino alla pattumiera e non sanno che arrecano degrado all’ambiente.
    Una volta ho chiamato L’ASE per sbarazzarmi di qualche computer, scrivanie vecchie e divano e mi hanno dato appuntamento alle ore 12 del giorno seguente sotto casa mia. Mi hanno anche aiutato a trasportare gli oggetti da casa mia . Insomma, basta chiedere con gentilezza e si ottiene. Dobbiamo essere puliti prima noi perché la città é nostra.


  • Fitonza

    Chi poteva essere!!!!


  • Alfonso

    Io quando ho chiamato hanno sempre risposto di far trovare le cose giù al portone e sono venuti a prenderle. Comunque grazie per la precisazione.

  • Perché non mettete a disposizione un numero verde per segnalare gli spazzini che passano solo due volte a settimana e che quando passano passano metà del loro tempo a chiacchierare?


  • gino

    sig.dicembrino in via g. di vittorio è da venerdì scorso che nn passa l’operatore chiamamolo così, datti una sveglia la via di vittorio è la strada principale di manfredonia è uno schifo.


  • antonella

    Se qualcuno vuole mettere in dubbio la mia parola, posso far pubblicare sulla testata le registrazioni delle teefonate fatte agli operatori dell ase. Quando ho chiamato non mi e’stato dato appuntamento, tutt’altro. Quindi tacere è meglio.


  • antonella

    X quello/a che si nikka fetenzia
    Lo sei di nik e di fatto, me..a


  • Antonello Scarlatella

    L’ASE svolge in maniera ottimale il suo lavoro.
    I veri atti di inciviltà li vedo tra noi cittadini. Gettiamo le carte a terra, facciamo cacare i cani per strada, gettiamo immondizie fuori ai bidoni solo per la pigrizia di aprirli. Non parliamo poi delle bottiglie in Corso Manfredi alla domenica mattina. Ecc ecc.
    Questi atti di incivilta’ dovrebbero essere fortemente sanzionati.


  • Sissi

    Sign Dicembrino, lasci perdere non ne vale la pena . Io quando ho avuto il problema sono venuti . Può succedere ma di scrivere alla redazione lo trovo esagerato. Condivido ciò che ha scritto Rosina.


  • Stefania L

    Anche a me hanno sempre risposto al telefono,
    ma sono venuti (a ritirare un vecchio mobile in legno) circa 3 mesi dopo la prima chiamata.

    Per usufruire del servizio ci sono volute 18 telefonate, 10 arrabbiature…e tanta, tanta pazienza.

    Invece di dire le solita frasi…prese in giro…del tipo
    “passeremo in settimana”,
    “la avviseremo in questi giorni sul momento del ritiro”
    e “bla bla bla”.

    avrebbero fatto meglio a dirmi che potevo mettermi l’anima in pace e che il servizio sarebbe stato effettuato dopo 3 mesi.


  • Carlo

    Per antonello scarlatella è vero che il manfredoniano è incivile, butta tutto per terra invece che nei cassonetti ma non diciamo che l’ase svolge in maniera ottimale il proprio lavoro perché così non è. Quello che ha raccontato la signora in questione è capitato lo scorso anno a me che dovevo buttare via un vecchio mobiletto, dopo numerose telefonate (dicevano che mancava il mezzo e mancava il personale ) , dopo tante arrabbiature al telefono (dove gli stessi operatori ti rispondevano con modi sgarbati e molto scocciati), sono riuscito a risolvere il problema parlando con qualcuno che conosceva qualcuno all’ase, li subito si è trovato e il mezzo e il personale, mah che strane coincidenze


  • ciro

    perche’ dobbiamo telefonare noi cittadini per il ritiro delle cianfrusaglie l’ASE potrebbe programmare due giorni alla settimana per il recupero di oggetti ingombrandi fare passare un mezzo non ci vuole niente per il recupero cosi la gente sa’il giorno che passano e posano la robe fuori cosi altrove .esempio un giorno si recupera il ferro un giorno si recupera il legno ecosi’ via grazie .


  • caos

    dicembrino.non.e.per.te.dimettiti


  • VERGOGNA

    ma vattien, che è sempre cosi, non risponde mai nessuno al telefono, ai fannulloni non importa nulla. Ci manca pure che fate pagare la raccolta dei rifiuti ingombranti, non vi bastano tutti i soldi che già paghiamo. vergogna.


  • Caracciolo

    Dopo tante telefonate “MUTE” , ho scritto una e-mail in data 2/7/2015, in mattinata, ad un responsabile dell’ASE, indicando il mio n. di telefonino per concordare un ritiro di una struttura in ferro.
    A tutt’ioggi. alle 20,15 non ho ricevuto alcuna telefonata in merito…dal responsabile dell’ASE, che non è Dicembrino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi